WordPress 4.8 e Gutenberg: il piacere di scrivere


Postato in data maggio 15th, da Riccardo Esposito in Wordpress. 8 comments

Buone notizie per il rilascio di WordPress 4.8: il 13 maggio è stata pubblicata la versione beta 1, mentre la versione stabile è fissata per l’8 giugno. Questo è il primo aggiornamento corposo del 2017 e, come sempre accade in questi casi, le novità in ballo dovrebbero essere interessanti. Soprattutto per chi scrive.

Con questo update, infatti, è previsto l’arrivo di Gutenberg, il nuovo editor di testo. Chi lavora da molto tempo su WordPress conosce i passi da gigante mossi da questo CMS per migliorare il lavoro di stesura dei contenuti. In un web sempre più complesso e articolato in ottica di content marketing, pubblicare un articolo sul blog vuol dire andare oltre l’attività di writing.

Considera le foto, ai video, al lavoro di linking interno. Negli anni WordPress ha introdotto novità eccelse per risparmiare tempo e ottenere risultati superiori. Pensa al drag and drop delle foto, all’editor interno del materiale visual, all’embedded automatico dei video con semplice copia e incolla dell’URL. Per poi passare al pannello per aggiungere link interni che suggerisce con semplice ricerca i possibili contenuti da affibbiare a un anchor text.

Insomma, WordPress ascolta le esigenze di blogger e web writer che puntano tutto sulla scrittura. Ecco perché l’introduzione di Gutenberg sarà una piccola rivoluzione: le novità si annunciano importanti e basta dare uno sguardo al simulatore per capire di cosa sto parlando: wordpress.github.io/gutenberg.

I vantaggi di WordPress Gutenberg

Guardi il nuovo editor e capisci qual è l’obiettivo degli sviluppatori: semplificare l’opera di scrittura dei contenuti. E avvicinare persone che non hanno competenze specifiche alla pubblicazione di articoli ben formattati, organizzati in modo da incontrare le esigenze del pubblico. Che, come sappiamo, sono sempre più attente e sensibili alla leggibilità. Ecco qual è il pensiero che ha mosso l’opera di Matt Mullenweg:

The editor will endeavour to create a new page and post building experience that makes writing rich posts effortless, and has “blocks” to make it easy what today might take shortcodes, custom HTML, or mystery meat embed discovery.

L’editor Gutenberg crea una nuova esperienza per generare pagine basate sul concetto di blocchi. Tutto ciò che aggiungi alla pagina viene considerato come box separato dal resto. Almeno da un punto di vista della formattazione e dell’organizzazione del layout. Vogliamo approfondire questi punti?

I blocchi del nuovo editor WordPress

Cosa significa lavorare per blocchi? Ogni paragrafo, immagine o video della pagina ha un editor specifico e può essere modificato senza interpellare la barra di formattazione principale. Quella che ti segue nello scrolling. Se vai su un paragrafo, ad esempio, si attivano i pulsanti per spostare il testo a sinistra o a destra. E per aggiungere il grassetto e il corsivo. 

A sinistra, invece, ci sono i comandi per spostare l’operato sopra o sotto (le frecce) e il menu per aggiungere heading o quote. Se clicchi sull’immagine, invece, hai le opzioni per centrare il contenuto mentre il simbolo + consente di aggiungere vari elementi: titoli, liste puntate, liste numerate, foto e altro ancora. Ecco le immagini prese da Gutenberg Editor Mockup.

Il nuovo editor WordPress

wordpress

WordPress Gutenberg

gutemberg mobile

Come puoi vedere dagli screenshot, il nuovo editor WordPress Gutenberg non dimentica l’importanza delle immagini e fornisce il comando per aggiungere tutti gli elementi utili all’ottimizzazione SEO. Mentre l’app si presenta sempre con il già citato editor a blocchi. Sarà interessante mettere alla prova l’usabilità di questo sistema anche sugli schermi più piccoli.

WordPress Gutenberg: la tua opinione

Ho provato WordPress Gutenberg sull’emulatore e mi sembra interessante. Prima di dare un giudizio definitivo vorrei provare sul campo questa soluzione, ma già adesso posso dire che mi sembra una buona evoluzione della piattaforma. Però vorrei conoscere anche il tuo punto di vista: secondo te questi cambiamenti saranno utili a chi lavora ogni giorno con i contenuti? Lascia la tua opinione nei commenti e le tue idee sul nuovo pannello WordPress.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




8 commenti su “WordPress 4.8 e Gutenberg: il piacere di scrivere

  1. Questo aggiornamento, molto interessante (solo mettendoci le mani potremo veramente confermare), è soltanto un primo passo verso una gestione del contenuto in ottica WYSIWYG.
    In questo caso particolare mi sembra un’implementazione utile a chi utilizza temi base e si avvicina per la prima volta allo strumento.
    Vorrei infatti capire come si comporterà con altri composer, come il più famoso visual composer. Sarà pienamente compatibile? Saranno complementari?

  2. Veramente utile il tuo articolo, è una vera rivoluzione come annunciavi. Ho visto che quando crei un nuovo blocco si apre una vera galassia di possibilità di contenuto. Molto interessante, è da usare il più presto!

  3. Siamo tutti in trepidante attesa. Questo editor mi ricorda, come idea di funzionalità, le pagine di Medium e credo che l’utente, non dovendosi ormai preoccupare più di tanto della formattazione, possa concentrarsi solo sui contenuti! Ancora meglio sui contenuti.
    Anche io credo che possa portare qualche interferenza con i vari visual composer, però tempo al tempo… magari WP si affinerà così tanto da non renderli necessari. Magari tranne che per progetti particolari.
    Saluti.

    • Speriamo solo nella compatibilità con altri plugin, non vorrei ritrovarmi con problemi difficili da affrontare. In ogni caso è una bella realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares