Come trovare una nicchia di mercato online


Postato in data Maggio 30th, da Riccardo Esposito in Ecommerce. No Comments

Trovare una nicchia di mercato online è un passaggio essenziale per chi decide di entrare nel mondo delle vendite su internet. In generale, è un passaggio chiave per ogni tipo di business.

nicchia mercato
Trova la tua nicchia.

Ma non è facile trovare un settore redditizio, un’area che ti consenta di guadagnare online semplicemente pubblicando un sito web. Anche se ben strutturato, pensato per il mobile e con i contenuti giusti. Il motivo è semplice: devi intercettare l’interesse del pubblico.

Puoi avere il miglior prodotto, ma se non lo unisci con la giusta strategia per individuare la nicchia di mercato online rischi sempre di lavorare a vuoto, senza un obiettivo. Dove si trova la soluzione? Ecco una serie di tool che ti aiuteranno a risolvere problemi specifici.

Perché trovare una nicchia di mercato?

Prima di capire come devi arrivare a un’altra domanda: perché cercare una nicchia di mercato profittevole su internet? La risposta è chiara: eviti la concorrenza e metti in pratica il tuo piano di inbound marketing. Ti fai trovare dai clienti nel momento in cui hanno bisogno di te, quando non c’è ancora una grande attività intorno a quel circuito.

La nicchia è proprio questo: un settore con poche esigenze, quindi piccolo, ma molto specializzato che ha bisogno di aziende in grado di proporre beni o servizi. E che non sono ancora state invase dal mercato di massa. Chiaramente non è facile trovare una soluzione.

Chi si occupa di web marketing e di strategie di vendita sa bene come e dove cercare. Ma non è detto che tu non possa riuscirci, ecco i passi fondamentali e i tool da sfruttare al massimo.

Da leggere: inbound marketing e blog, come organizzare

Cerca sempre i tuoi competitor su Google

Primo passaggio: devi capire come si muove il mercato sul motore di ricerca. Se vuoi scoprire il potenziale interesse e il relativo tasso di concorrenza puoi avere una prima indicazione dalla serp. In particolar modo dal numero di risultati e dalla presenza di sponsorizzazioni.

trovare competitor
Cosa succede nella serp di Google?

Questo non è un parametro definitivo per trovare una nicchia di mercato, ma di sicuro puoi avere un’indicazione. Se qualcuno investe vuol dire che c’è la possibilità di guadagnare su questo tema. Ma forse la keyword che hai usato è troppo generica e inflazionata.

Google Trends: capire se il mercato cresce

Il secondo strumento è una delle soluzioni preferite dal mio punto di vista. Google Trends, infatti, ti consente di capire se un argomento è cercato o meno dagli utenti. E, di conseguenza, se può esserci un interesse crescente o calante da parte del pubblico.

google trends per trovare una nicchia di mercato online
Il trend migliore per il tuo mercato.

L’aspetto interessante di Google Trends: non solo puoi mettere a confronto diverse realtà ma hai anche la possibilità di intercettare possibili evoluzioni future. Questo tool, infatti, è in grado di fare previsioni per un breve periodo di tempo.

Controlla numero ricerche e costo per click

La prima verifica su Google è stata fatta, hai notato un interesse da parte dei competitor su un determinato argomento. E sei riuscito anche a sincerarti dell’interesse nel tempo. Ora però devi andare oltre per capire di cosa stiamo parlando. I valori interessanti?

Inizia da costo per click e volume di ricerca. Questi numeri sono importanti perché ti consentono di capire qual è l’interesse del pubblico. Sia in termini quantitativi che qualitativi. Il volume di ricerca rileva queste volte una keyword viene cercata in un mese.

Mentre il CPC (costo per click) riguarda il prezzo da pagare per ogni visita su un’inserzione Google. Quindi indica la capacità di questa parola chiave di ottenere profitto. I tool:

  • Ubersuggest.
  • Semrush.
  • Seozoom.

In generale tutti gli strumenti che consentono di fare un’analisi delle query. Mettendo in relazione i vari elementi puoi ottenere quante volte una parola chiave viene cercata, come viene pagata e il tipo di concorrenza che si genera. Tutto questo ti aiuta a risolvere il problema?

Come trovare una nicchia di mercato online

La regola di base: dovresti avere un percorso con un volume di ricerca basso, un CPC alto ma una concorrenza bassa. Una versione pura di tutto ciò è inverosimile perché la presenza di un costo per click è sinonimo dell’attività di diversi inserzionisti. Ma puoi fare di meglio.

trova keyword nicchia
Quali sono le keyword migliori?

Ad esempio ti puoi concentrare su long tail keyword. Vale a dire ricerche più specifiche con un volume più basso e una nicchia ridotta, ma che ha bisogno di competenze dedicate.

Passando (immagine in alto) verso una specializzazione, un settore che da molti viene affrontato solo in modo superficiale. Magari investendo in pubblicità ma senza creare contenuti utili, nel tempo. Costantemente. C’è interesse per quella keyword? Scoprilo.

Rischi di un mercato di nicchia troppo piccolo

Sembra un affare trovare una nicchia di mercato online? In realtà ci sono dei rovesci della medaglia da valutare. Ad esempio il fatto che si parli di un settore iper-verticale. Quindi molto specializzato e ristretto: se va male non hai altri sbocchi, non puoi aprirti.

Devi cambiare completamente nella maggior parte dei casi. Ecco perché è importante valutare anche il trend con diversi segnali: si tratta di un settore in crescita o in declino? Ci saranno possibilità alternative? Il rischio è quello di non avere altra scelta.

Da leggere:  ottimizzazione SEO dei contenuti.

Vuoi trovare una nicchia di mercato online?

Perfetto, devi usare il buon senso nell’analizzare i numeri. Senza un lavoro di rifinitura per snervare i dati ed eliminare il rumore di fondo non puoi andare lontano. L’obiettivo è semplice: trovare la strada per togliere ciò che non serve e concentrarsi sul necessario. Ovvero?

Le conversioni. Spesso i marketer si concentrano su KPI poco significativi. I key performance indicator non devono valutare le visite che arrivano sul sito ma le conversioni, la capacità di generare clienti. A cosa servono le visite se non arrivano i contratti? Trova la tua nicchia ora.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares