Come verificare il certificato HTTPS: tutti i controlli utili


Postato in data luglio 19th, da Riccardo Esposito in Vita da Webmaster. No Comments

La verifica certificato HTTPS è il punto essenziale per avere sempre la situazione sotto controllo. I prossimi aggiornamenti di Chrome sono tassativi: il protocollo deve essere lo standard, chi si troverà senza avrà una dicitura in rosso. Sito non sicuro, questo è un problema.

Come verificare il certificato HTTPS: tutti i controlli utili

Pronti per i controlli del certificato SSL?

È un problema perché la credibilità di ciò che fai, del sito web e del tuo ecommerce, dipende anche da questo. Senza dimenticare che Google ha sottolineato la presenza dell’HTTPS tra i fattori di ranking. Basta per convincerti a usare un buon certificato SSL?

Penso di sì, ma anche dopo aver fatto il passaggio da HTTP a HTTPS potresti avere qualche problema. Ecco perché devi fare un test del certificato SSL, ma da dove iniziare?

Etichetta non sicuro: manca qualcosa

Il primo controllo da eseguire: quello più semplice e immediato, vale a dire la presenza di una dicitura “non sicuro” nella barra del browser.

Questo significa che il tuo certificato HTTPS non è andato a buon fine. In questi casi due sono le soluzioni: non è stato ancora effettuata la migrazione oppure qualcosa è andato storto.

Come risolvere se il sito non è sicuro? In pratica si tratta di fare un redirect da HTTP a HTTPS, ma assicurati prima di aver scelto il certificato SSL giusto alle tue esigenze. La maggior parte dei provider, come Serverplan, offre a tutti i clienti l’attivazione gratuita di Let’s Encrypt. Vale a dire la possibilità di avere l’HTTPS gratis.

Vale la pena muoversi in questa direzione? Non tutti i siti lavorano bene con un certificato SSL gratis. Un blog personale può accontentarsi, ma se cerchi qualcosa di più sicuro per il tuo progetto devi pensare a un certificato SSL a pagamento. Tipo quelli che trovi qui.

Test e controllo contenuti misti HTTP

Hai fatto la migrazione da HTTP a HTTPS ma vuoi fare un test e verificare che il passaggio sia avvenuto al meglio. Ci sono diversi modi per fare un controllo dei contenuti misti, ovvero per capire se c’è ancora qualche pagina in HTTP. Il più semplice: operatore di ricerca.

site:https://www.miosito.it/ -inurl:https

Attraverso questa combinazione puoi chiedere a Google di mostrare le pagine che ha indicizzato senza il protocollo HTTPS. In alternativa puoi usare uno strumento più raffinato, vale a dire Screaming Frog, che permette (tra i vari benefit) di verificare presenza di HTTP.

Ancora un’idea: individuare i contenuti misti con HTTP / HTTPS Remover, un plugin WordPress per fare SSL Mixed Content Fix e ottenere subito un sito web allineato.

Verificare scadenza certificato SSL

Altro problema: hai un certificato SSL attivo sul blog ma vuoi conoscerne la scadenza. Quando arriverà il momento di confermare di nuovo la tua scelta? In primo luogo puoi chiedere al tuo provider, ma se vuoi fare in fretta basta seguire una semplice procedura.

Verificare scadenza certificato SSL

Qui puoi verificare la scadenza e il tipo di certificato.

Clicca sul bottone dove trovi l’etichetta Sicuro. Poi clicca sull’opzione certificato. Qui trovi tutte le informazioni sulla scelta effettuata e tra queste c’è anche la data di rinnovo. Questo vale anche se, per qualche motivo, ci sia bisogno di verificare un qualsiasi indirizzo.

HTTPS con lucchetto grigio nella pagina

Questa è una situazione interessante. Non sempre le condizioni sono quelle della totale presenza o assenza dell’HTTPS: alcune pagine contengono contenuti misti.

Vale a dire collegamenti a risorse ritenute non sicure. Mi è capitato con vecchi embedded di YouTube e Slideshare. In questi casi l’unico modo che hai per risolvere la situazione e riportare la pagina verso l’etichetta verde è quella di eliminare i link sospetti.

SSL Check: quali programmi usare

La verifica certificato HTTPS passa anche attraverso alcuni tool che si trovano su internet. Ci sono tanti SSL checker che ti danno la possibilità di ottenere le informazioni necessarie.

Quello che preferisco è www.sslshopper.com, che puoi vedere nel video. Basta inserire il link nel campo di verifica per avere a disposizione tutte le informazioni sul certificato. Come puoi ben vedere c’è anche la data di scadenza e una serie di informazioni aggiuntive.

Da leggere: sempre più traffico passa dall’HTTPS

La tua verifica certificato HTTPS

Questi punti sono importanti, non puoi limitare l’attività a causa di un passaggio errato. La verifica certificato HTTPS è importante, anche se la soluzione migliore resta sempre quella che puoi immaginare. Vale a dire chiedere informazioni al tuo provider, il tuo punto di riferimento.

Noi di Serverplan abbiamo sempre il nostro support a disposizione: se hai qualche problema basta un’email per avere i chiarimenti necessari per avere un sito web sicuro.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares