Da WordPress 5.0 a 5.2: tutte le novità dell’aggiornamento


Postato in data Dicembre 13th, da Riccardo Esposito in Wordpress. No Comments

WordPress 5.0 è arrivato, con qualche ritardo e piccole attese che hanno reso il passaggio più interessante. O snervante. In realtà il punto da prendere in considerazione è semplice: ci sono tante novità in arrivo, ma una più di tutte cambierà la vita dei blogger. Ma non solo.

WordPress 5.0
Prova il nuovo WordPress.

Anche di tutti quelli che scrivono testi sul sito web, ma anche dei web master che dovranno sistemare una serie di problemi che verranno incontro a chi aggiorna il proprio progetto online. Sto parlando di WordPress Gutenberg, l’editor che sostituisce la vecchia interfaccia.

Ci trovavamo ancora bene con questo strumento per scrivere online. O almeno io ero a mio agio su questo punto, però il progresso va avanti e WordPress 5.0 è qui per diventare parte integrante della nostra vita online. Allora, quali sono le novità? Cosa sapere su questo punto?

WordPress 5.0: cos’è e di cosa si tratta

Prima di definire i dettagli di questo passaggio è giusto ricordare che stiamo parlando di un major update, vale a dire un aggiornamento importante che consente di cambiare paradigma. Sai bene che per questioni di sicurezza e miglioramenti vari il CMS rilascia versioni minori del software in questione.

Ma con questo evento, da molti considerato un passo epocale, si cambia modo di lavorare: entra in gioco Bebo, così è stata chiamata questa versione di WordPress. E a procurare l’entusiasmo, gli allarmi e le isterie dei web designer c’è Gutenberg, vale a dire il nuovo editor. Quali sono i dettagli di questa versione?

Per approfondire:  programma FTP, quale scegli?

Il nuovo editor: WordPress Gutenberg

Inutile aggiungere altro: la grande novità che riguarda tutti è la possibilità di usare la nuova interfaccia per creare i tuoi contenuti. La vera differenza? Ogni pagina o pubblicazione sarà gestita da una sorta di visual composer. Il nostro nuovo editor è basato su blocchi e il risultato finale (ciò che gli utenti vedono) non cambierà. Così come non ci saranno influenze sulla SEO.

Presentazione del nuovo WordPress 5.0

Le modifiche non riguardano il risultato finale ma come tu inserisci i contenuti. Hai a disposizione strumenti semplici e immediati per creare box con contenuti testuali e multimediali, con qualche novità in più rispetto al vecchio strumento di scrittura.

Ad esempio hai a disposizione un tool per aggiungere bottoni call to action e colonne, soluzioni che prima dovevano essere implementate con plugin dedicati alla singola attività.

Inoltre ci sono moduli specifici per organizzare sezioni FAQ, how to e codice HTML. Per approfondire tutti i passaggi puoi dare uno sguardo alla nostra guida Gutenberg.

Potrebbero esserci problemi con l’update?

Sì. Come ogni grande update del CMS non è difficile ipotizzare dei problemi in termini di aggiornamento. Soprattutto per la compatibilità con altri elementi che hai caricato sul blog come template e plugin. Molti webmaster consigliano di aspettare versioni più stabili.

Tipo la 5.0.1 che attualmente è già disponibile al download. Se hai un sito web complesso, ricco di plugin, potrebbe essere la soluzione giusta. In ogni caso non dimenticare un backup di sicurezza. Che in ogni caso è sempre consigliato prima di ogni grande update. 

Questa è l’unica soluzione utile per tutelarmi?

A tutti i clienti Serverplan con hosting condiviso forniamo backup giornaliero. Se hai cPanel puoi effettuare il restore in autonomia, mentre se hai server dedicati, VPS o cloud i clienti si può aggiungere il backup orario. Questa soluzione è perfetta per i siti più grandi.

Come disabilitare WordPress Gutenberg

Una delle accuse rispetto a WordPress 5.0: non piace, l’editor è scomodo, ci vuole troppo tempo per scrivere. Insomma, è possibile tornare alla vecchia interfaccia per inserire testi?

togliere gutenberg da wordpress
Voglio eliminare Gutenberg, posso?

Basta usare un plugin molto interessante che porta il nome di Classic Editor. È stato aggiornato da poco e con pochi passaggi ti dà la possibilità di scegliere con quale realtà usare. Puoi usare anche Disable Gutenberg, un nome che è un programma. Quali sono le sue funzioni?

Può eliminare ogni traccia di Gutenberg ma anche no. Ad esempio puoi lasciare la nuova realtà solo per determinati contenuti o ruoli, tipo per le pagine e non per gli articoli.

Altre novità: un tema WordPress minimal

Oltre all’editor c’è un tema nuovo che ti aspetta. Sto parlando di Twenty Nineteen, una soluzione minimal allineata con Gutenberg che ha come punto di forza un’esperienza tipografica curata nei minimi dettagli. È il classico tema che puoi usare per creare un blog personale, facile da leggere e bello da vedere. Proprio come piace a me.

nuovo tema wordpress
Ecco il nuovo tema WordPress.

Ma lo puoi usare per il sito web aziendale o di fotografia. Ovviamente ha tutte le soluzioni per essere utilizzato da mobile, veloce e adatto per chi vuole migliorare le prestazioni. La combinazione tra font sans serif dei titoli e serif del corpo fa il resto. Ti piace?

C’è un sito più sicuro con WordPress 5.1

Questa versione avanzata di WordPress 5.0 introduce le funzionalità di Site Health che saranno completate in seguito. Un esempio delle novità? Quando installi nuovi plugin, il CMS verifica la versione di PHP dell’estensione: se non c’è compatibilità viene impedita l’installazione.

Altro miglioramento riguarda il famoso editor Gutenberg. Adesso è più veloce ed efficace, l’idea è quella che sarà sempre oggetto di miglioramenti. Conviene ancora ipotizzare l’abbandono di questa soluzione? Io sto iniziando a prendere confidenza con WordPress Gutenberg.

WordPress 5.2: nuovo update sicurezza

Un nuovo aggiornamento ha interessato questo CMS: WordPress 5.2 mette a disposizione strumenti importanti per identificare problemi di configurazione ed errori. Tutto inizia dalla pagina Site Health Check, rispetto alla versione 5.1 sono state aggiunti nuovi strumenti.

Ad esempio puoi fare una rapida verifica di compatibilità tra versione PHP del sito e plugin WordPress installati. In realtà i test da superare per la nuova sezione sicurezza sono diversi.

  • Aggiornamenti in background.
  • Rimozione plugin non attivi.
  • Eliminare i temi non necessari.
  • Presenza ultima versione WordPress.
  • PHP è aggiornato all’ultima versione?
  • C’è una connessione attiva HTTPS.?

L’aspetto più importante, almeno dal mio punto di vista: una gestione migliore degli errori PHP che generano la famosa schermata bianca. Grazie a questo aggiornamento puoi accedere con maggior facilità alla modalità di ripristino che mette in pausa plugin o temi legati agli errori.

Cosa fare prima di aggiornare WordPress

Ci sono delle precauzioni da seguire prima di portare il tuo blog o sito web verso la nuova versione? Sì, un salvataggio delle impostazioni. Ci sono diversi plugin per effettuare il backup del sito: usa quello che preferisci e metti il tuo blog al sicuro. Vuoi maggiori sicurezze?

Contatta il tuo provider e assicurati che sia attivo almeno il backup giornaliero. In questo modo hai una sicurezza in più, se qualcosa va storto puoi ricominciare da dove hai iniziato.

WordPress 5.0
Iniziamo a usare il nuovo WordPress.

In ogni caso la maggior parte dei plugin ha già confermato massima disponibilità e cooperazione con il nuovo editor WordPress 5.0. Le estensioni più importanti sono quelle che corrono subito ai ripari, controlla soprattutto i plugin più datati e meno aggiornati.

Da leggere: come fare un backup di WordPress

WordPress 5.0 e altre versioni successive

Non piace a tutti, questo è vero. Però il web è fatto così, non lascia mai troppo le cose sul fuoco. C’era bisogno di un cambiamento, un’evoluzione nel modo in cui si inseriscono i contenuti sul blog. Cambierà il modo di scrivere? Non credo, almeno non per me.

Ma sarà sicuramente d’aiuto per migliorare l’aspetto legato al come si creano i contenuti nel loro insieme. Tu hai provato questa soluzione? Ti sembra valida? Ti aspetto nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares