Google Font Api: per un web più vario


Postato in data maggio 20th, da Serverplan in Generale. No Comments

I Webdesigner sanno bene quanto sia limitato, nella progettazione di un sito, il ventaglio di font che possono essere utilizzati per caratterizzare i contenuti testuali. Scegliere font “particolari” vorrebbe dire precludere una corretta visualizzazione del proprio website a tutti quei visitatori che non hanno installato sul proprio PC quel particolare set di carattari (di certo la stragrande maggioranza).
Esistono più alternative per rendere varia l’offerta tipografica dei propri lavori: si potrebbero inserire, ad esempio, box Adobe Flash che consentono di includere qualsiasi tipo di font all’interno dell’applet generata. Una pratica del genere, purtroppo, però:

  1. si scontra con il sempre crescente numero di terminali che non supportano a pieno Flash (iPhone, su tutti)
  2. minimizza le possibilità di buon posizionamento dei contenuti sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca

Da qualche ora è disponibile una nuova soluzione, molto interessante, proposta da Google: le Google Font API. Il più famoso motore di ricerca al mondo ha rilasciato, infatti, un set di API che consente di caricare “al volo” dai server Google tramite semplicissime linee di codice Font Open Source. I caratteri così inseriti potranno essere visualizzati indistintamente da tutti gli utenti.

A poche ore dal rilascio è già disponibile una completa documentazione e la Google Font Directory con l’archivio dei Font Open Source già disponibile per i Web Designer.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Shares