Come personalizzare il footer su WordPress con testo e widget senza modificare il codice


Postato in data ottobre 4th, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Questa è una delle necessità tipiche per chi inizia a lavorare sul proprio blog o per chi vuole creare un sito web da solo: come modificare il footer WordPress? Spesso il punto in questione viene sottovalutato, in realtà è molto importante per la qualità generale del sito web.

come modificare il footer WordPress

Personalizziamo il footer?

Anche se il footer rappresenta uno degli elementi secondari del design, questa sezione della pagina è un riferimento per diverse informazioni. Ci sono una serie di dati indispensabili per comunicare autorevolezza da un punto di vista legale e psicologico.

Le aziende, ad esempio, devono inserire dati fiscali e contatti utili per informare l’utente che in quest’area si aspetta di trovare numeri di telefono, indirizzo, email e account social ufficiali

È indispensabile capire come modificare il footer WordPress con blocchi di testo, immagini, video e codice HTML. La procedura è abbastanza semplice, ecco come devi muoverti.

Scegli un tema pensato per i widget

La base di partenza è quella che riguarda la scelta del tema WordPress. Per aggiungere testo attraverso i box widget – e più in generale per modificare con semplicità l’area in questione – devi avere un template con spazi dedicati.

C’è da dire che la maggior parte delle soluzioni disponibili sul mercato, sia tra i temi gratuiti che a pagamento, ha questa possibilità. In ogni caso prima di installare la veste grafica che preferisci ti consiglio di verificare la presenza di widget dedicati al footer. Una volta definito il tema puoi andare nella sezione dedicata ai widget.

Dove si trova tutto ciò? Continua a leggere per scoprire come modificare il footer WordPress senza intervenire sul codice. Quindi evitando qualsiasi fonte di danni imprevisti.

Da leggere: come migliorare l’indicizzazione di un sito WordPress

Inserire testo nel footer WordPress

Per creare un footer articolato puoi usare i widget, box predefiniti dal CMS che svolgono funzioni differenti nella sidebar e in altre aree del blog. Andiamo sul problema specifico: come modificare il footer WordPress aggiungendo blocchi di testo? Puoi usare la finestra dedicata proprio a questo scopo, che si trova nella dashboard: vai su Aspetto e Widget.

Qui trovi gli spazi dedicati a sidebar e footer. Di solito puoi scegliere se avere uno spazio diviso a due, tre o quattro colonne. In questi casi puoi separare l’ampiezza del footer in sezioni diverse, ma la soluzione che preferisco è quella delle tre colonne con altrettanti widget.

Mettere testo nel footer, con questi strumenti, è abbastanza facile: scegli il widget per il contenuto semplice, dove puoi mettere anche codice HTML, e lo trascini nella sezione utile.

A questo punto nel widget puoi aggiungere le parole e paragrafi che ti interessano, e puoi formattare come desideri. Ricorda che è possibile usare questo spazio per aggiungere link e immagini. Ma se hai altre esigenze puoi dare uno sguardo ai passaggi successivi.

Come inserire link, immagini e menu

Con i widget puoi lavorare in modo diverso. Come puoi notare dal video, esistono elementi dedicati a lavori differenti. Un caso concreto: se vuoi ripetere il menu di navigazione nel footer puoi includere il widget specifico. Lo stesso puoi fare se preferisci inserire link diversi:

  • Archivi del blog.
  • Pagine fisse.
  • Articoli recenti.
  • Categorie e tag.

Il widget testuale può ospitare l’HTML. Però se preferisci lavorare con il codice c’è un elemento che è perfetto per gli embedded. Vuoi aggiungere un video YouTube o Vimeo?

come modificare il footer wordpress

I widget per aggiungere vari elementi.

Questa è la strada da seguire. Come modificare il footer WordPress inserendo foto o immagini? Ci sono i widget specifici, sia per singoli scatti che per aggiungere gallerie.

Aggiungi copyright WordPress footer

Esistono soluzioni specifiche che ti consentono di inserire contenuti minimi nel footer senza l’aiuto dei widget. E rimanendo sempre a distanza dal codice. Molti template, infatti, prevedono la presenza di un uno spazio che chiude il sito web da dedicare solo al testo del copyright.

Qui puoi includere una stringa per indicare la proprietà del sito web ed eventuali responsabili editoriali. Questa soluzione consente di mantenere una distanza da tutto ciò che scrivi.

Per approfondire: come mettere video su WordPress

Come modificare il footer WordPress

Oltre a domandarti come personalizzare il footer è giusto fare una riflessione sulle procedure. Spesso l’area in questione viene intesa come spazio nel quale aggiungere elementi.

Senza pensare troppo agli effetti. A volte tutto questo viene fatto per tentare di migliorare la navigazione o magari di forzare la mano al crawler di Google e valorizzare alcune pagine.

Come modificare il footer WordPress

Come analizzare i link: con il plugin Google Analytics per browser.

Valuta con attenzione l’utilità di queste soluzioni. Molti link vengono completamente ignorati dal pubblico: te ne puoi accorgere facendo una breve indagine su Google Analytics rispetto al comportamento delle persone sui collegamenti. La mia opinione: lavoro in economia.

Aggiungo solo il testo necessario per contestualizzare e per guidare l’utente, facendo sempre riferimento a quelli che sono i dati: indirizzi, contatti, informazioni fiscali. Sei d’accordo?

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares