Come creare e gestire un menu di navigazione WordPress


Postato in data giugno 13th, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Il menu di navigazione WordPress è un punto di riferimento per i tuoi lettori: è la bussola, il primo elemento utile che il pubblico si trova di fronte appena arriva sul blog. Quindi devi curarlo con passione e buon senso.

menu di navigazione WordPress

Un giardino zen fatto di equilibrio e armonia: ecco cosa è il menu di navigazione. Ricorda i dati lasciati da Jackob Nielsen: “Web users spend 80% of their time looking at information above the page fold”. C’è grande attenzione alle informazioni che si trovano nella parte alta dello schermo, devi comunicare subito la polpa del progetto.

Devi far capire alle persone chi sei, cosa fai, come ti possono contattare e quali servizi offri. Le risorse devono essere facili da raggiungere, si devono trovare nella parte più importante del blog: parlo dell’header, la sezione presente in ogni pagina web.

Grazie al menu di navigazione i lettori si spostano, scoprono risorse, arrivano sulle landing page e si incamminano verso il processo di inbound marketing che hai studiato con cura. Oppure mandano una email per chiederti consigli, leggono la pagina about me. Insomma, come creare e gestire un menu di navigazione WordPress?

Creare un menu di navigazione

Il primo punto da affrontare è questo: come inserire i link di navigazione nell’header. In questo caso le operazioni sono semplici, si trovano nel tutorial dedicato ai menu personalizzati ed è giusto riprendere i punti essenziali in questa sede.

Come creare un menu di navigazione

Il pannello di controllo del tuo menu.

Con WordPress puoi creare delle liste di link da trasformare in navigazione: vai nella dashboard, poi su “Aspetto” e infine su “Menu”. Qui trovi il pannello di controllo: a sinistra hai a disposizione le fonti, a destra la struttura.

Il tuo lavoro è semplice: devi decidere dove portare il pubblico. Puoi inserire tag e categoriepagine fisse, post e link esterni. Per ogni collegamento aggiungi permalink, attributo titolo e un’etichetta di navigazione. Quest’ultimo microcontenuto è importante: permette al lettore di orientare le proprie scelte e di capire cosa sta per visitare.

menuCome puoi vedere dall’immagine in alto, hai a disposizione diversi menu. Il primo si trova nella Top Bar, nella parte alta del blog. Sarà responsive? Dipende dalle impostazioni del tuo tema WordPress, ma è quasi impossibile trovare una soluzione non adeguata al mobile.

Esiste il menu di navigazione verticale? Certo, lo puoi inserire nella sidebar. Ci sono dei template che offrono questa soluzione, ma puoi creare un menu secondario e aggiungerlo alla barra laterale con un widget.

Qui a sinistra trovi uno screenshot del modulo: trascina il widget per attivarlo e indica il menu che preferisci. La mia opinione? Meglio mantenerlo in una posizione dominante e in vista, quindi nell’header.

Menu di navigazione fisso

Il menu è uno degli elementi più importanti del blog, vuoi fare in modo che sia sempre sotto l’occhio del lettore. Puoi scegliere un tema WordPress con navigazione fissa, capace di seguire lo scrolling, oppure puoi installare un plugin per ottenere questo risultato. La soluzione che preferisco: Fixed Menu Anchor.

Quali pagine inserire?

Il menu lo puoi creare con pochi passaggi, ma adesso la domanda è un’altra: cosa devi mettere, cosa devi mostrare in questa risorsa? Ecco la checklist che rispetto ogni volta che creo un menu di navigazione per i miei blog WordPress:

  • Home – La strada per ricominciare il percorso deve essere chiara.
  • Chi sono – Una risorsa che non deve mai mancare per chiarire la tua identità.
  • Argomenti – Qui puoi inserire un menu a tendina per mostrare i temi del blog.
  • Servizi – Dovrebbero esserci le landing page, le pagine dedicate alle conversioni.
  • Risorse – Altre pagine che portano ad approfondimenti o a documenti da scaricare.
  • Contatti – La pagina dedicata a numero di telefono, indirizzo e form per inviare email.

Possono esserci delle variazioni, ma gli aspetti fondamentali del menu di navigazione WordPress si ritrovano in questa lista. Con una particolare attenzione al punto landing page: qui si gioca la partita, qui si lavora sodo per trasformare il lettore in un potenziale cliente.

menu di navigazione wordpress

Il menu di navigazione di un blog non dovrebbe essere articolato, non è paragonabile a quello di un portale o di un ecommerce, in ogni caso deve essere organizzato con cura. Ecco perché ti consiglio di lavorare con una mappa mentale: metti al centro la home page e crea delle ramificazioni per definire i vari passaggi del menu.

Per approfondire: ottimizzazione SEO di un articolo WordPress

Creare un menu di navigazione a tendina

Nell’organizzazione del menu di navigazione puoi aver bisogno di tag, categorie e sottocategorie: etichette utili per definire gli spostamenti del lettore all’interno del sito web. Questi movimenti vanno dal generale al particolare, ad esempio:

  • Social media marketing
    • Facebook
      • Facebook per hotel

Per organizzare questa gerarchia hai bisogno di un menu di navigazione a tendina per aprire ogni voce in un nuovo elenco di link. Per applicare questa soluzione sul tuo blog devi ritornare nella sezione dedicata al menu e spostare i link con un “clicca e trascina”.

Creare un menu di navigazione wordpress a tendina

Sposta i link per organizzare il menu a tendina.

Qui la semplicità regna sovrana: devi trascinare il link dove preferisci e trasformarlo in un subordinato a nei confronti della categoria madre. In questi casi la mappa mentale diventa decisiva.

Un menu diverso per pagina

Spesso ho suggerito delle risorse per avere una sidebar personalizzata. È possibile creare anche un menu diverso per ogni pagina? Certo, basta usare il plugin giusto. Il primo della lista è Page Specific Menu Items, un’estensione che ti offre la possibilità di scegliere cosa eliminare o inserire.

Ancora un plugin utile per personalizzare la navigazione: Menu Swapper, poi c’è la soluzione a pagamento che risponde al nome di Different Menu in Different Pages. Questo plugin è completo, facile da usare. Lo consiglio soprattutto a chi ha blog di grandi dimensioni e cerca l’integrazione con Woocommerce.

Menu di navigazione WordPress: come hai organizzato?

In questo articolo ho riunito i dati utili per inaugurare un buon menu di navigazione WordPress: un elemento decisivo per il successo del tuo progetto editoriale. Hai qualche domanda? Vuoi risolvere un problema? Lascia i tuoi dubbi nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares