Dove falliscono le hosting company?


Postato in data ottobre 7th, da Riccardo Esposito in Hosting. No Comments

Così come tutte le aziende, anche le hosting company possono fallire. Le competenze necessarie per gestire un mondo in bilico tra hardware e i software sono tante. Per questo devono circondarsi di persone capaci e preparate.

hosting company

Ma non basta. Bisogna anche studiare gli errori commessi dagli altri, gli ostacoli superati da chi ha percorso la stessa strada prima di te. Il web serve anche a scoprire cosa hanno sbagliato le persone che ti hanno preceduto.

Oggi, infatti, voglio pubblicare gli errori chiave – quelli da evitare come la peste – di ogni hosting company che si rispetti.

Vecchie tattiche

Internet cambia ogni giorno. E per una hosting company è assurdo, come suggerisce ananova.com, usare vecchie tattiche per acquisire nuovi clienti.

In altre parole, non puoi fornire il server, sederti e aspettare il risultato.

Il web è pieno di società che offrono web hosting. Quindi devi attirare traffico verso il tuo sito. Devi attirare l’interesse degli utenti. Come? Offrendo e pubblicizzando qualcosa che le altre aziende non hanno.

Comunicazione

Non parlo della comunicazione via email o telefono, ma quella sui social. Gli utenti usano Facebook, Twitter e Google + per congratularsi con te e per far sapere ai propri amici la qualità del tuo servizio.

Ma non solo. Usano i social anche per criticarti e per chiedere spiegazioni quando ci sono dei problemi.

Una hosting company non può ignorare la comunicazione che passa attraverso i social. Non può lasciare al caso gli sviluppi di queste discussioni altrimenti rischia di collassare sotto il peso delle critiche.

E questo significa perdere clienti. Leggi il caso segnalato da Sestyle che ha come protagonista Fastweb.

Supporto

Sai cosa cercano i clienti da un hosting? Un’assistenza eccellente, rapida, senza sbavature. Sempre presente. Perché non c’è ansia maggiore di chi ha pagato per un servizio che non funziona, e non riceve chiarimenti.

intrepid support

Ci possono essere mille ragioni a tuo favore, ma questo non conta: il cliente ha bisogno del suo sito e l’hosting company deve investire sul proprio support per fare in modo che sia sempre presente con la formula 365/7/24.

Processi lunghi

Quanto tempo ci vuole per acquistare un hosting ed entrare a far parte del tuo universo? Thewir fa notare che un processo di on-boarding troppo lungo può annoiare i clienti.

Soprattutto quando fai aspettare e chiedi informazioni inutili in fase di compilazione dei moduli. Lo sai, ad esempio, che può essere una buona idea limitare i form field?

server

Prodotti one-click

Forse non è un motivo per decretare il totale fallimento di una hosting company. Ma ci sono molte persone che non amano installare CMS. Vogliono solo acquistare un prodotto pronto.

Il tuo hosting ha un un servizio simile? Se la risposta è negativa non c’è altra soluzione: molti clienti passeranno ai tuoi concorrenti. A chi ha studiato un pacchetto per avere WordPress, Joomla, Magento con un solo click.

Secondo te ho dimenticato qualcosa? Perché alcune hosting company falliscono?

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares