Ultime novità di cPanel e WHM versione 84


Postato in data Novembre 7th, da Riccardo Esposito in News. No Comments

La nuova versione cPanel & WHM è finalmente disponibile nella forma current tiers e ha presentato una serie di novità che tutti i webmaster dovrebbero conoscere al meglio.

nuova versione cPanel & WHM
Nuova versione cPanel & WHM.

Chi lavora in questo settore sa bene che il pannello di controllo (control panel, ovvero cPanel) è fondamentale per l’amministrazione dei siti web. E con le nuove funzioni puoi avere dei vantaggi immediati. Ma cosa sapere? Quali sono le novità che non puoi perdere di vista?

Arriva il PowerDNS per il DNS clustering

Con l’arrivo di cPanel e WHM 84 viene offerto il clustering DNSSEC con PowerDNS. Già nel dicembre del 2018 è stata annunciata la deprecazione di MyDNS e NSD, quindi il PowerDNS è stato scelto per la gestione DNS su cPanel.

Così la richiesta di cluster DNSSEC (Domain Name System Security Extensions) è diventata fondamentale anche per la sicurezza offerta dalla soluzione. DNSSEC insieme alla funzione di clustering DNS, fornisce i mezzi per aggiungere sicurezza utilizzando firme digitali e chiavi crittografiche per convalidare le risposte DNS autentiche.

Come sempre la sicurezza viene prima di tutto. Questa funzione sarà disponibile solo quando avremo testato al meglio e garantito massimo controllo ai nostri clienti.

Aggiornamento del plugin Let’s Encrypt

In cPanel e WHM versione 84 è stato aggiornato Let’s Encrypt per utilizzare la nuova API in previsione della chiusura di quella precedente. Ciò è necessario per supportare questo plugin così importante per l’applicazione del certificato SSL gratuito. Il plugin aggiornato supporta anche le modifiche al rate limit di Let’s Encrypt e protegge i sottodomini wildcard.

Nuovo file di configurazione su Apache

La versione 84 di cPanel e WHM comporta un nuovo file di configurazione Apache ottimizzato. In particolare la creazione del file avviene su/etc/cpanel/ea4/ea4.conf. Sostituisce i file:

/var/cpanel/conf/apache/local 

 /var/cpanel/conf/apache/main

/Questo nuovo file .conf consolida tutte le opzioni del tuo server web in un singolo file JSON e fornisce diverse opzioni di personalizzazione della configurazione di Apache.

Migliora la sicurezza online e l’usabilità

La nuova edizione di cPanel e WHM prevede due nuove interfacce che consentono agli amministratori di bloccare le e-mail che provengono da paesi o domini specifici.

Per bloccare questi messaggi puoi utilizzare dei filtri specifici, tutto questo senza dimenticare che l’aspetto e la fruibilità dell’interfaccia Zone Editor di cPanel è stata migliorata. Offrendo agli utenti la possibilità di importare e gestire le chiavi DNSSEC più facilmente.

Il video tutorial di cPanel.

Anche l’interfaccia di webmail è stata interessata da un buon restyling, ora consente di aprire la posta in arrivo al momento dell’accesso. Puoi modificare il client, impostare la posta elettronica su un qualsiasi dispositivo e accedere sempre alle configurazioni delle impostazioni.

Cosa leggere su nuova versione cPanel

Le novità di questo aggiornamento sono molte, qui hai solo una carrellata delle notizie più importanti. Se vuoi maggiori informazioni su questo tema ti consiglio di dare uno sguardo alla documentazione ufficiale. Qui trovi tutto quello che ti serve per approfondire.

Da leggere: cos’è e a cosa serve il robots.txt

Nuova versione cPanel: cosa significa?

La versione 84 di cPanel e WHM introduce una serie di strumenti e ottimizzazioni importanti come PowerDNS per il clustering DNS, miglioramenti DNSSEC, file di configurazione Apache revisionato e aggiornamenti dell’interfaccia. Detto in altre parole, cPanel e WHM sono sempre la soluzione ideale per al gestione del pannello di un sito web. Appena avremo una soluzione stabile sarà usata anche sui nostri hosting: continua a seguirci per avere tutti gli aggiornamenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares