9 idee per migliorare la User Interface


Postato in data aprile 7th, da Riccardo Esposito in Generale. No Comments

Quali sono i principi per migliorare un sito web?

Sul blog di un’azienda come Serverplan troverai qualche articolo dedicato all’acquisto di un hosting performante, un hosting che ti permetta di ottenere affidabilità, risorse, assistenza e velocità di risposta.

UI

Perché la velocità è importante: non puoi chiedere ai lettori o (peggio ancora) ai clienti di aspettare il caricamento della pagina. Così come è fondamentale scegliere il dominio adatto alle tue esigenze. O meglio, a quelle della tua azienda.

Poi? Hai bisogno d’altro per lavorare bene con il tuo sito web? La risposta è semplice: hai bisogno di una buona User Interface, di un’interfaccia che ti permetta di accogliere nel miglior modo  l’utente.

Non è semplice. Da un lato c’è la persona che ha un’idea, un’esigenza, un problema. Dall’altro lato ci sei tu con la tua visione del web. Riuscirete a incontrarvi? Ecco qualche consiglio preso da GoodUI per migliorare la user interface.

1. Una colonna

Prova a inserire il testo su un’unica colonna. In questo modo guiderai il lettore verso una risorsa compatta, senza distrazioni. Alla fine della colonna, ovviamente, puoi inserire la tua call to action.

2. Dai un senso ai bottoni

Ho introdotto il discorso call to action. Invece di usare un copy banale (clicca qui, entra qua) cerca di dare un valore all’azione che l’utente sta per compiere, e i benefici che può ottenere con la sua azione: è il modo migliore per convincerlo.

3. Contrasto

Crea un buon contrasto tra il bottone Call To Action e lo sfondo della pagina. Il pulsante deve essere ben visibile perché rappresenta la parte più importante per la tua attività: ti permette di finalizzare, di dare il giusto valore alla tua azione. Non puoi permettere che passi inosservato.

contrasto

4. Continuità

Quando la pagina è piuttosto lunga e continua anche dopo above the fold devi suggerire continuità, devi far capire al lettore che la pagina continua anche dopo lo scrolling. I falsi bottoni che possono suggerire la fine della pagina sono un danno!

5. Semplicità

I form troppo complicati sono il male. Chiedi solo il necessario, non insistere con dati inutili e non chiedere informazioni che non servono. Devi essere essenziale con i campi del form.

6. Gerarchia

Crea un percorso gerarchico all’interno delle tue pagine. Come? Dando un font diverso ai vari titoli, dividendo i testi i paragrafi con titoli e sottotitoli, creando dei box di colore differente. Deve esserci ritmo nella pagina, alternanza di elementi più e meno importanti. Solo in questo modo puoi attirare l’attenzione sui punti fondamentali.

7. Evita perdite di tempo

Ricordi il discorso sulla velocità? Bene, le persone amano i siti che fanno perdere poco tempo, e questo può essere una carta da giocare a tuo vantaggio. Cerca di inserire dei dati di default in modo intelligente per evitare lavoro extra a chi deve compilare il form.

8. Coerenza

Le persone amano la linearità, amano gestire un’interfaccia coerente e trovare sempre gli stessi bottoni, lo stesso font, le stesse misure e interazioni con gli elementi della pagina. Le persone devono pensare il meno possibile, devono essere messe nella condizione di fare tutto il necessario nel minor tempo possibile. E con un impegno pari a zero. In questo processo la coerenza è importante.

9. Benefici

Le persone non sono attratte dalle caratteristiche di un prodotto ma dai benefici. Non vogliono sapere le componenti tecniche del nuovo telefonino, ma quanto riuscirà a navigare e quanto tempo durerà in più rispetto al precedente.

benefit

Gli esempi di questa pagina sono tanti, troppi per inserirli tutti. Ho raccolto in questo post quelli che hanno colpito la mia attenzione. Qual è, invece, secondo te, la ricetta per migliorare l’user interface di un sito web?

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares