Come migliorare e ottimizzare il backend di WordPress: ecco i plugin utili


Postato in data luglio 26th, da Riccardo Esposito in Wordpress. No Comments

Personalizzare il backend WordPress può essere un passaggio secondario per molti blogger, ma non per chi ha deciso di trasformare il proprio progetto in una vera e propria attività editoriale. Quindi un’entità con un’idea ben precisa e un brand sviluppato.

Personalizzare il backend WordPress

Iniziamo a personalizzare sul serio il blog?

Ai fini pratici questa necessità è relativa. Nel senso che ci sono ben altre modifiche e attività da svolgere per fare un sito web da soli e per ottimizzare il blog. Però questo punto può diventare prioritario quando vuoi consegnare un prodotto personalizzato. 

La coerenza di brand si sviluppa così, coinvolgendo i dipendenti e i collaboratori in un progetto unico. Completo. Senza dimenticare che ci sono soluzioni pratiche e funzionali. Sei d’accordo? Perfetto, allora continua a leggere: qui trovi i migliori plugin per personalizzare il backend WordPress. E per rendere unica (sul serio) la tua attività online.

Attenzione alla sicurezza di WordPress

Il primo passaggio per sviluppare il backend – vale a dire le retrovie, il pannello di controllo WordPress – è semplice: migliorare la sicurezza del blog. In che modo? Ci sono più accorgimenti che puoi mettere in pratica (da leggere il nostro articolo dedicato alla sicurezza di WordPress) ma di certo puoi installare una serie di plugin per personalizzare il grado di protezione.

Il nome da ricordare in questi casi è lo stesso: WordFence Security, la migliore suite per ottimizzare la sicurezza del tuo blog. Il motivo di quest’affermazione così precisa è semplice: con quest’estensione puoi regolare tutti i passaggi necessari per dare al tuo blog delle garanzie in più. Che non è male per dormire sonni tranquilli.

Il firewall riconosce il traffico potenzialmente dannoso, e se blocca le fonti malevoli che potrebbero causare danni. Insieme ad Akismet e Simple Capcha, perfetti per bloccare commenti ed email spam, può mettere il tuo sito web in una botte di ferro.

Per approfondire: come velocizzare l’indicizzazione su Google

Pagina accesso personalizzata WordPress

Iniziamo la personalizzazione del backend WordPress con un passaggio semplice e poco invasivo, vale a dire le modifiche alla pagina per accedere. Questo può essere un buon modo per dare ai collaboratori la possibilità di riconoscere al volo il proprio portale all’accesso.

Pagina accesso personalizzata WordPress

Una bella pagina personalizzata di accesso.

La soluzione è Admin Custom Login, un plugin per dare alla pagina login una serie di caratteristiche. Ad esempio uno sfondo personalizzato, un logo diverso da quello base e tutto ciò che riguarda il modulo di accesso: colore, opacità, carattere, dimensione del pulsante.

Cambia colore della dashboard per il sito

Nelle impostazioni base di WordPress puoi scegliere delle combinazioni per il colore della dashboard. Non ti bastano? Perfetto, ho un’idea: installare Admin Color Schemer, semplice e immediato. Se il tuo obiettivo è solo quello di cambiare e migliorare i colori interni del blog per avvicinarli al brand questa è la soluzione da prendere in considerazione.

Personalizza dashboard e login del blog

Vuoi aggiungere immagini o testo nella pagina admin? Preferisci modificare i colori o cambiare le voci del menu? AG Custom Admin Plugin è il plugin ideale per customizzare la pagina di login del tuo lavoro, ma anche la dashboard. In realtà è una di quelle soluzioni all in one che ti danno la possibilità di ottenere buoni risultati con un’unica installazione.

Personalizzare il backend WordPress

Una pagina login personalizzata da AG Custom Admin Plugin.

Con questo plugin puoi aggiungere il logo aziendale (o quello del cliente) nel momento in cui si effettua il login, senza dimenticare la possibilità di eliminare o personalizzare i link che appaiono sotto i campi. Insomma, con un semplice plugin puoi avere tutto a portata di mano. 

La modifica alla barra consente di nascondere o cambiare gli elementi e di personalizzarlo con colori che preferisci. Nel menu puoi rimuovere elementi, aggiungere voci e variare le cromie. A proposito, Absolutely Glamorous può essere utilizzato per elaborare i colori predefiniti del pannello di amministrazione di WordPress.

Senza dimenticare la pagina di accesso, gli sfondi e il testo. Ci sono altre opzioni del pannello di amministrazione per migliorare l’insieme dal punto di vista dell’UX come i widget, i collegamenti, i menu di WordPress.

Personalizzazioni di base
Nella dashboard di base puoi scegliere quali widget inserire e come ordinarli. Per organizzare questi punti non hai bisogno di plugin, devi solo gestire i box con le informazioni.

Migliora e semplifica il pannello di controllo

Non sempre l’obiettivo di chi vuole personalizzare il backend WordPress è quello di aggiungere funzioni, modificare colori e logo. A volte si vuole solo snellire. Se per te questa è la priorità puoi puntare su un plugin speciale: Slate Admin Theme.

Di cosa si tratta? Te lo spiego subito: è un’estensione che installa un design semplificato per il pannello di amministrazione. Bello da vedere e facile da usare. Lo consiglio a chi desidera approcciarsi alla dashboard con una schermata poco impegnativa.

Aggiungi opzioni di formattazione post

Non c’è solo la dashboard, considera altri aspetti. Ad esempio, puoi migliorare il backend che ti permette di creare e pubblicare i post con diversi plugin che aggiungono funzioni specifiche. Ma ne voglio indicare uno che rappresenta una rivoluzione.

Una vera e propria rivoluzione strutturale. Sto parlando del plugin TinyMCE Advanced che arricchisce il pannello di scrittura con una serie di funzioni extra per formattare meglio il tuo contenuto. Qui non si parla tanto di estetica o design, neanche di branding: queste modifiche servono a migliorare il lavoro di chi deve scrivere, creare, pubblicare. 

migliorare il backend WordPress

Ecco il pannello di controllo di TinyMCE Advanced.

Ad esempio, con questo plugin hai tutte le funzioni per creare tabelle e liste puntate indentate. Puoi inserire caratteri speciali, elementi divisori, ancore interne e altro ancora. Come ho già detto, è la rivoluzione per chi usa il blog per fare ciò che ama veramente: scrivere.

Da leggere: i migliori template Joomla per creare un magazine

Vuoi personalizzare il backend WordPress?

Questa è la combinazione vincente, secondo me, per ottenere buoni risultati quando vuoi personalizzare il backend WordPress, sia per renderlo adatto alle necessità funzionali che per dare un tocco di creatività in più. Magari per dare una linearità in termini di branding. 

Tu sei d’accordo con queste modifiche? Secondo te rappresentano un’idea importante per chi fa blogging o sono dei punti che riguardano solo realtà aziendali che vogliono un sito web in linea con il proprio brand? Lascia le tue opinioni nei commenti, approfondiamo insieme.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares