Come scegliere l’hosting per il tuo progetto


Postato in data settembre 17th, da Riccardo Esposito in Hosting. No Comments

Quando ti chiedono come scegliere un hosting il pensiero va sempre ai limiti imposti da molti piani. In realtà più elementi oggi lavorano a tuo favore e non rappresentano più un problema. Ad esempio le soluzioni Serverplan ti consentono di lavorare con hosting a traffico illimitato.

come scegliere un hosting

Ti aiutiamo a scegliere il tuo piano hosting.

Questo è un grande vantaggio. Ma non sempre la regola della massima spesa va bene per il tuo progetto. Non devi ragionare in termini di investimento, non sempre la soluzione più costosa è quella adatta a te. La scelta dell’hosting è una vera e propria scienza.

Anzi, sono passi che determinano il successo di un portale dato che oggi è importante lavorare con strutture che offrono dischi SSD e HTTP/2 per garantire al sito web velocità di caricamento. Almeno per quanto concerne le caratteristiche del server. Ma come scegliere l’hosting giusto per il tuo progetto? Quali sono le risorse da mettere sul banco?

Hosting per sito web piccolo o monopagina

Hai intenzione di mettere online un progetto semplice e poco impegnativo. Un classico sito monopagina, ecco. Niente di particolare, non vuoi lavorare con l’inbound marketing e puntare su un’ottimizzazione della strategia di contenuti: il sito web è statico, immobile. Al massimo fai qualche aggiornamento.

Per casi del genere può andar bene un piano hosting condiviso del tipo Startup: non di bassa qualità però adeguato a chi muove i primi passi, e con un numero limitato di risorse. Non hai bisogno di grandi spazi o sottodomini illimitati, giusto? Devi solo essere presente, per fare questo basta la base.

Da leggere: come scegliere un VPS per ecommerce

Web hosting condiviso per siti professionali

Per i blog aziendali e i magazine la scelta si dirige verso soluzioni differenti. Parliamo sempre di web hosting condivisi, quindi su server che dividono lo spazio con più progetti e costi limitati.

Ma il profilo in questo caso è proteso verso la crescita continua. Vale a dire la pubblicazione costante di nuove pagine web e l’upload di materiale multimediale.

Non puoi accontentarti di hosting base, devi fare affidamento su profili capaci di sostenere la crescita del lavoro. Fermo restando le caratteristiche che contraddistinguono un servizio professionale. Più il progetto cresce e maggiore è l’importanza di un support presente, backup giornaliero, dischi SSD per garantire la velocità di caricamento e passaggi come:

Quali sono i servizi che non devono mai mancare in un hosting? A parte i passaggi elencati suggerisco la possibilità di sfruttare datacenter in Italia e ottenere una migrazione gratuita da un altro provider, e un eventuale update nel caso in cui siano necessarie risorse più potenti.

Preferisci un hosting Linux o Windows?

Non c’è un meglio o un peggio ma solo un’indicazione di massima che riguarda il linguaggio con il quale si sviluppa il sito. Se vuoi usare il PHP e basare il tutto su database dinamico MySql devi scegliere il sistema operativo Open Source. Per approfondire puoi leggere questo articolo dedicato proprio alla differenza tra Hosting Linux o Windows.

Server e VPS: grandi portali ed ecommerce

In questo caso i punti necessari per operare sono diversi e i siti web hanno bisogno di garanzie. Ad esempio la flessibilità delle risorse, che devono ritagliarsi intorno alle richieste.

web hosting

Scegli l’hosting adatto a te.

Prendo come esempio il lavoro su uno shop online: durante le festività di natale o in corrispondenza del Black Friday ci potrebbe essere un traffico superiore con diversi picchi.

Una struttura base si rivela inadatta a supportare uno stress del genere, e con un hosting avanzato e flessibile il webmaster può decidere in ogni momento le risorse da elargire al proprio sito web. Quali sono le opportunità principali? Ecco tre combinazioni:

La punta di diamante è, ovviamente, il server dedicato che permette al progetto di occupare una macchina completa, senza dividere lo spazio con altri siti web. Questa soluzione è perfetta per chi cerca massima sicurezza, potenzialità infinite e capacità per ospitare network di siti.

VPS e Cloud Hosting: flessibilità

I prezzi sono impegnativi e la manutenzione non è alla portata di tutti. Per questo c’è la possibilità di scalare verso i VPS, virtual private server che creano le condizioni di una realtà privata in modalità virtuale. La struttura non è quella di una macchina dedicata.

Cluster Hosting: cosa sono e a cosa servono

VPS e Cloud Hosting: sceglila qualità di Serverplan.

Ma è un buon compromesso. Soprattutto se si usano delle risorse avanzate in termini di manutenzione: il contributo dei tecnici messi a disposizione dal provider è sempre decisivo. Lo stesso discorso vale per i cloud server, in pochi secondi attivi la tua struttura virtuale.

Cluster server, per i portali e le app critiche

Ci sono siti delicati e applicazioni diverse, progetti che hanno non solo bisogno di attenzione. Devono essere gestite da vere e proprie infrastrutture di server dedicati e virtuali.

Per questo esistono cluster, architetture che mantengono al sicuro il tuo lavoro su internet. E diventano una certezza per evitare disservizi con un uptime invidiabile e performance elevate.

Hosting reseller, per chi vuole rivendere

Altra occasione da prendere in considerazione, ma solo quando hai intenzione di lavorare in modo strutturato per rivendere lo spazio hosting che hai acquistato dal provider.

Ciò avviene se sei una web agency e vuoi offrire uno step in più ai tuoi clienti. In questo caso puoi decidere per un servizio del genere, pensato proprio per chi ha esigenze specifiche. E per chi ha le competenze per gestire le necessità dei clienti.

Come scegliere un hosting: la tua opinione

La scelta di un hosting per il proprio progetto web è cruciale per il futuro dell’attività su internet. In particolar modo oggi, un periodo in cui l’affidabilità è parte integrante di ogni sito web.

Le pagine devono essere raggiungibili in tempi minimi, in qualsiasi occasione. Soprattutto quando c’è una gran richiesta nei confronti del brand. Il web hosting rappresenta un buon modo per dare la base stabile: tu cosa hai scelto per il tuo progetto? Ti aspetto nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares