Qual è la differenza tra blog e vlog?

Postato in data Giugno 3rd, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Ecco una delle domande di chi si ritrova con una passione da sviluppare sul web: qual è la differenza tra blog e vlog? Hai già raccolto un po’ di informazioni e devi sciogliere il dubbio.

Differenza tra blog e vlog: qual è?

Il blog è una piattaforma gestita da un CMS, solitamente WordPress, che consente di pubblicare articoli basati su contenuti multimediali. Quindi creati con testo, immagini, video e altro ancora. Una delle caratteristiche di base è la massima personalizzazione del contenuto.

Il vlog, invece, è un progetto di content marketing basato sempre sulla sequenzialità delle pubblicazioni per creare un racconto personale. Ma tutto ruota intorno ai video. Quindi, invece di pubblicare post simili ad articoli di giornali digitali ti dedichi solo al visual. Questa è la differenza tra blog e vlog a grandi linee. Ora possiamo approfondire alcuni aspetti centrali.



Come trovare una nicchia di mercato online

Postato in data Maggio 30th, da Riccardo Esposito in Ecommerce. No Comments

Trovare una nicchia di mercato online è un passaggio essenziale per chi decide di entrare nel mondo delle vendite su internet. In generale, è un passaggio chiave per ogni tipo di business.

Trova la tua nicchia.

Ma non è facile trovare un settore redditizio, un’area che ti consenta di guadagnare online semplicemente pubblicando un sito web. Anche se ben strutturato, pensato per il mobile e con i contenuti giusti. Il motivo è semplice: devi intercettare l’interesse del pubblico.

Puoi avere il miglior prodotto, ma se non lo unisci con la giusta strategia per individuare la nicchia di mercato online rischi sempre di lavorare a vuoto, senza un obiettivo. Dove si trova la soluzione? Ecco una serie di tool che ti aiuteranno a risolvere problemi specifici.



Come creare un sito web responsive

Postato in data Maggio 27th, da Riccardo Esposito in Vita da Webmaster. No Comments

Oggi è impossibile procedere in una buona attività di marketing senza un sito web responsive. Vale a dire un portale pensato per adattarsi a tutti i dispositivi, dal laptop allo smartphone. Senza dimenticare i tablet. Perché è necessario questo?

L’aumento del traffico che arriva da cellulare è in costante crescita. Le persone si connettono a internet soprattutto attraverso smartphone: anche se ci sono dei settori in cui il desktop mantiene una buona percentuale di visite procedere senza una strategia mobile è impensabile.

Quindi, come creare un sito web responsive? Quali sono i passi per realizzare un progetto con pagine web capaci di adeguarsi e adattarsi alle moderne tecnologie di navigazione?



Come visualizzare la versione di un sito precedente

Postato in data Maggio 23rd, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Capita a molti webmaster di dover recuperare vecchie pagine web e rispettiva versione precedente di un sito. Questo passaggio può essere necessario quando hai fatto qualche modifica e devi tornare indietro sui tuoi passi per recuperare il sito a una certa data.

Recovery di un sito web.

Quando il progetto è legato alla tua attività puoi sfruttare determinati strumenti, se il portale è di un concorrente o di un sito web cancellato non è facile vedere com’era un sito. O meglio, devi usare strumenti differenti. Come procedere in questi casi? Ecco qualche consiglio.



Qual è il miglior CMS per creare un ecommerce?

Postato in data Maggio 16th, da Riccardo Esposito in Generale. No Comments

Il migliori CMS per ecommerce è quello che ti consente di creare uno shop online con tutte le funzioni necessarie al tuo business tenendo presente una serie di fattori strutturali: impegno di tempo, quantità dei prodotti, risorse da investire, obiettivi di marketing e promozione digitale.

Quali sono i migliori CMS?

Questa è la risposta breve. Seppur scontata, la reazione a una domanda del genere deve essere impostata così perché non conosco una scelta definitiva: i content management system per creare un negozio digitale sono tanti e non esiste una soluzione migliore o peggiore. Anche se possiamo citare una statistica relativa ai CMS più diffusi per creare un ecommerce.

CMS più usati per aprire un e-commerce.

Secondo trends.builtwith.com Sembra che Zen Cart, in Italia, conquisti la maggior parte dei webmaster. Subito dopo viene Prestashop e poi il classico WooCommerce che si basa su WordPress. Ma … Continua a leggere »



Cosa sono i link nofollow

Postato in data Maggio 13th, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

I link nofollow sono collegamenti ipertestuali che hanno ricevuto, da parte del webmaster, un attributo capace di comunicare a Google la tua volontà di dare un valore in termini SEO.

Lavora con le menzioni del blog.

Se consideriamo che i link in ingresso sono utili per il posizionamento organico, aggiungere il rel nofollow vuol dire togliere ogni valore alla menzione inserita. Questa è la definizione.

Il punto da ricordare quando si decide di fare SEO on-page. Ogni blogger deve conoscere l’importanza di questo valore che viene attribuito a uno più link di una pagina o di un sito. Ma quando deve essere usato? In che modo? Come si mette? Ecco una serie di risposte.



5 motivi per creare un sito web

Postato in data Maggio 9th, da Riccardo Esposito in Vita da Webmaster. No Comments

Perché creare un sito internet? La domanda può sembrare banale perché tutti credono di sapere e conoscere i vantaggi di avere un portale personale. Ma è così? A chi serve il sito web?

Perché hai bisogno di un sito web?

A un’azienda sicuramente, in questo modo può farsi trovare dalle persone che cercano il nome online. E ha la possibilità di comunicare tutte le informazioni attraverso una fonte ufficiale? No, non puoi usare Facebook come sito web: devi avere un dominio per accogliere i clienti.

Lo stesso vale per un libero professionista che deve farsi trovare, ma non sono questi gli unici soggetti che hanno bisogno di un lavoro del genere. Ci sono anche associazioni, organizzazioni senza scopo di lucro, dipendenti che curano la propria identità.

Tante sono le figure che hanno bisogno di una presenza online. Ma perché creare un sito internet? A … Continua a leggere »



Come fare email marketing ed evitare che i messaggi vadano in spam

Postato in data Maggio 6th, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Questa è una delle domande più pertinenti: come fare email marketing senza spam? Quando decidi di attivare un programma di web marketing ti rendi conto che la newsletter deve essere un punto di riferimento per la tua attività di promozione su internet.

Vuoi evitare lo spam?

Il posizionamento SEO è importante, lo stesso vale per il social media marketing. Ma gestire una lista di contatti email vuol dire avere un patrimonio di visite profilate sempre a tua disposizione. Che ovviamente non devi forzare. La cura dei contenuti è decisiva.

Così puoi evitare che l’email sia considerata spam, quindi rifiutata dal destinatario. Ma è questa la verità? Solo il contenuto deve essere curato? Non credo, ci sono altri dettagli da valutare: ecco come fare email marketing senza spam e messaggi di posta indesiderati.



Come e perché accorciare link

Postato in data Maggio 3rd, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Questo è uno dei punti che si ritrova di continuo nell’attività di web marketing e spesso le persone cercano di ottimizzare: accorciare link. Come effettuare questo processo al meglio?

Come ridurre link online.

In che modo si riducono i caratteri di un indirizzo web? La regola, almeno per quanto riguarda il tuo lavoro sulle pagine web, è quello di pubblicare permalink poco impegnativi. L’URL è un fattore di posizionamento e lo stesso Google suggerisce di pubblicare stringhe brevi.

Creare categorie e nomi file descrittivi per i documenti sul tuo sito web non solo aiuta a mantenere il sito più organizzato, ma consente anche di creare URL più “semplici” per coloro che vogliono collegarsi ai tuoi contenuti. I visitatori potrebbero infatti rimanere intimiditi da URL troppo lunghi e criptici che contengono poche parole riconoscibili.

Guida Ufficiale di Google

Non sempre questo è possibile. Perché spesso … Continua a leggere »



Quanti plugin posso mettere su WordPress?

Postato in data Aprile 30th, da Riccardo Esposito in Wordpress. No Comments

Non esiste un limite, hai a disposizione un archivio di estensioni e puoi scegliere quelle che preferisci. Questa è la base di partenza ma non è sufficiente. Ecco perché voglio dare una risposta a chi chiede quanti plugin installare su WordPress. Esiste un limite?

Quanti plugin avere su WordPress?

Quello del buon senso. Le estensioni ti consentono di attivare una serie di funzioni che possono fare la differenza. Ci sono plugin SEO come Yoast per modificare tag title e meta description, altri che ti aiutano a mettere WordPress in sicurezza. Ma sono tutti utili?

Meglio evitare plugin inutili sul sito web

Argomenti

Meglio evitare plugin inutili sul sito webI plugin rallentano il sito: è sempre così?Togli quello che non serve al tuo progettoScegli plugin adatti allo scopo editorialeCome individuare plugin lenti sul tuo sitoQuanti plugin installare su WordPress?

Questo è il punto di partenza che … Continua a leggere »