Moduli Drupal: 6 estensioni indispensabili


Postato in data ottobre 26th, da Riccardo Esposito in Drupal. 2 comments

Drupal è uno dei CMS più interessanti della scena. WordPress è perfetto per fare blogging (e qui hai anche un e-book gratis che ti dà qualche indicazione strategica), ma ha dei limiti sui progetti più articolati.

Joomla, invece, è decisivo per creare un portale o un sito web più complesso rispetto a un semplice blog. Ma Drupal può fare la differenza quando hai bisogno di un grande CMS.

Quando cerchi un supporto utile per un’ampia organizzazione dei dati, ma che al tempo stesso racchiuda una buona scalabilità, la scelta cade su Drupal. Non è semplice da usare come gli altri CMS, ma se hai le competenze giuste puoi dare una marcia in più a quello che hai in mente.
I migliori moduli Drupal per il tuo sito
Primo passo? Acquistare un dominio e un hosting Drupal di qualità, capace di rispondere alle tue esigenze. Poi devi attivare il tutto (con i nuovi hosting bastano pochi click) e creare un sito. Per questo hai bisogno dei moduli, elementi capaci di trasformare e ottimizzare una pagina, un modulo, una funzione.

Così come per WordPress e per Joomla, anche per Drupal ci sono plugin utili per adattare un sito alle tue necessità. La domanda, a questo, punto è semplice: quali sono i migliori moduli Drupal? Ma, soprattutto, cosa sono questi moduli?

Cosa sono i moduli Drupal?

Così come avviene per la maggior parte dei CMS, Drupal basa la sua forza sulle estensioni. Vale a dire elementi aggiuntivi per ottimizzare un sito web intorno agli obiettivi. Quando installi il tuo CMS Drupal sul server, infatti, hai a disposizione dei moduli standard.

Non ti bastano? Ci sono altre soluzioni. Trovi tutti i moduli in questa pagina ufficiale, ma non è facile scegliere: ecco 6 estensioni che devi avere sul tuo sito.

1. Pathauto

Uno dei moduli Drupal più scaricati. Il motivo? Quando crei un nodo (un qualsiasi tipo di contenuto) viene assegnato un URL di default. Pathauto ti permette di creare in automatico l’indirizzo del nodo in base a delle regole impostate nel pannello di controllo. In questo modo puoi creare URL SEO friendly per qualsiasi pagina del sito. Ecco il plugin: www.drupal.org/project/pathauto.

Per approfondire: proteggi il tuo brand, scegli il dominio giusto.

2. Drupal SEO Tools

Hai presente WordPress SEO di Yoast? Bene, ecco la versione dedicata a Drupal. Con questo modulo puoi racchiudere in un unico plugin un numero infinito di funzioni per l’ottimizzazione SEO. un’attività fondamentale per promuovere il tuo progetto online. Creare i contenuti di qualità è importante, ma senza un buon lavoro SEO vanifichi buona parte degli sforzi.
drupal seo
Keyword research e management, statistiche di Google, redirect, meta tag, sitemap e un’intera sezione di Drupal SEO architectural enhancements: con questo modulo puoi modificare diversi elementi e migliorare il lavoro on page. Trovi tutti i dettagli qui: www.drupal.org/project/seotools. Sei interessato all’attività di search engine optimization per altre piattaforme? Ecco due articoli utili:

3. AddThis

Una garanzia in questo campo. Quando cerchi un modulo Drupal dedicato ai social network puoi scegliere AddThis, una suite di pulsanti e box per mostrare al mondo intero la tua presenza su Facebook, Twitter Google Plus e altro ancora. Anche per rendere le tue risorse condivisibili. Puoi scaricare questo modulo qui: www.drupal.org/project/addthis.

Ricorda un dettaglio fondamentale: i contenuti fanno la differenza, ma sempre se c’è una buona distribuzione del lavoro. Se rimane tutto nella tua home page sarà difficile far emergere la qualità. Con i pulsanti social fai il primo passo per una diffusione dei contenuti. Per ulteriori informazioni puoi dare uno sguardo a questo articolo scritto per il blog Serverplan: il contenuto è importante ma la distribuzione non scherza.

4. Media

Il nome suggerisce le qualità di questo modulo Drupal dedicato alla gestione dei file multimediali. Grazie a questo plugin puoi aggiungere, cancellare, gestire riutilizzare file media nuovi e precedenti all’upload del plugin. Fondamentale per chi vuole lavorare su un progetto editoriale: ricorda che un buon contenuto riesce a sintetizzare testo, video e immagini di qualità. Trovi il plugin qui: www.drupal.org/project/media.

5. Mollom

Lo spam è un problema per tutti, anche per chi lavora con Drupal. Se cerchi un modulo per proteggere la tua presenza online dai messaggi indesiderati, dai commenti molesti e dai visitatori che vogliono solo inviare spazzatura hai una soluzione. E questa soluzione si chiama Mollom, l’antispam preferito da Drupal.
mollom
Tra le caratteristiche di Mollom trovi un elaborato sistema di machine learning, quindi un meccanismo che impara dalle azioni precedenti e si evolve verso la protezione dai messaggi spam, analisi del linguaggio contro l’uso di parole offensive e sistema captcha centralizzato. Puoi scaricare questo modulo all’indirizzo: www.drupal.org/project/mollom.

Per approfondire: i migliori plugin WordPress per trasformare il tuo blog in un ecommerce.

Metatag

Un modulo Drupal utile per gestire i metatag. Grazie a questa estensione puoi aggiungere informazioni preziose a ogni pagina: non solo dati utili ai motori di ricerca, ma anche all’ottimizzazione social.

Ad esempio, grazie a questo plugin puoi implementare i tag dell’Open Graph di Facebook e attivare le Twitter Card. Risultato? Migliorare il CTR (click-through rate) attraverso i motori di ricerca e sui social. Puoi scaricare questo modulo Druplal qui: www.drupal.org/project/metatag

Moduli Drupal: quale usi?

Ogni progetto web è una storia a parte, un’idea che deve essere sviluppata in un determinato modo. Ecco perché non puoi fare a meno di elementi utili alla personalizzazione.

Questi sono i moduli da usare per il tuo lavoro. Certo, non sono sempre indispensabili. Magari hai bisogno di qualcosa che vada oltre, verso una strada differente. Forse hai qualche link da suggerire per chi cerca moduli Drupal adatti al proprio sito. Il nostro blog è qui per questo: lascia la tua esperienza nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




2 commenti su “Moduli Drupal: 6 estensioni indispensabili

  1. Personalmente attivo anche

    LOCALIZATION UPDATE
    Questo modulo che attivo per primo e permette di importare subito le traduzioni degli altri moduli che vado ad attivare successivamente.

    MODULE FILTER
    Per visualizzare i moduli in maniera più efficace, rapida e ordinata. Difficile poi farne a meno !

    CKEDITOR + CKEDITOR LINK + IMCE
    La mia combinazione preferita per gestire i testi, i link dentro ai testi verso altre pagine, email e altri siti.

    IMCE
    Consente l’inserimento delle immagini nei testi e il ridimensionamento online.

    EU COOKIE COMPLIANCE
    Per essere conforme alle indicazioni europee sulla gestione dei cookie e la sua informativa.

    META TAGS (QUICK)
    Per la gestione dei Metatags

    VIEWS
    Prima o poi una vista la si crea, con tutta la potenza e flessibilità che offre Durpal !

    SEO CHECKLIST
    Per avere qualche dritta per rendere il sito più visibile ai motori di ricerca. Vengono suggeriti altri moduli da attivare per migliorare la visibilità

    @FONT-YOUR-FACE (FONTYOURFACE)
    Visto che ci sono molti font gratuiti disponibili online perchè non utilizzarli nel nostro sito con un click ?

    • Ciao Silvio,

      Ti ringrazio per il commento: hai aggiunto valore a questo post. Se hai altre riflessioni in merito ai moduli Drupal non esitare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares