Cos’è un server Apache, perché si sceglie e quali sono i vantaggi reali


Postato in data Gennaio 9th, da Riccardo Esposito in Vita da Webmaster. No Comments

Un web server Apache non ha nulla a che fare con gli indiani e i nativi d’America, anche se il nome è simile. In realtà si tratta di un’applicazione per gestire quelle macchine che consentono a ogni proprietario di sito web di far raggiungere le proprie pagine, le immagini e i testi.

web server Apache

Proprio così. Molti usano The Apache HTTP Server Project (nome dell’applicazione) senza neanche saperlo, in realtà ogni webmaster dovrebbe lavorare con la consapevolezza di chi sfrutta una delle tecnologie più raffinate, testate e affidabili. Vuoi conoscere qualcosa in più?

Cos’è un server Apache: definizione

Un sistema informatico open-source che gira su diversi sistemi operativi, sia Windows che Linux.

Il suo compito in buona sostanza? Questa struttura, sviluppato dalla Apache Software Foundation, viene utilizzato per monitorare, organizzare e mettere in sicurezza il lavoro necessario per accedere ai file richiesti da un browser rispetto al sito web.

La storia di questo progetto inizia nel 1995, anche per questo è considerata una delle realtà più solide e testate per la gestione server. Il nome è stato dato proprio in onore dei nativi americani (almeno questa è la motivazione ufficiale) ma si vocifera che derivi da a patchy server. Vale a dire una raccolta di patch per altri server.

Da leggere: cos’è e a cosa serve l’FTP

Cosa fa, in sintesi, Apache per te?

Il web server è un’applicazione capace di gestire il trasferimento di pagine web richieste da un browser. In pratica, tu chiedi e la macchina risponde grazie al web server. E Apache rappresenta una delle soluzioni più richieste, affidabili e utili per i webmaster.

Come sapere se uso Apache o altro?

Il modo più semplice e veloce: basta andare su tools.keycdn.com e fare una richiesta per analizzare l’header del sito. Questo è un tool per la verifica dell’hosting molto comodo per ottenere diverse informazioni. Ad esempio puoi verificare anche la presenza di HTTP/2.

Come configurare il server: htaccess

La gestione del web server Apache è sicuramente uno dei passaggi più delicati. Le sue funzionalità principali possono essere gestite dal file httpd.conf ma con il .htaccess puoi intervenire sulle directory del singolo sito. E operare una serie di migliorie come i redirect 301.

Altri web server: quali alternative?

Ovviamente Apache non è l’unica soluzione utile per gestire questo lavoro, esistono altre realtà che possono fare la differenza. Questo grafico di w3techs.com raccoglie le percentuali utili.

web server apache, la classifica

Sono dati del 2020 relativi ai server web usati dai siti. Come puoi vedere il web server Apache è il più diffuso in termini assoluti: questa è sempre stata la tendenze più diffusa e condivisa.

Ma anche se è riuscito a vincere la sfida con il web server IIS di Microsoft oggi c’è sempre più spazio per Nginx che rosicchia quote soprattutto tra i siti di fascia alta perché più performante.

Server Nginx, cos’è e a chi conviene

Si tratta di un web server – che funziona su sistemi operativi differenti come Linux, Windows, macOS e Solaris – e nasce come sistema per gestire Rambler, un portale russo.

Una piccola spiegazione di Nginx.

Da qui si sviluppa la tradizione di Nginx come web server per i siti con grandi prestazioni. Si caratterizza per i bassi consumi di memoria e un uso efficace delle risorse di sistema, ma di sicuro non ha la stessa praticità di un server Apache.

Pro e contro dei web server Apache

Proprio così, anche se The Apache HTTP Server (httpd) è il web server più diffuso tra i siti internet ha i suoi punti deboli. Ma ne ha anche molti a suo vantaggio. Ad esempio possiamo sicuramente sottolineare che rappresenta una delle soluzioni più sicure e affidabili.

La longevità del percorso affrontato da Apache e dai suoi sviluppatori ha portato a un lavoro robusto che mette in primo piano la tranquillità di chi lavora con Apache. Inoltre è semplice da configurare grazie al file htaccess, una delle caratteristiche di Apache.

Non a caso è il web server più diffuso per chi scegliere l’hosting condiviso. VPS e server dedicati sono spesso serviti da Nginx che si trova a suo agio con i siti web ad alto traffico.

In ogni caso entrambi i sistemi svolgono un ottimo lavoro, gli stessi requisiti di WordPress non fanno differenza tra le due piattaforme (che invece c’è tra hosting Linux e Windows).

Da leggere: cos’è e a cosa serve il robots.txt

Tu preferisci il web server Apache?

Grazie a una buona ottimizzazione dell’infrastruttura Apache le differenze sono minime e i vantaggi godibili per tutti. Chiara e affidabile, l’esperienza di questo web server è sempre apprezzabile secondo me. Tu cosa ne pensi? Lascia la tua esperienza nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares