Qual è la differenza tra indicizzazione e posizionamento di un sito web?


Postato in data Aprile 11th, da Riccardo Esposito in Vita da Webmaster. No Comments

In poche parole, qual è la differenza tra indicizzazione e posizionamento? Il primo punto riguarda le operazioni per inserire una pagina web, o un intero dominio, nelle serp Google.

qual è la differenza tra indicizzazione e posizionamento
La differenza tra index e ranking SEO

Il posizionamento, invece, si occupa di ciò che spinge le suddette risorse ad avere più visibilità nelle pagine dei risultati. Questo è il lavoro principale dell’ottimizzazione per i motori di ricerca.

Basta per esaurire l’argomento? No, si tratta di un tema che spesso viene affrontato senza la giusta attenzione. Se una risposta rapida può e deve essere data nei passaggi appena indicati, per capire bene qual è la differenza tra indicizzazione e posizionamento su Google, in termini SEO, bisogna approfondire i singoli elementi.

Prima di tutto c’è la scansione delle pagine web

La premessa indispensabile per permettere a un sito web di essere indicizzato, quindi compreso nelle serp di Google a prescindere dalla posizione, e ambire a specifici risultati in termini di posizionamento è la possibilità che viene data al crawler di leggere le pagine .

Google usa dei programmi (spider tipo il googlebot) per scoprire nuove risorse. Puoi agevolare questo snodo ottimizzando il crawl budget e inserendo una sitemap nella search console, ma la condizione essenziale per consentire questo processo è l’assenza di comandi noindex nel robots.txt e nei meta tag Google. Se una pagina è scansionabile può essere indicizzata.

Da leggere: cancellare una pubblicazione da Google

Cos’è l’indicizzazione Google: una definizione

Il processo che permette al motore di ricerca di includere una risorsa nel suo indice. Il paragone che Mountain View fa per dare un’idea del lavoro da svolgere è molto semplice:

L’indice di Google è simile a un indice di una biblioteca, che elenca le informazioni su tutti i libri disponibili nella biblioteca. Tuttavia, anziché libri, l’indice di Google elenca tutte le pagine web conosciute.

Cosa è l’indicizzazione secondo Google.

Un paio di anni fa il processo di indicizzazione era piuttosto lento, ci volevano anche settimane prima di avere un sito web nei risultati di ricerca. Oggi è piuttosto facile avviare il processo.

Come si comporta Google con l’indicizzazione?

Infatti basta sitemap nella search console. Vuoi forzare il processo e velocizzare l’indicizzazione anche di una singola realtà? Puoi usare il controllo URL sempre negli strumenti di webmaster di Google. Come verificare se una risorsa è stata indicizzata e quante pagine Google vede sul tuo dominio? Basta usare l’operatore di ricerca site: nel campo usato per digitare le query.

Infine hai il posizionamento SEO del sito online

Questa fase riguarda la visibilità che puoi ottenere attraverso un buon lavoro di ottimizzazione SEO di articoli e risorse fisse. C’è il crawling, l’indicizzazione e infine il posizionamento delle pagine web. Ovviamente l’obiettivo di questa fase è il più difficile da ottenere.

Dopo aver reso il sito facile da scansionare e migliorato l’indicizzazione, monitorando anche lo stato grazie agli strumenti della search console, devi lavorare sodo per ottenere visibilità dal motore di ricerca. Che può arrivare attraverso due aree fondamentali legate al marketing:

  • SEO: search engine optimization.
  • SEA: search engine advertising.

Queste due attività messe insieme formano il settore SEM, search engine marketing. Con la SEA si lavora sui posizionamenti a pagamento: è pubblicità che si definisce attraverso il canale Google Ads (ex AdWords) e può essere usata per promuovere pagine commerciali.

La SEO lavora sui posizionamenti organici

Vale a dire le sezioni della serp che Mountain View propone in base a una valutazione basata sulla qualità del contenuto. Questo tema si definisce sostanzialmente attraverso due aree:

  • On-Page
  • Off-Page

Nel primo caso parliamo di tutto ciò che riguarda l’ottimizzazione delle risorse che si trovano sul tuo dominio. Puoi lavorare sulla struttura del sito web per definire e indicare a Google ciò che ha più importanza e pubblicare contenuti di qualità. In questo modo si attiva il processo di scansione, indicizzazione e posizionamento delle risorse.

Poi c’è il lavoro off-page. La differenza tra indicizzazione e posizionamento riguarda anche questo passaggio: devi trovare il modo per acquisire nuovi link di qualità da altri siti web.

Questo permette a Google di valutare in modo positivo il tuo dominio. Ovviamente se i collegamenti sono stati acquisiti secondo le regole di Google e provengono da siti qualitativamente interessanti. Altrimenti puoi essere anche penalizzato.

Da leggere: cos’è e a cosa serve il Google Tag Manager

Differenza tra indicizzazione e posizionamento

Questo passaggio è fondamentale per chi si occupa di web marketing. Non puoi neanche iniziare a lavorare su un sito non conosci questo snodo: indicizzare non è sinonimo di buon posizionamento. Ma per avere visibilità su Google devi prima indicizzare le pagine. Tu hai altri dubbi in merito? Ti aspetto nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares