Come deve essere il tag title?


Postato in data maggio 14th, da Riccardo Esposito in Generale. No Comments

Il tag title è uno dei fattori più importanti del posizionamento SEO on-page, un’attività che include le attenzioni da prendere in considerazione per ottimizzare una pagina per i motori di ricerca. Questa è la base di partenza per iniziare un articolo dedicato a questo tema.
tag title
Perché ci sono diversi fattori importanti in un lavoro SEO sulle pagine, ed elementi che si muovono nel mito di una rilevanza più o meno evidente. Ma sul tag title non ci sono dubbi: è uno degli elementi decisivi per dare alla risorsa una speranza in più per posizionarsi.

Quindi devi curarlo con la massima attenzione. Non puoi tralasciare questo passaggio quando vuoi ottenere i migliori risultati. Come si ottimizza un tag title per la SEO e per le persone? Dove appare e dove si può inserire? Voglio rispondere a queste domande con una guida.

Da leggere: come ottimizzare home page per la SEO

Cos’è il tag title e dove si trova: definizione

Il tag title è una stringa di testo che viene inserita nella sezione head di una pagina web e che viene usata per dare a Google il titolo della pagina. Non lo vedi sulla pagina? Normale, il tag title è un elemento che comunica con il motore di ricerca e viene mostrato (in linea di massima) nella tab del browser e nella serp.

Non si tratta di un meta tag a tutti gli effetti, anche se lo stesso Google elenca questo elemento nella pagina dedicata a ciò che rientra sotto questa categoria. Ecco un esempio.

tag title esempio

Il tag title che presenta questo risultato nella serp.

La stessa guida di Big G dà una definizione interessante di tag title che dovrebbe orientare, nel tempo, la tua attività di SEO copywriter: “Fornisce agli utenti informazioni rapide sui contenuti di un risultato e sul perché questo sia pertinente alla query”.

Ricorda che tu puoi e devi inserire un tag title diverso per ogni pagina ma Google può decidere di cambiare la tua scelta e mostrare, nello snippet insieme alla meta description, qualcosa di diverso. E che magari ritiene più attinente alle query che le persone svolgono. 

Se abbiamo rilevato che un risultato specifico ha uno dei problemi di titolo elencati in precedenza, possiamo tentare di generare un titolo migliorato da anchor, testo nella pagina o da altre fonti. Tuttavia, a volte anche le pagine con titoli ben formulati, concisi e descrittivi ricevono titoli diversi nei risultati di ricerca per indicare meglio la loro pertinenza alla query.

Tag title e SEO: come deve essere il titolo?

Ho inserito la definizione di Google non a caso. In quelle parole si nascondono alcune regole essenziali per scrivere un tag title efficace e adatto alle persone e al lavoro di ottimizzazione SEO. Quali sono le regole per creare un tag title efficace per i tuoi scopi?

  • Ogni pagina ha un tag title differente.
  • Deve essere breve e descrittivo.
  • Non deve superare le 60/65 battute.
  • Usa il tag title per descrivere la pagina.
  • Al tempo stesso usa le keyword importanti.
  • Se possibile, inserisci le keyword all’inizio.

L’aspetto interessante dell’elenco: nel tag title devi inserire le parole chiave che hai scelto e che possono essere utili per il tuo lavoro. E l’ultimo punto della lista è interessante: per Google i termini che si trovano all’inizio del tag hanno un peso maggiore in termini di rilevanza.

Oggi Mountain View, il motore di ricerca più avanzato di internet, è in grado di capire se una pagina è adeguata all’utente a prescindere dalla presenza o meno della keyword nel titolo. In ogni caso resta un elemento decisivo per ottenere buoni risultati nel posizionamento. 

tag title seo

C’è chi le mette le keyword e chi no.

Questo significa che la presenza delle keyword nel testo può essere utile al posizionamento. Però non è di certo questa la garanzia che stai cercando per ottenere un buon posizionamento: la keyword nel tag title è importante, significativa, ma non una garanzia di essere presente nella serp e in prima pagina di Google. 

Ci sono altri elementi che accompagnano il tag title? La meta description: si trova subito sotto l’URL e aiuta l’utente a capire cosa si trova nella pagina web. Non viene usata dal motore di ricerca per il posizionamento ma può migliorare il CTR. Poi ci sono i rich snippet, perfetti per aggiungere contenuti extra ma molto dipende dal tipo di pagina che stai affrontando. Ad esempio ci sono rich snippet per le ricette, altri per le recensioni e via in questa direzione.

VUOI APRIRE UN BLOG O UN SITO? QUI TROVI L’HOSTING PER TE

Come inserire il tag title su WordPress

Ora che hai capito come creare un tag title utile per le persone e per i motori di ricerca è giusto affrontare un’ulteriore domanda: come si mette il tag title in una pagina web? Di default il titolo del documento, quello che scrivi nel template appena decidi di aggiungere una nuova risorsa, combacia con due risorse complementari che si dividono il ruolo di headline:

  • H1
  • tag title

Il primo è il titolo della pagina web così come la vedono gli utenti, il secondo è quello dei motori di ricerca che appare nella serp. Quando installi il tuo blog WordPress non puoi dividere questi elementi. Una brutta sorpresa per chi pensava di aver risolto i problemi, non credi?

Proprio così, non hai la possibilità di scrivere due cose diverse: per risolvere questo problema devi aggiungere un plugin, un’estensione. Il più famoso è WordPress SEO by Yoast. In alternativa c’è All In One SEO Pack. Cosa ti permettono di fare queste estensioni spettacolari?

Come inserire il tag title su WordPress

Il campo per inserire il tag title su WordPress.

Nella sezione titolo SEO puoi inserire il tag title. Questo vale per le pagine del blog, per i post e per le tassonomie. Puoi modificare e aggiungere tag title anche nelle sezioni autore e pagina 404. Per la home page? Dipende, alcuni temi WordPress consentono di modificare questo elemento dalla pagina stessa. In altri casi devi andare nella sezione generica del plugin.

Qui puoi scegliere anche il separatore che vuoi usare per dividere il tag title dal nome brand se decidi di mantenerlo in automatico. Io suggerisco di toglierlo e aggiungerlo quando serve, anche se nella maggior parte dei casi Google decide in autonomia se inserire o meno il nome.

Per approfondire: come fare ottimizzazione SEO di Joomla

Tu hai già ottimizzato questo elemento?

In questo articolo trovi una serie di consigli per ottimizzare il titolo delle pagine web. Quali sono i vantaggi concreti nel momento in cui decidi di lavorare intorno a questa stringa di testo? Investire sui microcontenuti cari a Google può essere realmente utile? Parliamone insieme nei commenti e, se preferisci, lascia i tuoi dubbi così proviamo a trovare una soluzione.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares