GDPR e WordPress: gli strumenti per semplificare la privacy

Postato in data aprile 19th, da Riccardo Esposito in News. No Comments

Questo è uno dei temi caldi che tutti vorrebbero approfondire, ma che spesso diventa problematico da affrontare: GDPR e WordPress, come affrontare questo nuovo scoglio imposto dalla burocrazia per il trattamento e alla libera circolazione dei dati personali?

In realtà, come spesso accade in questi casi, c’è sempre grande incertezza sui passi da muovere. Come è successo per la cookie policy, anche nel caso della nuova normativa GDPR le incognite dei vari webmaster e proprietari di siti web si moltiplicano. E non si riducono.

Cosa fare? Come posso muovermi? A chi devo rivolgermi per essere in linea con le leggi ed evitare problemi per me e per i miei clienti? Forse è sbagliato vedere questa novità come un problema e non come una risorsa. In ogni modo la soluzione, forse, al tema GDPR e WordPress arriverà proprio dal CMS. In che modo? … Continua a leggere »



Plesk WordPress Toolkit: come gestire il blog

Postato in data aprile 12th, da Riccardo Esposito in Hosting. No Comments

Quando citi il WordPress Toolkit Plesk l’attenzione è tutta per la tua attività di webmaster. In realtà ci sono mille approfondimenti necessari per chi vuole creare un sito web da solo. Bisogna approfondire il tema della cache di Google, del crawl budget e dell’htaccess. 

Non è facile, oggi, ottenere dei buoni risultati quando la posta in gioco è alta. Prima di lavorare devi puntare sull’analisi, sulla keyword research e su un’architettura del progetto web degna di questo nome. Il web design viene solo dopo, quando hai ben chiaro cosa fare.

In questo marasma di necessità e informazioni c’è uno strumento che può fare la differenza per chi vuole usare il CMS più usato del web nel miglior modo possibile. Il WordPress Toolkit Plesk è speciale, ti dà tutti gli accessori necessari per ottenere ciò che ti serve.


Cos’è e a cosa serve la cache di Google

Postato in data aprile 9th, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

La cache di Google è una di quelle funzioni che puoi e devi sfruttare a tuo favore per ottenere il miglior risultato possibile. O meglio, per conoscere al meglio lo strumento che le persone usano per trovare il tuo sito. Vale a dire il motore di ricerca di Mountain View.

In realtà la cache non appartiene solo a Google. Il termine indica, in informatica, un’area di memoria utilizzata per velocizzare le operazioni attraverso l’immagazzinamento di alcune informazioni da utilizzare a breve termine. Quando i dati vengono interrogati, si cerca prima nella cache per vedere se sono disponibili e si propone la versione già presente. 

Questo avviene per la cache di Google, copie delle pagine web che vengono proposte al lettore che cerca un’informazione sul motore di ricerca. Mountain View registra ciò che fai e ripropone il tutto nella serp. Cosa sapere di … Continua a leggere »



Crawl budget: cos’è e come ottimizzarlo

Postato in data aprile 3rd, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

La combinazione tra crawl budget e hosting è interessante, ma spesso viene sorvolata l’importanza di questo rapporto. Nella maggior parte dei casi si punta alla ricerca di un servizio capace di ottimizzare qualità e prezzo, verso accorgimenti e spazi che puoi sopperire con un buon upgrade. Magari verso un cloud hosting o un server dedicato.

A volte, però, le necessità sono strutturali. Te ne accorgi quando lavori sui dettagli di un’ottimizzazione SEO del sito web. Pensa al fatto stesso che un hosting di qualità, capace di mantenere un buon uptime, rappresenta un passo importante per far trovare sempre il tuo sito web online. Ma non basta, ecco cosa sapere sul rapporto tra crawl budget e hosting.



Quali sono i motivi per scegliere un hosting scalabile?

Postato in data marzo 29th, da Riccardo Esposito in Hosting. No Comments

Un hosting scalabile ed elastico può fare la differenza nel tuo progetto di web marketing. Se hai già creato un sito web, un blog o un e-commerce sai già di cosa sto parlando: hai acquistato un dominio, e hai già scelto un programma di web hosting per il tuo lavoro.

Però ci sono delle esigenze specifiche, non sempre è sufficiente avere una struttura stabile che supporta il tuo lavoro. Un buon server e un’assistenza di qualità possono fare molto. Però tu devi andare oltre e puntare verso un hosting capace di adattarsi.

Adattarsi a cosa? Questo è il tema essenziale da affrontare oggi: hai bisogno di una soluzione scalabile, in grado di modellarsi intorno alle singole situazioni. Certo, puoi cambiare sempre piano e scegliere una soluzione più performante. Ma se poi non hai più bisogno di tutte queste risorse? Ecco le situazioni che … Continua a leggere »



Fare email marketing: cosa ti serve per iniziare

Postato in data marzo 22nd, da Riccardo Esposito in Blog. 2 comments

Oggi voglio dare un consiglio a chi cerca informazioni su come fare email marketing. In particolar modo voglio impostare l’articolo su un tema essenziale: di cosa hai bisogno? Delle competenze, questo è chiaro. Se non sai cosa osservare, come scrivere il tuo messaggio e come gestire gli iscritti alla newsletter rischi di fallire. Anzi, di non iniziare proprio.

Però è anche vero che per inviare le tue email a un pubblico sempre interessato hai bisogno di qualche dettaglio in più. Non ti puoi accontentare, non puoi essere approssimativo. Mi chiedi come fare email marketing? Ti rispondo elencando una serie di elementi che fanno la differenza quando decidi di usare questa grande opportunità.



Marzo 2018: il 30% dei siti web usa WordPress

Postato in data marzo 19th, da Riccardo Esposito in News. 2 comments

Hai deciso di creare siti con WordPress? Non sei solo, tranquillo. Oltre a essere uno dei CMS più semplici e performanti, WordPress è il più diffuso online. Questa era una notizia già nota ma in questi giorni i dati di W3Tech hanno fatto chiarezza sulle quantità.

Il 30% dei 10 milioni di siti monitorati usa questa soluzione. Per farti capire i numeri in questione, il numero di siti in WordPress supera quelli di Drupal, Joomla e Magento messi insieme. Non a caso le cifre sono ancora più pesanti se si prendono in considerazione solo i siti creati con un content management system. In questo caso, infatti, WordPress occupa il 60.3%.



Trasferimento dominio: cosa devi fare?

Postato in data marzo 15th, da Riccardo Esposito in Vita da Webmaster. No Comments

La procedura di trasferimento dominio è uno dei punti che può interessare chi inizia a lavorare nel mondo del blogging, può essere interessante scoprire come fare e come muoversi. Soprattutto se vuoi creare un sito web e hai le mani bloccate a causa di un provider.

Un provider che, per qualche motivo, non ti soddisfa più. Un webmaster esperto sa come muoversi, ma trasferire un dominio non è facile se hai iniziato da poco a lavorare con server, hosting, programmi FTP e htaccess. Per lavorare nel modo giusto devi puntare su passaggi chiari e manovre semplici ma stabilite. Qual è la procedura di trasferimento dominio adatta.



PrestaShop 1.7.3: ecco la nuova versione del CMS per creare il tuo e-commerce

Postato in data marzo 8th, da Riccardo Esposito in Ecommerce, News. No Comments

La novità è questa: PrestaShop 1.7.3 è online, pronto per essere scaricato e usato per creare un e-commerce degno di questo nome. Sai bene che quando vuoi creare uno shop online non puoi accettare compromessi: hai bisogno di una base potente e veloce. Come PrestaShop.

Molti consigliano di fare un e-commerce con WordPress, una soluzione non da scartare. In determinate occasioni può essere la combinazione ideale. Ma quando vuoi puntare su un negozio online con tutte le caratteristiche per ottimizzare le vendite c’è poco da aggiungere.



Dominio di terzo livello: indicizzazione e posizionamento SEO

Postato in data marzo 5th, da Riccardo Esposito in Blog. 2 comments

L’indicizzazione del dominio di terzo livello è, da sempre, un passaggio importante per ogni webmaster che si rispetti. Quando apri una sezione secondaria del tuo portale hai sempre questo dubbio: meglio sottocartella o sottodominio? In fin dei conti quest’ultime soluzioni sono semplici e funzionali. Perché non sfruttare i domini di terzo livello compresi nell’hosting?

La community SEO non è d’accordo su una serie di punti che potrebbero portare conseguenze. Un sottodominio avrà gli stessi vantaggi nella serp? Le persone troveranno il tuo risultato nei motori di ricerca? Ci sono una serie di punti da prendere in considerazione per il futuro.




hosting

hosting