Server dedicati: la guida di Serverplan


Postato in data dicembre 23rd, da Riccardo Esposito in Hosting. No Comments

Il concetto è semplice: quando vuoi il massimo dal tuo sito web non devi scendere a compromessi. Hai bisogno della migliore attività SEO, hai bisogno dei migliori copywriter e di un’attività social degna di questo nome. Ma, soprattutto, hai bisogno di un hosting che riesca a superare qualsiasi difficoltà.

server dedicati

In questi casi l’hosting sta al sito come le ruote stanno a un’auto da corsa. Puoi avere la migliore carrozzeria, il miglior motore e l’aerodinamica ideale per toccare i grandi record. Ma le ruote devono imbrigliare la potenza dell’auto altrimenti è tutto inutile.

Usciamo dalla metafora: quando cerchi le prestazioni migliori per un sito web (in particolar modo per un e-commerce o un grande portale) la strada da prendere è semplice: devi acquistare un server dedicato. Di cosa stiamo parlando esattamente?

Cosa è un server dedicato

Un servizio hosting con server dedicato ti permette di noleggiare un server tutto per te. In altre parole, il server è tuo: è l’esatto opposto dell’hosting condiviso in cui lo spazio è – appunto – condiviso con altri clienti. E come se acquistassi un server, con la differenza che la macchina rimane nella farm con tutte le attenzioni del caso (temperatura, controllo, sicurezza contro black out, incendi e fulmini).

Ci sono delle soluzioni intermedie: tra l’hosting condiviso con altri clienti e server dedicato c’è il VPS. Ovvero virtual private server, un tipo di hosting che riproduce attraverso software le caratteristiche di un server dedicato, pur non essendo realmente così.

Il VPS è una soluzione migliore rispetto all’hosting condiviso, ma quando hai bisogno di prestazioni massime la strada è obbligata: devi acquistare un server dedicato. Ma qual è il motivo reale? Perché il server dedicato è lo scalino più ambito?

Perché scegliere un server dedicato

Il primo motivo è semplice: massima libertà. Puoi decidere le risorse per i tuoi progetti senza temere i limiti imposti dalla presenza di altri clienti su un server. Hai tutto lo spazio necessario, e questo è fondamentale quando devi gestire un e-commerce con migliaia di foto, schede, video. Questo vale anche per le attività che gestiscono molti siti: tanto spazio, tante risorse.

Pensa a un e-commerce che viene citato da un grande quotidiano, che riceve una valanga di visite in un unico giorno: cosa succede con un hosting dalle risorse limitate? Il server cade e ti perdi tutte le vendite derivate da questa notorietà. Con un server dedicato i vantaggi sono evidenti.

C’è un discorso di sicurezza: sei l’unica presenza in un server, puoi monitorare tutte le attività del server. Ma c’è un aspetto da considerare: la gestione di un server dedicato non è un’attività semplice. Un hosting condiviso è l’ideale anche per chi è alle prime armi, ma una soluzione dedicata comporta delle responsabilità diverse e ha bisogno di competenze specifiche. (Per approfondire: perché scegliere un server dedicato).

Questo è solo l’inizio

Abbiamo pensato a una serie di articoli dedicati all’argomento server dedicati. Come gestire, come settare, come risolvere i problemi legati a questo mondo. Rimaniamo in contatto: seguici su Facebook o su Google Plus per non perdere neanche un articolo della guida.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares