Cos’è l’htaccess e come usare questa risorsa


Postato in data luglio 13th, da Riccardo Esposito in Generale. 2 comments

Una delle domande comuni che arrivano al support: cos’è il file htaccess. E soprattutto a cosa serve questo elemento? Spesso le dinamiche che ti permettono di migliorare e di gestire il tuo sito web si nascondono in elementi capaci di configurare aspetti delicati del tuo lavoro.
cos'è il file htaccess
Spesso, però, non c’è ancora una buona consapevolezza di tutto ciò che ti può aiutare sul serio. Tutti dicono che è facile aprire un blog. Ed è vero quando hai un hosting con WordPress preinstallato. Però ci sono passaggi che non tutti conoscono quando iniziano a lavorare. Quindi, dopo aver risolto il nodo dell’FTP oggi dobbiamo approfondire il tema htaccess.

Cos’è il file htaccess?

Il file .htaccess è un documento di testo semplice con delle regole Apache di configurazione per svolgere operazioni specifiche a livello di directory. Detto in altre parole, questo documento dà indicazioni specifiche al server su come comportarsi in determinate occasioni. Sempre per quanto concerne le cartelle. 

Per ogni richiesta ricevuta, il server esegue una scansione di eventuali file htaccess all’interno della directory. Importante ricordare questo dettaglio: le istruzioni contenute in una cartella vengono estese anche ai livelli inferiori. Ovvero alle sottodirectory. In questo modo puoi dare regole importanti per interpretare nel miglior modo possibile il lavoro del sito. Vuoi un esempio di file htaccess?

<Files ~ "^\.(htaccess|htpasswd)$">
deny from all
</Files>
Redirect permanent www.mysocialweb.it www.mysocialweb.com
order deny,allow

In questo caso ho ipotizzato un cambio di indirizzo del mio blog personale. Come puoi ben vedere c’è una soluzione molto semplice: quella che permette al server di mandare una visita dall’indirizzo vecchio a quello nuovo. Ora ti stai chiedendo come crearlo, vero?

Da leggere: cos’è e come funziona l’FTP

Come creare un file htaccess

Devi conoscere le regole di scrittura, però ci sono delle utility e dei programmi per facilitare l’opera. Un esempio concreto è questo: www.htaccesseditor.com. Devi solo inserire gli elementi che vuoi modificare o influenzare nei campi per ottenere delle regole già definite. Una soluzione ancora più completa: www.htaccessredirect.net.

A cosa serve il file htaccess

Come detto prima, il file htaccess è un documento di testo che contiene delle indicazioni su come deve comportarsi il web hosting nel momento in cui viene definita una specifica chiamata nei confronti di un documento web. Si tratta di un comando gerarchico, influenza la directory e le successive. Quindi se il file si trova nella root le sue regole saranno applicate a tutte le cartelle. A meno che non ci siano altre indicazioni, ovvero altri file htaccess. Ma a cosa serve?

Cos’è un file htaccess? Uno strumento per suggerire comportamenti al web server. Ad esempio? Ci sono alcuni elementi legati alla funzionalità del sito web.

Con l’htaccess puoi configurare un redirect 301, ovvero puoi suggerire che un determinato URL è stato cambiato. In questo modo puoi organizzare le tue risorse, o lavorare in termini di ottimizzazione SEO per avere dei permalink sempre descrittivi.

Ancora su questo tema: hai deciso di attivare un protocollo SSL sul sito? Puoi gestire il passaggio da HTTP a HTTPS proprio con il file htaccess. Ancora, vuoi creare un sito con WordPress e impostare una pagina statica in home page? Lo puoi fare con questa risorsa.

Così come puoi escludere determinati ip che visitano il tuo blog, particolarmente utile in caso di spam e bot. Inoltre puoi attivare la compressione Gzip e abilitare la cache, due passaggi essenziali per migliorare la velocità di WordPress.

Come aprire un file htaccess?

Si tratta di un semplice file di testo, di conseguenza può essere aperto con un qualsiasi programma di editor testuale. Un esempio qualsiasi? Il block notes che trovi su Windows e su Mac, oppure soluzioni equivalenti per Mac o Linux. Meglio ancora se usi un programma come TextPad. Attenzione però a quando lo salvi: deve rimanere con estensione .htaccess.

Per approfondire: come inserire i meta tag in un sito WordPress

Hai domande sull’argomento?

Forse sì. Non tutti quelli che aprono un blog poi sono a conoscenza di questo tema. Cos’è il file htaccess? Uno strumento potente che però devi saper usare, devi scriverlo con cura se non vuoi danneggiare il tuo lavoro o creare dei problemi. Certo, tutto si risolve ma se hai dei dubbi è meglio chiedere a qualche esperto. O magari al support di Serverplan se hai un hosting con noi. Magari ti possiamo aiutare in qualche modo.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




2 commenti su “Cos’è l’htaccess e come usare questa risorsa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares