Tutto il web che passa attraverso WordPress


Postato in data agosto 29th, da Riccardo Esposito in Wordpress. 3 comments

Ci sono mille motivi per scegliere WordPress: è semplice da usare, è versatile, è perfetto per creare il blog dei tuoi sogni. E poi ha una grande community alle spalle.

WordPress è uno dei CMS più usati del web. Ma non solo. Durante l’ultimo Wordcamp di San Francisco, il fondatore Matt Mullenweg ha presentato la versione 3.6 della piattaforma (Oscar) e ha commentato i numeri di WordPress nell’ultimo anno di attività (thenextweb):

  • Più di 46 milioni di download
  • 6,758 plugin approvati
  • 336 temi aggiunti
  • 15 update per la versione mobile

Inoltre, Matt ha indicato un dato estrapolato dalle sue ricerche: su WordPress si muove il 18,9% del web, un dato impressionante che vede un aumento di 2.2 punti percentuale rispetto all’anno precedente.

 

 

WordPress, quindi, come un canale di coinvolgimento del web, come anello tra la rete e un pubblico che ha bisogno di siti usabili, veloci, semplici da leggere e da sfogliare. WordPress non è un semplice ingranaggio del web, ma un protagonista.

Matt Mullenweg ha anche sottolineato l’evoluzione della piattaforma WordPress: prima era solo blogging, poi è diventata un vero CMS e perfino una app platform. Per questo ha annunciato l’arrivo di un sito che faccia da riferimento per gli sviluppatori (ancora in fase di costruzione).

wordpress ecommerce

WordPress è parte attiva del futuro di internet: è una delle realtà più conosciute e utilizzate per creare blog, siti web e anche piccoli e-commerce. Tu lo hai già usato? Il tuo business si muove sulle risorse di Mullenweg oppure hai preferito altri CMS?

Lascia la tua opinione su WordPress nei commenti!

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




3 commenti su “Tutto il web che passa attraverso WordPress

  1. Pingback: Ghost, la nuova piattaforma per fare blogging

  2. Pingback: Web Hosting: di cosa ha bisogno il tuo sito web?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares