Ecco i trucchi per migliorare il tuo e-commerce


Postato in data settembre 9th, da Riccardo Esposito in Generale. No Comments

Finalmente hai pubblicato il tuo e-commerce, e la tua attività può sfruttare la forza del web per raggiungere (almeno potenzialmente) un numero infinito di clienti: sei in rete, hai un indirizzo, il tuo sito è indicizzato.

Ciò significa che tutti possono trovarti.

Può bastare? Per riruscire nella tua attività di e-commerce è sufficiente avere una piattaforma indicizzata, un catalogo merce e un carrello acquisti per ottenere risultati degni di nota? La risposta è ovvia: no, non bastano questi ingredienti.

ecommerce

Un sito web è l’insieme di mille variabili, soprattutto quando devi studiare e ottimizzare un sito che dovrà rappresentare il tuo esercizio online. Per questo ho raccolto una serie di consigli per migliorare la presenza del tuo e-commerce online!

Qualità delle immagini

La differenza tra uno shop online da quello reale? La possibilità di osservare da vicino il prodotto. Per questo devi assicurarti di usare solo immagini di alta qualità per descrivere i prodotti.

Lavora bene sulle inquadrature (sono stati ripresi tutti gli angoli del prodotto?), scegli uno sfondo che dia risalto ai dettagli, elimina le immagini di bassa qualità.

Studia l’architettura del sito

Questo è uno dei punti chiave per il successo del tuo e-commerce. Devi curare l’architettura del sito, e assicurarti che non venga compromessa la buona navigazione.

Una piattaforma che non ti permette di raggiungere le risorse utili può limitare le azioni degli utenti, e addirittura influire sugli acquisti. L’architettura del sito deve essere studiata in termini di usabilità per migliorare la user experience, ma anche da una prospettiva SEO (fonte immagine).

Invita all’acquisto

E’ normale invitare gli utenti ad acquistare i tuoi prodotti. Ma devi farlo nel modo giusto, ovvero con le call to action: bottoni cliccabili caratterizzati da frasi che invitano l’utente a compiere un’azione.

Nella fattispecie a creare un ordine e effettuare un acquisto. Un altro modo interessante suggerito da webdesignledger per sfruttare le immagini: fai in modo che il carrello sia sempre visibile in ogni pagina del sito, possibilmente con una icona in alto a destra.

Muoversi nella piattaforma

Uno dei grandi problemi per chi lavora su un ecomemrce è la creazione di una piattaforma facile da navigare. Quando ci sono centinaia di prodotti non è semplice organizzare tutte le pagine, e soprattutto non è semplice fare in modo che i potenziali clienti riescano a muoversi con facilità. Ma ecco tre  consigli:

  • Fai in modo che la barra di ricerca interna sia facile da trovare in ogni punto del sito, e che agevoli l’utente nel migliore dei modi possibili.
  • Assicurati che sul sito sia presente una navigazione Breadcrumb per fare in modo che l’utente capisca sempre la sua posizione.
  • Rendi tutto più chiaro possibile. Semplifica ogni passaggio, comunica ogni dettaglio al cliente, fai capire che il tuo ecommerce è sicuro. Trasparente.

Inoltre devi ottimizzare il tutto per i dispositivi mobile. inutile avere un sito perfettamente funzionante sullo schermo di un PC quando il numero di utenti che usa tablet e smartphone per navigare aumenta di giorno in giorno.

Colleziona dati, fai test utili

In un e-commerce non puoi permetterti di fare scelte casuali: devi immagazzinare il maggior numero di dati, e usarli per testare soluzioni diverse che ti permetteranno di migliorare le performance. Fare test non è una esclusiva delle landing page: lavora con il tuo team e inizia a testare.

Ultimo consiglio

Scegli un web hosting capace di sopportare le necessità del tuo e-commerce. Non c’è situazione più spiacevole di uno shop online non raggiungibile a causa di un server poco affidabile, o di una soluzione poco indicata per sostenere picchi inaspettati di visite.

Quando scegli il tuo piano hosting assicurati che ci siano le risorse indispensabili, che le prestazioni in termini di page upload siano eccellenti, ma anche che il backup funzioni nel migliore dei modi e che l’assistenza sia garantita in ogni momento (365/7/12): le performance sono importanti, ma questo vale anche per la sicurezza dei dati.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares