Qual è la differenza tra SEO e SEM?


Postato in data maggio 11th, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Uno dei passaggi essenziali per gestire la presenza online del proprio blog e del proprio sito si trova in questa domanda: qual è la differenza tra SEO e SEM? Chi lavora già da tempo in questo settore conosce bene la struttura di una strategia di web marketing.
Qual è la differenza tra SEO e SEM?
Ogni elemento è correlato all’altro. Questo cosa significa? Non puoi parlare di social media marketing se non lavori bene con il copy della pagina web sulla quale fai atterrare gli utenti. E non puoi creare una buona landing page se alla base hai un lavoro di AdWords poco incisivo. 

Le azioni sono correlate, non divise da compartimenti stagni. Ma hanno degli obiettivi specifici. Ecco perché la domanda è legittima: qual è la differenza tra SEO e SEM? Sai che la prima sigla riguarda l’ottimizzazione per i motori di ricerca, ma la seconda? Io credo che sia arrivato il momento di dare una giusta risposta a questa domanda, con relative definizioni.

Cos’è la SEO per un sito web

Prima di iniziare a definire le differenze tra SEO e SEM è giusto dare una spiegazione di base. Ecco, cos’è la SEO per un sito web? Con questo acronimo si intende la search engine optimization, l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Attraverso queste tecniche e strategie si lavora sul posizionamento delle pagine web, non sull’indicizzazione.

Con quest’ultimo termine si intendono le procedure per aggiungere un sito negli archivi del motore di ricerca, attività piuttosto semplice oggi dato che Google aggiorna gli archivi con grande velocità e precisione. Il posizionamento, invece, riguarda appunto la posizione delle pagine nella serp. Ovvero nella pagina dei risultati. Se le tue pagine si trovano in alto hai maggiori possibilità di portare gente sui tuoi domini e di trasformare i singoli in potenziali clienti.

Questo se c’è una strategia alla base. Una strategia di inbound marketing per l’esattezza, capace di guidare l’ottimizzazione SEO verso azioni concrete. Prendendo come riferimento la possibilità di intercettare ricerche informazionali (legate alla necessità di istruzioni e conoscenza) e quelle transazionali (che puntano a fare qualcosa, tipo acquistare e prenotare).

La SEO non significa solo inserire keyword e guadagnare link. Tutto questo va bene, ma alla base c’è una riflessione potente e articolata, capace di strutturare un progetto quando decidi di creare un sito web. Non devi solo portare visite, devi dare il miglior contenuto possibile.

Da leggere: guida SEO di Google per muovere i primi passi

Cos’è il SEM e cosa significa

La definizione di SEM è altrettanto semplice: si tratta dell’acronimo di search engine marketing e comprende tutte le tecniche che permettono a un progetto web di acquisire visibilità attraverso i motori di ricerca. Se ragioniamo all’interno del concetto di inbound marketing l’obiettivo è semplice (almeno in apparenza): farsi trovare dalle persone giuste.

Quando? Nel momento in cui hanno bisogno di te. Quindi si studia il contesto, si considerano i competitor e si creano dei contenuti per intercettare le esigenze utili al business in questione.
Qual è la differenza tra SEO e SEM?
Ora, questi contenuti svolgono funzioni differenti e devono essere spinti attraverso soluzioni dedicate al contesto. Puoi usare l’email marketing, o magari il social media marketing. Una delle strade più diffuse riguarda proprio il settore SEM, con il corollario di attività necessarie per fare marketing sui motori di ricerca. All’interno dei quali ci sono 2 settori:

  • I risultati organici.
  • I risultati a pagamento.

I primi sono quelli che si definiscono grazie al lavoro di ottimizzazione SEO (che si divide in attività on-page e off-page), mentre i secondi riguardano la pubblicità sui motori di ricerca (SEA) che su Google si riduce sostanzialmente al programma AdWords legati al PPC.

SEO, SEA, SEM: legenda dei termini 

SEO – Ottimizzazione per i motori di ricerca, posizionamento organico
SEA – Lavoro di AdWords e PPC, pubblicità sui motori di ricerca
SEM – Marketing dei motori di ricerca, le tecniche generali per emergere

Differenze chiare, stessi obiettivi

La differenza tra SEO e SEM è chiara, e anche se spesso si tende a far coincidere questo binomio con il confronto posizionamento organico Vs. PPC su AdWords i confini sono più ampi e comprendono il persuasive copy, con tutte le tecniche per ottimizzare tag title e meta description per aumentare il click through rate dei risultati organici e delle sponsorizzazioni.

Tutto questo si inserisce in una strategia più ampia che guarda al risultato finale e non al posizionamento puro e semplice. Detto in altre parole, puoi anche arrivare in prima posizione ma poi cosa succede? Le persone si trasformano in clienti? Quindi, SEO e SEA e SEO hanno gli stessi obiettivi all’interno del SEM, ma l’attenzione è sempre sulla strategia generale.

Da leggere: guida per fare ottimizzazione SEO WordPress

La differenza tra SEO e SEM secondo te

Spesso i titoli e le etichette si confondono, si va oltre la semplice didascalia. Questo perché, fortunatamente, si punta verso un obiettivo diverso: portare le persone giuste verso un sito web pensato e studiato per rispettare esigenze chiare. Sempre di più, oggi, essere primi su Google è un obiettivo superfluo se non si riesce a trasformare la visita in qualcosa di più. 

Ben inteso, non ho detto che è inutile. Anzi. Proprio per questo è decisivo inquadrare la differenza tra SEO e SEM, magari lavorando anche sul concetto di SEA. Il posizionamento organico è importante, ma spesso AdWords può fare miracoli, soprattutto in settori molto competitivi. Le differenze ci sono, ma come ho detto prima tutto punta verso il risultato finale.

Ovvero soddisfare l’esigenza concreta nel momento in cui le persone hanno bisogno di te. Sei d’accordo con questa prospettiva? Lascia la tua esperienza nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares