3 plugin WordPress per gestire il GDPR


Postato in data maggio 17th, da Riccardo Esposito in Blog. 2 comments

Quali sono i migliori plugin WordPress per GDPR (General Data Protection Regulation)? Domanda interessante, senza dubbio, ma ti avviso: non sarà questa la risposta che risolverà tutti i problemi relativi all’adempimento delle regole per tutelare i dati dei clienti.
plugin WordPress per GDPR
Come ben sai questa faccenda è piuttosto seria. E non riguarda solo il punto di vista tecnico del blog o del sito web, ma abbraccia tutto ciò che puoi fare per tutelare chi ha a che fare con il tuo business. Il GDPR, infatti, riguarda la protezione delle persone fisiche rispetto al trattamento e alla circolazione dei dati personali.

Quindi non basta caricare un plugin. Però è giusto sottolineare la necessità, per i webmaster, di affrontare gli aspetti tecnici. Aspetti che riguardano l’adeguamento del blog o del sito web rispetto alle nuove direttive imposte dal Regolamento UE 2016/679.

Cosa cambia rispetto al passato per i siti web?

Uno dei punti fondamentali: l’utente deve fornire il consenso con chiarezza (tipo con opt-in) per il trattamento di dati come cookie, indirizzi IP, geolocalizzazione in modo esplicito e tracciabile. Detto In altre parole, gli individui devono essere in grado di scegliere con attenzione le azioni che metti in atto sul sito web.

Questo complica un po’ le cose e, soprattutto, non puoi ritenerti soddisfatto degli attuali plugin per la gestione dei cookie. Ciò significa che, a prescindere da tutte le altre attività che devi mettere in campo, per essere in regola con le regole del GDPR hai bisogno di nuovi plugin.

Sono necessari per risolvere almeno parte dei dettagli tecnici. Questo a prescindere dalle novità che dovrebbero essere disponibili con WordPress 4.9.5 che ha promesso nuovi strumenti per la General Data Protection Regulation. Andiamo al sodo, quali sono i migliori plugin WordPress per GDPR? Ecco una selezione da tenere nei preferiti.

Cookiebot: ecco il wp GDPR compliance

Voglio iniziare con Cookiebot, un plugin per gestire il GDPR che ti dà il pieno controllo dei cookie impostati sul sito web. L’opt-in, l’accettazione, delle varie realtà diventa intuitivo: il plugin offre ai visitatori una scelta semplice e generale rispetto a quattro tipi di cookie tra tutti i fornitori. La scelta vale per 12 mesi poi il banner si farà di nuovo vivo per richiedere il consenso.

Cookiebot

Cookiebot: ecco un esempio.

Una prospettiva che può fare la differenza rispetto a chi lavora con diverse realtà: Cookiebot può chiedere ai visitatori del sito un consenso valido per tutti i tuoi domini. In base alla licenza che acquisti, puoi ottenere un plugin Cookiebot con un settaggio specifico.

Altre caratteristiche di Cookiebot: limita la raccolta del consenso rispetto agli utenti di alcuni paesi, crea report per comprendere le scelte dell’audience, organizza il plugin in base alla lingua del sito. Insomma, questo plugin WordPress per la gestione del GDPR è ben strutturato.

WP GDPR Compliance, per siti ed ecommerce

Questo plugin ti aiuta a conformarti alle normative europee sulla privacy, e lo fa attraverso un modulo che consente di attivare una serie di checkbox. Lo step interessante di quest’estensione è la possibilità di adeguare tutti i form alla normativa europea. Perché ti crea una serie di campi relativi ai singoli elementi che rispondono ai seguenti servizi:

  • Contact Form 7
  • Commenti di WordPress
  • Woocommerce
  • Gravity Form

Quindi per una gestione media del blog WordPress, non particolarmente avanzata, questo plugin può andare bene. Ma se hai particolari esigenze forse dovresti guardare altrove.

Iubenda e il GDPR
Non dimenticare che come servizio aggiuntivo ai vari plugin WordPress puoi scegliere Iubenda, una realtà professionale che ti dà la possibilità di generare un documento di privacy e cookie policy adeguata alle tue necessità

Ginger, estensione WordPress per gestire GDPR

Molti mi hanno consigliato questo plugin WordPress per GDPR. Lo hanno salutato come la soluzione definitiva, utile, indispensabile. Dalla pagina ufficiale trapela questo: Ginger è una soluzione completa che rende il tuo sito conforme alla normativa sui cookie dell’UE. Il motivo? Blocca i cookie prima o dopo la selezione, inoltre è gratuito.

 estensione WordPress per GDPR

Ginger, ecco la sua schermata.

Tra gli aspetti più interessanti c’è la massima personalizzazione del banner rispetto a stile, posizione e colori. Ma ciò che colpisce è la sua modalità di attivazione: può blocca i cookie prima dell’accettazione, ciò significa che dovrebbe (uso sempre il condizionale) essere adatto per la normativa italiana. Ah, ci sono degli add-on per i siti multilingua.

Per approfondire: come creare un sito multilingua

Quali sono i migliori plugin WordPress per GDPR?

In questa lista trovi quelli che, secondo la mia esperienza e mio punto di vista, sono i plugin WordPress da prendere in considerazione per soddisfare i requisiti tecnici del GDPR. O almeno questi sono le estensioni che offrono le condizioni migliori. La certezza di avere un sito web allineato con le nuove direttive, però, non te la può dare una semplice installazione.

Non voglio e non posso darti quest’illusione. Se vuoi delle certezze in più credo che sia imprescindibile il contributo di un professionista e di un servizio specializzato in questo settore.

Dobbiamo impegnarci dal punto di vista burocratico. Sei d’accordo? Qual è la tua esperienza? Quali plugin stai usando per la gestione del GDPR? Lascia la tua opinione nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




2 commenti su “3 plugin WordPress per gestire il GDPR

  1. Salve Riccardo uso ginger su wordpress e mi piace molto ma volevo sapere se esiste la possibilità da parte dell’utente di revocare il consenso già dato.
    Altra cosa: il plugin mi elenca i vari utenti con i loro ip, questa cosa è legale? Sempre riguardo a questo elenco di ip, sotto c’è un pulsante per eliminarli tutti ma c’è un modo per selezionarli singolarmente.
    Ultima cosa: per quanto tempo massimo devo/posso conservare i cookie?
    Grazie

    • Ciao Diego, mi dispiace ma queste domande sono piuttosto tecniche e ho paura di dare consigli errati. Purtroppo oltre a consigliare i plugin non posso fare, il rischio è quello di dare nozioni errate e di fare pasticci. Purtroppo i confini non sono chiari per nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares