Come organizzare una sezione news nel tuo blog


Postato in data marzo 7th, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Nel calendario editoriale trovano spazio diversi contenuti. Io preferisco organizzare un blog con una prospettiva trasversale: dare spazio a tutte le possibili sfumature di un’cazienda. Ci possono essere gli “How To”, gli articoli lunghi e ricchi di approfondimenti, i post legati a un’opinione. O magari a una notizia del proprio settore.

news

Come organizzare una sezione news nel tuo blog

Ecco, questo è un tema interessante che molti lettori mi suggeriscono: è possibile inserire una sezione news nel proprio blog? Ma, soprattutto, è utile? Come posso affrontare le notizie in un blog aziendale o personale? Dovresti sfruttare questi contenuti per aumentare il traffico, e per emulare i ritorni che molti portali riescono a ottenere: una marea di condivisioni.

Le notizie possono portare a questi risultati. Il pubblico premia i portali e i blog che riescono a informare con precisione e puntualità. I vantaggi per chi cavalca l’onda sono chiari, ma le condivisioni sono solo la punta dell’iceberg. Un blog che lavora bene con le notizie diventa un punto di riferimento, una fonte da seguire.

Cosa significa lavorare bene con le notizie?

Questo è il punto cruciale: non è facile ottenere buoni risultati con le news. Il motivo? Devi essere sempre sul pezzo, non devi mai perdere di vista le fonti ufficiali che comunicano in tempo reale (magari su Twitter) eventuali aggiornamenti. In qualche caso devi seguire le voci di corridoio, e monitorare le dichiarazioni ufficiali.

L’impegno in questo caso è decisivo: o arrivi prima degli altri o la tua notizia non ha valore. È una semplice ripubblicazione già letta, senza mordente. Se vuoi lavorare bene con le notizie questa è la strada da seguire: essere primi, o molto vicini ai tempi della fonte ufficiale.

Segui le fonti migliori

Se vuoi lavorare con le news, e aprire una sezione dedicata a questi contenuti, devi seguire le fonti migliori. Quelle che ti permettono di creare degli articoli capaci di soddisfare due aspetti fondamentali in questo settore:

  • Velocità.
  • Attendibilità.

La notizia deve essere rapida, deve cavalcare la sua natura: devi essere immediato nella pubblicazione, quasi in tempo reale. Spesso le notizie non sono fulmini a ciel sereno ma delle conferme che mettono insieme pezzi sparsi nel tempo. Prendi spunto dai giornalisti e crea un “coccodrillo”: un articolo che anticipa l’evento e che ha bisogno solo di qualche dettaglio per andare online.

Per avere sempre il polso della situazione ti consiglio di seguire gli account social e i blog ufficiali delle principali fonti legate al tuo settore. Per i blog crea delle cartelle nel feed reader, per gli account Twitter delle liste da monitorare con Hootsuite. Stesso discorso vale per le cerchie di Google Plus.

La notizia deve essere veloce, e seguire le fonti ufficiali ti permette di guadagnare tempo. Ma deve essere anche attendibile: meglio pubblicare notizie certe. L’autorevolezza è un bene difficile da riconquistare, e le bufale sono sempre in agguato. Se cadi in errore devi subito rimediare con una smentita.

Per approfondire: come ottimizzare i link interni del tuo blog.

Organizza il tuo blog

Come cambia la struttura di un blog con una sezione dedicata alle notizie? In primo luogo puoi pensare a una tassonomia specifica da usare nei menu personalizzati o nei banner della sidebar. Mi immagino diverse soluzioni:

  • Una categoria generica dedicata alle news se l’argomento del blog è verticale. Può essere utile se, ad esempio, hai un blog dedicato all’argomento Facebook: inutile formare altre tassonomie.
  • Una categoria generica e diverse sottocategorie per ogni topic. Questa soluzione è utile per i blog dedicati a un tema generico e che possono toccare diversi argomenti. Ad esempio un blog che punta sul web marketing può avere una categoria news e delle sottocategorie per ogni settore (SEO, Social…).

Il primo caso è quello che suggerisco ai blog piccoli. Puoi creare una categoria news e diversi tag (News Facebook, News Twitter) per gestire nel miglior modo possibile le tassonomie. E per riversare il tutto in un menu di navigazione a tendina.

menu di navigazione

Come organizzare una sezione news nel tuo blog

I menu di WordPress, infatti, ti permettono di sfruttare qualsiasi tipo di link. Ma prima di dare vita a nuove tassonomie ti consiglio di pubblicare una mole di articoli tale da giustificare la nascita di tag e categorie: inutile formare una struttura che non verrà utilizzata.

Pensa al mobile

Impossibile pensare a un sito dedicato alle news senza ottimizzare ogni aspetto intorno all’universo mobile. Il tema è responsive? Perfetto, questo è solo il punto di partenza. Se vuoi lavorare con le notizie devi dare l’occasione a chi ti segue di condividere i contenuti sui social e nelle chat.

shareFondamentale l’uso del plugin per avere il pulsante WhatsApp che appare solo sulla versione mobile. Jetpack (immagine a sinistra) offre la possibilità di inserire anche il pulsante per condividere su Telegram, una delle applicazioni più utilizzate nel settore della messaggistica istantanea. E che può essere sfruttato per creare un canale dedicato alla diffusione dei contenuti.

L’idea è interessante: Telegram permette di pubblicare dei canali per spingere i tuoi articoli. Utilizzare questo strumento come semplice fotocopia del blog è inutile, ma può essere determinante per le breaking news. Allo stesso modo ti consiglio di dare uno sguardo ai progetti Facebook Instant Article e Google AMP: le news hanno bisogno di articoli veloci e affidabili.

Sicurezza e affidabilità

Il punto debole dei siti web dedicati alle news: i picchi di visite. Quando valuti l’acquisto di un hosting per il tuo blog devi immaginare la situazione migliore: un boom di visite dovuto a un’esclusiva. Certo, non puoi prevedere ogni situazione. Ma puoi acquistare un web hosting di qualità per ottimizzare le risorse in base alle esigenze. In questi casi è importante non farsi trovare impreparati.

Come entrare in Google News

Google News è una sezione del motore di ricerca che riunisce i siti che pubblicano notizie. Qui trovi i contenuti aggiornati, ma non tutti i progetti web hanno i requisiti per entrare in questo circuito. Ci sono diverse linee da seguire: le trovi tutte nella pagina ufficiale e si possono riassumere i tre grandi filoni.

  • Aspetti generali del sito web.
  • Aspetti tecnici.
  • Qualità delle news.

Il punto fondamentale che Google News precisa più volte: non si tratta di un servizio per promuovere i tuoi prodotti o i tuoi servizi. Mountain View ha pensato Google News come un’opzione utile per i propri utenti: se vuoi iscriverti puoi fare richiesta al centro editori, ma non è facile ottenere questo privilegio.

Tu lavori con le news?

Io ho preso una decisione: evitare pubblicazioni dirette, non inseguire le notizie. Troppe risorse, non riesco a lavorare bene. Preferisco affrontare l’argomento dopo qualche giorno. Magari aggiungendo punti di vista ed esperienze personali. Tu, invece, hai già inserito la sezione news nel tuo blog? Ti dà buoni risultati? Lascia la tua opinione nei commenti?

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares