Wordpress


Come creare un’intestazione senza link nel menu WordPress

Postato in data Febbraio 10th, da Riccardo Esposito in Wordpress. No Comments

Hai bisogno di una voce che permetta di scorrere una serie di pagine subordinate in una sezione nidificata. Per fare questo, e aggiungere una voce menu non cliccabile.

Non è difficile. Devi andare nella dashboard del tuo blog WordPress. Vuoi un tutorial? Ecco come aggiungere voce menu non cliccabile su WordPress con pochi passaggi:

Vai sulla tua dashboard.Aspetto > Menu > Modifica. Clicca link personalizzati.Inserisci # nell’URL. Metti il testo di anchor. Fai clic su Aggiungi al menu.Trascina l’elemento dove serve.Rimuovi # dall’URL. Salva il tutto.

Quello che prima sarebbe stato un collegamento ipertestuale ora è un testo semplice. Fai clic sul pulsante “Salva menu” e hai concluso. Vuoi approfondire? Continua a leggere.

Crea una voce principale per il tuo menu

Per avere un’intestazione non cliccabile nella navigazione del sito web, dalla quale far partire una serie di pagine collegate, devi andare nella sezione menu … Continua a leggere »



Lazy Load delle immagini: potrebbe essere incluso in WordPress 5.4

Postato in data Febbraio 3rd, da Riccardo Esposito in Wordpress. 2 comments

La notizia apparsa su make.wordpress.org è questa: il caricamento immagini in Lazy Load su WordPress potrebbe diventare uno standard dalla versione 5.4. Dopo l’introduzione dell’editor Gutenberg che ha stravolto i piani dei blogger, adesso arriva questa notizia dal blog ufficiale.

Cosa significa? La funzione abiliterà l’attributo HTML loading=”lazy” su tutti gli elementi. Vuol dire, in buona sintesi, che i webmaster non dovranno più usare plugin specifici per caricare le proprie immagini attraverso questa soluzione che dovrebbe velocizzare le pagine.



L’immagine anteprima link su WordPress non si vede? Ecco come migliorare la preview!

Postato in data Gennaio 13th, da Riccardo Esposito in Wordpress. No Comments

L’immagine anteprima link su WordPress è uno dei punti di massima attenzione per ottenere buoni risultati dalla tua opera di condivisione e diffusione. Il motivo è semplice: sarà il visual che verrà notato ogni volta che il tuo articolo sarà condiviso in qualche luogo pubblico o meno.

Migliora subito il tuo blog.

La preview di un articolo pubblicato su questo CMS, infatti, richiama tre elementi: titolo, che corrisponde di base al tag title, e descrizione che appare se l’headline non è troppo lunga (e riprende la meta description) sono i campi testuali. Il tutto è dominato dall’immagine principale.



Tutti i dettagli da curare subito dopo l’installazione di WordPress

Postato in data Dicembre 23rd, da Riccardo Esposito in Wordpress. No Comments

Ok, hai acquistato un hosting condiviso e hai creato il tuo blog personale. O un sito aziendale. Ora la domanda è chiara: cosa fare dopo l’installazione WordPress? Esistono dei passaggi più o meno obbligati per definire una serie di elementi e proseguire la tua attività.

Ovviamente cercando di ottimizzare tutto quello che serve per ottenere il miglior risultato possibile, sia per le persone che per i motori di ricerca. Da dove iniziare? Quali sono i passi utili? Cosa fare dopo l’installazione di WordPress sul tuo server? Ecco la mia opinione.

Togliere Just Another WordPress site

Questa è la dicitura, la tagline, che si trova nella parte superiore di ogni sito WordPress appena installato. Quindi devi rimuovere il sottotitolo per metterne uno che ti rappresenti. Perché questa soluzione – come Just Another WordPress site, solo un altro sito su WordPress – rappresenta un’impostazione di … Continua a leggere »



6 plugin per migliorare WordPress Gutenberg

Postato in data Dicembre 19th, da Riccardo Esposito in Wordpress. No Comments

Lo sai che esistono diversi plugin per WordPress Gutenberg che sono stati pensati per trasformare la scrittura su questo editor in qualcosa di speciale e diverso dal solito?

Le estensioni che fanno la differenza.

Molti webmaster possono confermare: passando da WordPress 5.0 a 5.3 ogni aggiornamento è un passo avanti verso il miglioramento dell’esperienza di creazione dei testi e dei contenuti.

Sempre di più WordPress Gutenberg riesce a integrare funzioni che prima erano appannaggio di plugin specifici. Come, ad esempio, la gestione di tabelle e pulsanti call to action. Senza dimenticare la divisione in colonne del layout. Nonostante queste novità c’è sempre bisogno di nuove estensioni. Quali sono i migliori plugin WordPress per migliorare l’editor?



Come aggiungere pulsante chiamata su WordPress

Postato in data Novembre 28th, da Riccardo Esposito in Wordpress. No Comments

Inserire un numero di telefono cliccabile sul sito web è importante, soprattutto se lavori sul territorio e hai un’attività che opera a stretto contatto con i clienti. In questi casi è importante attivarsi e capire come mettere pulsante Chiama Ora su WordPress.

Il pulsante Call Now è importante.

Perché questa funzione consente di intercettare gli utenti che arrivano sul tuo sito web da mobile e non vogliono mandare email. Ma preferiscono chiamare direttamente al telefono.

Meno passaggi inserisci tra il contatto e la risposta e maggiori sono le possibilità di monetizzare. Ecco come aggiungere un bottone per inserire la chiamata automatica.



Cos’è e a cosa serve il plugin Site Kit di Google per WordPress

Postato in data Novembre 11th, da Riccardo Esposito in Wordpress. No Comments

Il Site Kit Google è uno strumento ufficiale proposto da Google per monitorare direttamente dalla dashboard di WordPress una serie di parametri utili per ottimizzare il sito web o il blog.

Ecco il plugin ufficiale di Google.

Google ha disseminato il web con i suoi tool dedicati all’ottimizzazione dell’esperienza web. Ci sono utility che ti consentono di velocizzare le pagine, altre che monitorano le visite e le query di ricerca. Puoi fare tanto con queste realtà e oggi sono tutte sul tuo sito. Come riunirle?



6 punti essenziali per scegliere un buon template WordPress

Postato in data Ottobre 24th, da Riccardo Esposito in Wordpress. No Comments

Come scegliere tema WordPress? La risposta è chiara: il template del tuo blog o sito web deve rispettare i canoni estetici che hai immaginato per il tuo progetto web. D’altro canto a questo serve il tema, giusto? A presentare i contenuti nel miglior modo possibile.

Come scegliere template WordPress.

D’altro canto questo elemento ha anche una forte influenza nei confronti del comportamento delle pagine web, sulla velocità di caricamento, sulla SEO e sull’usabilità. Mi sembra un buon motivo per approfondire come scegliere un tema WordPress all’altezza delle aspettative e delle necessità tecniche, non credi? Ecco cosa valutare con cura per avere sempre un sito di qualità.



Cancellare tutti i commenti spam e trash di WordPress in pochi click

Postato in data Ottobre 21st, da Riccardo Esposito in Wordpress. No Comments

Come cancellare tutti i commenti in attesa di moderazione spam senza andare su ogni singola schermata e cliccare la spunta? Questa è una delle esigenze del webmaster che deve fare manutenzione su siti e blog che rimasti per molto tempo senza attenzioni.

Chi gestisce da tempo, e in modo professionale, un progetto online sa bene che deve moderare i commenti. E che bisogna anche cancellare lo spam che arriva sul blog.

Come togliere tutti i commenti.

O che viene indirizzato all’apposita cartella. Piccolo problema: il sistema ufficiale di WordPress può svuotare con un click la cartella spam, ma per portare i commenti in questa directory devi agire massimo su 20 commenti in attesa di moderazione alla volta.



Come creare un sito web con area riservata

Postato in data Settembre 9th, da Riccardo Esposito in Wordpress. No Comments

Creare un sito web con area riservata non vuol dire solo proteggere una pagina con password per renderla inaccessibile alle persone e al motore di ricerca. In questo caso parliamo una realtà parallela a quella che l’utente vede collegandosi a internet.

Come pubblicare un sito web con area riservata.

L’area riservata di un sito web, infatti, rappresenta una sezione pensata per soddisfare esigenze precise che non riguardano gli avventori comuni. Devi iscriverti, ottenere password ed effettuare un login per accedere a questa sezione. Nella quale puoi trovare diverse sezioni.

Dipende dagli scopi, dal perché vuoi permettere alle persone di accedere a una sezione non pubblica del sito. C’è chi lo fa per guadagnare o per offrire un servizio migliore.

O per non diffondere pubblicamente alcuni file. In ogni caso questa è la soluzione: ecco creare sito con area riservata nel modo più conveniente. Vale … Continua a leggere »