7 motivi per preferire un blog self hosted


Postato in data dicembre 2nd, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Uno dei principali interrogativi di chi vuole iniziare a lavorare con il blogging è questo: cosa è l’hosting? Come mi muovo? Cosa scelgo? E soprattutto: come si carica un blog su un server?

Detto in altre parole, l’hosting è un territorio minato. Un argomento che fa paura a chi non ha le nozioni base. Sono nati diversi servizi di blogging che offrono una gran comodità all’utente: creare un blog con pochi click e senza alcuna conoscenza.

server

Non devi usare pannelli di controllo, non devi pagare domini, non devi usare FTP, non devi fare niente: devi solo lasciare la tua email, scegliere un nome e iniziare a scrivere sul tuo blog. Fantastico, vero?

Però – c’è sempre un però in questi casi – gli svantaggi si fanno sentire. E a un certo punto della tua avventura ti chiederai come cambiare, come fuggire dalle catene del servizio gratuito e goderti le performance del self hosted.

Posso darti un consiglio? Pensaci ora, inizia subito con un blog ospitato da un hosting indipendente, capace di adattarsi alle tue necessità. Ecco i vantaggi immediati:

1. Personalizzazione temi

Sai cosa significa avere un blog self hosted? Vuol dire avere massima libertà nel campo del design, vuol dire scegliere qualsiasi tema ti passi davanti agli occhi e modificarlo in base alle tue esigenze.

Certo, su una piattaforma privata hai un’ampia scelta di temi, ma non bastano mai. WordPress ti mette a disposizione dei temi base, ma puoi anche acquistare temi premium per sfruttare caratteristiche particolarmente utili in determinate occasioni.

Ecco le principali piattaforme dedicate ai temi WordPress:

2. Plugin

I famosi plugin di WordPress. Quante volte ti è capitato di leggere i messaggi sui forum di chi vuole usare i plugin ma non riesce a caricarli? Forse è capitato anche a te di fare questa domanda.

wordpress ecommerce

Questo succede quando si scelgono piattaforme gratuite ma chiuse, che non permettono di caricare componenti per modificare, senza intervenire sul codice, alcuni aspetti del blog.

Se non hai un blog self hosted non puoi sfruttarli. Ti lascio alcuni link interessanti sull’argomento:

3. Brand 

Quando scegli il nome del tuo blog stai lavorando sul tuo brand, un bene prezioso che dovrà rimanere impresso nella mente del lettore anche grazie al nome del dominio che scegli con cura certosina.

Uno degli svantaggi dei servizi che ti permettono di ospitare un blog gratuitamente è la presenza di un dominio di terzo livello. Ovvero un sottodominio inferiore a quello di secondo livello che hai scelto tu.

Il dominio deve essere facile da ricordare e da pronunciare. Non puoi permetterti di avere un brand che non sia il tuo nel nome dominio. Ci sono delle soluzioni per acquistare la propria indipendenza, è vero, ma perché non farti conoscere subito per quello che sei?

Tutto questo senza considerare un piccolo dettaglio: il dominio slegato da sottodomini è sicuramente più professionale.

Lo vuoi un consiglio? A Natale regala un dominio e fai qualcosa di buono per il tuo brand. Ecco una guida utile: come acquistare un dominio con Serverplan!

5. SEO

Ti piace trovare il tuo blog nei primi post della serp, vero? Ti piace fare in modo che la tua presenza nei risultati di ricerca sia curata? Bene, allora hai bisogno di un blog self hosted che ti permetta di intervenire sul codice, sui meta title e sulle meta description.

Aspetta, ma le meta description non sono indicizzate, vero? Certo, ma ti permettono di attirare l’attenzione dell’utente. Perché rinunciare a questo vantaggio? Se vuoi farti trovare sui motori di ricerca hai bisogno della massima flessibilità.

6. No Analytics

Uno degli strumenti migliori per registrare le visiti di un sito web è Google Analytics. Ma sui servizi gratuiti di hosting, tipo WordPress.org, devi usare solo le statistiche ufficiali. Niente modifiche al codice e niente Google Analytics.

E questa non è una buona cosa per chi cerca statistiche complete.

Ultimo motivo

Ci sono anche altre ragioni che ti possono spingere ad acquistare uno spazio hosting, ma uno più di tutti dobbiamo sottolinearlo con forza: la proprietà dei tuoi dati. Non puoi chiedere di meglio quando vuoi seguire una strada professionale al blogging, non credi?

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares