Come visualizzare la versione di un sito precedente


Postato in data Maggio 23rd, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Capita a molti webmaster di dover recuperare vecchie pagine web e rispettiva versione precedente di un sito. Questo passaggio può essere necessario quando hai fatto qualche modifica e devi tornare indietro sui tuoi passi per recuperare il sito a una certa data.

versione precedente di un sito
Recovery di un sito web.

Quando il progetto è legato alla tua attività puoi sfruttare determinati strumenti, se il portale è di un concorrente o di un sito web cancellato non è facile vedere com’era un sito. O meglio, devi usare strumenti differenti. Come procedere in questi casi? Ecco qualche consiglio.

Backup: come recuperare vecchia versione del sito

Il modo migliore per riprendere una pagina internet o un intero sito web in un determinato punto? Ogni professionista sa che non si lavora senza un buon servizio di backup. Questa soluzione consente di tornare indietro nel tempo e ripristinare il portale in un determinato momento.

Di solito un hosting professionale e di qualità mette a disposizione il backup giornaliero. In questo modo puoi recuperare pagine web cancellate o modificate per errore.

Inoltre puoi risolvere problemi strutturali come gli aggiornamenti mal riusciti, non a caso prima di fare l’update del CMS è consigliato fare un backup. Tu lo fai, vero?

Da leggere: come cancellare una pagina da Google

Quale backup scegliere per il tuo sito

Per ottenere questa copia di sicurezza puoi affidarti alla soluzione offerta dall’hosting o a plugin dedicati che consentono di avere una copia del sito di sicurezza. Per i progetti più importanti è utile avere un backup orario in modo da ripristinare la vecchia versione di un sito puntando su un momento preciso. In modo da non perdere le informazioni di eventuali aggiornamenti.

Copia cache: pagine web cancellate o modificate

Non sempre è necessario scomodare il backup per vedere la versione precedente del sito. Se hai bisogno di scoprire com’era una pagina web prima di essere modificata puoi usare la funzione copia cache presente sui motori di ricerca. Pensa, ad esempio, a Google.

esempio di copia cache google
Qui puoi ottenere la copia cache di un sito o una pagina.

Se fai una ricerca puoi usare la freccia che appare subito dopo l’URL per attivare la funzione cache che ti consente di recuperare vecchie versioni delle pagine web. Puoi usare anche un operatore di ricerca per fare una ricerca nella cache di Google e recuperare un sito:

cache:https://www.miosito.it/

La cache di un altro motore di ricerca è una copia recuperata grazie al passaggio di Googlebot o qualsiasi altro spider che scansiona e registra il contenuto. Ovviamente al suo ritorno recupererà nuove versioni quindi se viene registrato un cambiamento o una modifica ulteriore della pagina non è più possibile recuperarla. Almeno in questo modo, ci sono altre soluzioni.

Come accedere alla versione precedente del sito web

Per recuperare un portale che ha subito diverse modifiche? Ci vorrebbe una macchina del tempo e in effetti è così: c’è un servizio web che porta il nome di archive.org che offre proprio un servizio di Internet Wayback Machine per recuperare versioni precedenti dei portali.

archive: esempio di recupero delle vecchie versioni del sito
Scegli quale versione vuoi recuperare.

Questo avviene a dei fermi immagine che vengono scattati e archiviati. I siti web minori hanno una frequenza e un’attenzione minore, ma in ogni caso questo tool può essere usato per:

  • Controllare pagine cancellate.
  • Scoprire versioni precedenti dei siti.
  • Recupero di contenuti persi.

Oltre alla comodità di un servizio del genere per risolvere problemi comuni, questa macchina del tempo dei siti web è perfetta per recuperare informazioni che sono state cancellate.

E che magari erano scomode e davano fastidio, così puoi accedere a ciò che è stato eliminato. Per semplificare il lavoro puoi usare un operatore e cercare su Google nell’archivio:

https://web.archive.org/web/*/http://miosito.com

Inoltre questo strumento è perfetto per verificare la bontà di un dominio. Se, ad esempio, stai acquistando un exact match domain (tendenzialmente più esposti a progetti spinti) puoi verificare cosa ha ospitato in passato. Lo stesso vale per chi fa link building e digital PR.

Quel sito web ha una buona autorevolezza. I tool per arrivare a una risposta sono tanti, ma io di solito uso sempre archive.org per capire se mi posso fidare al 100% di un sito.

Come bloccare la cache di una pagina o un sito

Ci possono essere esigenze su una pagina e hai deciso di non rendere disponibile la cache. In altre parole, vuoi fare in modo che sia impossibile recuperare versioni precedenti su Google.

<meta name="robots" content="noarchive">

Per ottenere questo risultato puoi usare il meta tag robots adeguato, ho lasciato sopra l’esempio. In questo modo si lascia la direttiva di non archiviare la pagina in questione.

Da leggere: cos’è e a cosa serve un link nofollow

Accedere e navigare sulla vecchia versione del sito

Come spesso accade c’è bisogno di trovare le vecchie pagine dei siti sui quali si lavora. Questo vale anche per i competitor, quando fai un buon lavoro di benchmark non deve mai mancare l’analisi e il controllo dei portali. In che modo avviene tutto questo? Tu usi le soluzioni elencate per recuperare la versione precedente di un sito? Lascia domande e opinioni nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*