Come generare una pagina WordPress


Postato in data Febbraio 7th, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Hai aperto il tuo blog grazie a hosting e dominio capace di comunicare subito chi sei. Hai pubblicato il primo articolo, ma adesso devi capire in che modo creare una pagina con WordPress. Ma come, mi dirai, ho già messo online alcuni post. Qual è la differenza?

creare risorsa statica wordpress
Come attivare una pagina WordPress?

Da un punto di vista tecnico non c’è. Un articolo è una pagina web che rientra in un percorso, in un calendario editoriale capace di ottenere risultati chiari in termini di inbound marketing. Questo, almeno, in una prospettiva di corporate blogging ben strutturata.

Però chi lavora con questo CMS sa che nella dashboard esiste una differenza tra articoli e risorse statiche. Ecco perché voglio affrontare questo punto. Perché e come creare una pagina con WordPress da aggiungere al menu. O per trasformare il blog in un sito vetrina.

Cos’è una pagina statica su CMS WordPress

Per lavorare bene in questo mondo è giusto chiarire i passaggi chiave. Vale a dire, cos’è una pagina web su WordPress? La differenza con il post, come dicevo prima, non è tecnica ma strutturale.

Con una pagina web crei una risorsa statica. Basata su un concetto istituzionale: qui inserisci dei contenuti validi sempre e quindi meritevoli di essere mostrati in ogni occasione. Ecco perché spesso nel menu di navigazione si trovano proprio queste risorse statiche. Vale a dire elementi che possono essere sia funzionali, come la pagina contatti, che strategici.

In questo caso mi viene in mente la classica landing page per trasformare il lettore in cliente. O ancora quella che viene usata per regalare un prodotto gratuito e fare lead generation.

Da leggere: come realizzare un sito web da soli

Come creare una pagina con WordPress

Il processo che ti consente di generare e pubblicare una risorsa statica sul blog è abbastanza semplice. La sequenza può essere suddivisa in punti chiari e immediati. Quali sono?

  1. Vai nella dashboard principale

    In questa fase devi semplicemente accedere al blog e raggiungere la pagina che consente di gestire i passaggi principali dell’amministrazione.

  2. Clicca sulla sezione pagine nel menu

    A sinistra, nella dashboard, trovi una serie di link che portano alle varie sezioni del blog. Dovresti vedere anche quella dedicata alle pagine. Nel sottomenu clicca su aggiungi.

  3. Lavora e pubblica la tua pagina

    Qui hai il necessario. Puoi, anzi devi, aggiungere un titolo e scrivere ciò che ti serve. O meglio, qui puoi decidere se conviene sfruttare l’editor normale, magari il buon WordPress Gutenberg, o usare un page builder per inserire la landing page tanto attesa.

Questi sono i passaggi indispensabili per aggiungere una risorsa extra al tuo blog. Ma la domanda che molti si fanno è questa: come creare una pagina web su WordPress senza seguire questa procedura? Esiste un percorso più semplice e immediato? In realtà è possibile.

Come creare una pagina con WordPress
Come ottenere una pagina con WordPress?

Basta andare nella home page, o in una qualsiasi risorsa, del blog da loggato. In alto hai il menu di gestione e un link rapido alla voce Nuovo. Qui il menu a tendina ti dà la possibilità di generare, creare e pubblicare una pagina senza passare dalla dashboard.

Pagina genitore WordPress e altri attributi

Uno dei passaggi chiave per organizzare il tuo blog: creare una parent page e relativi figli. Questo significa poter indicare una risorsa gerarchicamente più importante rispetto ad altre che invece sono relative ad aspetti specifici. Un esempio specifico:

http://wwwnomedominio.it/web-marketing
http://wwwnomedominio.it/web-marketing/email-marketing
http://wwwnomedominio.it/web-marketing/inbound-marketing
http://wwwnomedominio.it/web-marketing/social-media-marketing

Questo passaggio – che non deve essere affrontato con superficialità – permette di creare una gerarchia interna che rispetta i criteri di buona struttura e usabilità. Per fare questo devi lavorare nel momento stesso in cui stai creando la tua risorsa.

pagina genitore
Dai alla pagina la possibilità di trovare un genitore.

Nel menu a destra hai una sezione dedicata agli attributi. Qui puoi scegliere se attribuire o meno lo status di genitore a una pagina. Oppure se definire la sua essenza di figlio, trovando un parente diretto alla pagina cliccando sul menu a tendina che ti lascia le opzioni.

Come aggiungere pagine statiche al menu

Una volta creata una risorsa la devi inserire nella navigazione. Perché, come spiegato prima, non stiamo parlando di articoli dedicati a un argomento specifico: queste sono pagine con contenuti sempre utili al lettore. Quindi dovrebbero essere visibili, nel menu.

Come si aggiungono queste risorse? Semplice, basta andare nella sezione specifica. Vai nella dashboard e poi nella sezione del menu che si trova nella voce Aspetto. A questo punto seleziona la navigazione principale, quella dell’header e vai nella sezione specifica. Vale a dire quella delle pagine web. Selezioni quella che preferisci.

pagina statica nella home
Scegli la pagina statica nella home page.

Poi la aggiungi al menu e la organizzi con un semplice drag and drop. Se invece vuoi inserire una pagina statica come home page devi andare in Impostazioni, e poi in lettura dove puoi scegliere la risorsa da mostrare. Sceglila con grande attenzione, mi raccomando.

WordPress: inserire immagini in una pagina

Tra le diverse soluzioni utili quando aggiungi una risorsa WordPress: caricare una o più foto. Ricorda che questa risorsa è simile agli articoli, quindi per arricchire le risorse statiche con il giusto visual devi solo rispettare i passaggi chiave della SEO e dell’UX:

  • Aggiungi foto leggere e ridimensionate con i pixel giusti.
  • Inserisci tag alt, attributo title e didascalia.

Se lavori con le landing page al posto dell’editor classico ricorda di controllare con estrema attenzione i tempi di caricamento con Gtmetrix e il Pagespeed Insight di Google.

Si tende a esagerare con il visual quando si lavora con il page builder, dando particolare rilevanza all’aspetto grafico mettendo da parte l’usabilità. E i tempi di upload aumentano.

Usare WordPress per attivare pagine del blog

Questa è una delle richieste tipiche: come creare una pagina con WordPress? Tutto è molto semplice, almeno in linea di principio. Però devi curare dettagli che spesso vengono lasciati in secondo piano, come l’aggiunta delle immagini e la definizione di una pagina genitore. Sei d’accordo? Tu hai qualche domanda? Pubblica i tuoi dubbi nei commenti di questo post.

Video-tutorial per aggiungere le pagine a WordPress.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares