Guida per installare WordPress in locale


Postato in data maggio 29th, da Riccardo Esposito in Wordpress. 4 comments

Installare WordPress in locale è un passaggio decisivo per lavorare al meglio con il blog personale o il sito web aziendale. Il motivo è semplice: in questo modo puoi testare senza problemi tutte le combinazioni.
come installare WordPress in locale
Il web vuol dire evoluzione. Quindi vuoi aggiungere plugin, provare nuove soluzioni grafiche, puntare verso sviluppi e attività fuori dalla norma. Però testare tutto questo mentre le persone visitano le pagine e leggono gli articoli non è il massimo. Anzi, rischi di avere dei problemi.

Ecco perché conviene montare una copia di WordPress offline e creare un blog sul computer. Esatto, sto parlando di avere il sito web sul quale vuoi lavorare a tua disposizione per qualsiasi test. E non ci saranno lamentele o malfunzionamenti registrati dal pubblico: basta installare WordPress in locale. Su Windows o Mac OS. 

Quali sono le strade da seguire per avere questo privilegio? Usare WordPress in locale può sembrare una sfida, sei abituato a caricare il CMS sul tuo server. O magari a comprare un web hosting con WordPress installato. Ma non temere: questa operazione è semplice.

Da leggere: come scegliere il miglior hosting

Perché installare WordPress in locale

Prima di ragionare sulla procedura per usare WordPress sul computer è giusto porsi una domanda: perché installare il blog in locale?

La risposta l’ho già anticipata: per non avere ripercussioni sull’attività online nel momento in cui fai delle modifiche alle funzionalità e alla grafica del sito.

Gestire WordPress in locale ti dà la possibilità di muoverti senza problemi. Ma non vale solo se vuoi fare esperimenti e testare plugin ambiziosi: questa possibilità è perfetta per progettare il nuovo sito web. In locale decidi le grafiche, i colori, l’estetica e le funzionalità. Poi, una volta arrivato alla soluzione, carichi sul web hosting la tua creatura e da un momento all’altro i lettori troveranno un blog nuovo.

Usare WordPress in locale con XAMPP

Sul perché ci siamo, ora devi affrontare questo punto: non riesco a installare WordPress in locale. In realtà questa operazione è semplificata grazie all’uso di XAMPP: un programma gratuito e open source che crea un server virtuale sul computer. In questo modo puoi lavorare sul PC Windows e Linux o Mac senza problemi.

Quali sono le caratteristiche essenziali di XAMPP? In realtà si trova tutto nel nome, un acronimo delle sue potenzialità. Le lettere AMP indicano la presenza di server Apache, del database MySQL e del linguaggio di programmazione PHP. Che poi sono i requisiti base per installare WordPress. Ci sono diverse versioni di questo pacchetto in base al sistema operativo scelto:

  • LAMP è dedicato a Linux.
  • WAMP è per chi usa Windows.
  • MAMP è orientato ai Mac.

XAMPP è quello che consente un approccio multipiattaforma. Quindi, se vuoi installare WordPress in locale su Windows, Linux o Mac non puoi sbagliare. Devi scaricare gratis XAMPP (www.apachefriends.org) e lanciarlo sul tuo computer. Poi scegli la soluzione adatta a te – XAMPP per Windows, XAMPP per OS X o XAMPP per Linux – e inizia la tua avventura.

Procedere con l’installazione: Apache e MySQL 

XAMPP ti chiede quali componenti montare in locale. Se devi puntare solo su WordPress le voci che devi lasciare sono semplici: Apache, MySQL per il database, PHP e phpMyAdmin. Una volta lanciato XAMPP hai di fronte a te il control panel con una serie di opzioni. Cosa devi fare? Attivare le opzioni Apache e MySQL cliccando su Start.

come installare wordpress in locale

Clicca su Apache e MySQL.

Se tutto procede nel modo giusto le voci saranno in verde. E se vai sul browser digitando “localhost” nella barra degli indirizzi arrivi sulla pagina principale di XAMPP. Come sottolinea anche Danilo Petrozzi nel video che ho citato in alto, se ci sono alcuni problemi iniziali la colpa potrebbe essere di Skype: basta chiudere l’applicazione per risolvere.

A questo punto puoi andare sul link della lingua italiana per raggiungere gli strumenti e poi il phpMyAdm. Qui puoi inaugurare il tuo database: indica il nome che preferisci e clicca su Crea. A questo punto riceverai un messaggio di conferma e vedrai il database nella lista. 

Carica WordPress sul tuo host locale

Hai caricato XAMPP e funziona alla grande. Ora devi aggiungere il CMS, in questo caso WordPress. Come fare? Devi scaricare il pacchetto dal sito web ufficiale (wordpress.org) e modificare il file WP Config come vuole la tradizione.

In questo momento stai collegando WordPress su un server sul tuo computer e devi seguire la classica operazione. Apri il file wp-config-sample.php con un block notes e cambia le informazioni in grassetto con quelle del database creato in precedenza.

// ** MySQL settings - You can get this info from your web host ** //
/** The name of the database for WordPress */
define( 'DB_NAME', 'database_name_here' );
/** MySQL database username */
define( 'DB_USER', 'username_here' );
/** MySQL database password */
define( 'DB_PASSWORD', 'password_here' );
/** MySQL hostname */
define( 'DB_HOST', 'localhost' );

Ora salva tutto, cambia nome del file da wp-config-sample.php in wp-config.php e caricalo nella cartella htdocs di XAMPP. Nomina la sottocartella come preferisci: sarà quello che ti permetterà di raggiungere il sito una volta completata l’operazione (http://localhost/nome-cartella/).

Ultimo passaggio dell’operazione: vai nell’admin (http://localhost/nome-cartella/admin) e aggiungi tutti i dati che ti chiede WordPress per il primo login: titolo del sito, nome utente, password e privacy. Ora clicca su Installa WordPress e goditi questo CMS in locale.

Vuoi un’installazione di WordPress sempre a portata di mano per mostrare il tuo lavoro in qualsiasi momento? Puoi usare Instant WordPress, un’applicazione che può essere inserita su una penna USB. In questo modo hai un WordPress Portable.

La gestione di WordPress con Bitnami

Una volta installato il programma sul tuo sistema operativo puoi aggiungere il tuo CMS. Per favorire il tutto, e velocizzare le operazioni, in fase di avvio puoi usare Bitnami: applicazione gratuita di XAMPP che agevola l’installazione di ben 24 moduli tra i quali WordPress, Joomla, Magento e altri ancora. Tutto questo scaricando il plugin che vuoi usare per caricare il CMS: www.apachefriends.org/it/add-ons.

Per approfondire: come integrare WordPress e Prestashop

Vuoi installare WordPress sul computer?

E magari non sai da dove iniziare o hai qualche dubbio che ti frena? Non temere, qui trovi tutti i passaggi per avere WordPress sul tuo computer. E per fare tutte le prove che vuoi, senza paura di combinare qualche pasticcio online. Le modifiche al blog non sono mai state così semplici, sei d’accordo? Vuoi aggiungere qualcosa a questa guida? Ti aspetto nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




4 commenti su “Guida per installare WordPress in locale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares