https


Cos’è e come ottimizzare un indirizzo URL

Postato in data ottobre 30th, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

L’indirizzo URL (Uniform Resource Locator) è un altro pezzo della grande guida di base per affrontare il web nel modo giusto. Dopo aver affrontato noindex, FTP, sitemap e target=”_blank” ci concentriamo su un tema decisivo per ottenere buoni risultati online.

Perché spesso si inizia a pubblicare senza conoscere i dettagli che fanno la differenza. Un sito web è fatto di piccoli equilibri che devono essere rispettati per avere buoni risultati. E per permettere al webmaster di fare un buon lavoro. Senza dimenticare la SEO.

L’ottimizzazione per i motori di ricerca affonda le mani in un buon lavoro sull’URL delle tue pagine web. Ma è solo un esempio, un dettaglio che puoi e devi sfruttare per approfondire il tema che oggi voglio affrontare. Iniziamo con le presentazioni e le domande base.



Google Chrome e HTTPS: da ottobre sito non sicuro anche per dati generici

Postato in data agosto 31st, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

La corsa verso l’HTTPS è iniziata già da qualche tempo e Google è sempre stato promotore di questa soluzione. In questo modo si propone un web più sicuro, c’è tutela dei dati sensibili grazie a un passaggio di dati crittografato. E Mountain View ha deciso di fare una differenza.

Una differenza netta tra chi usa e chi evita questa soluzione. Primo passo: l’HTTPS diventa un fattore di posizionamento. Si tratta di un elemento minimo. Ma è uno step per definire la linea soprattutto per i siti web che chiedono dati sensibili. Come il numero della carta di credito e password. Secondo passaggio: Chrome mostra l’etichetta Sito Non Sicuro.

Da leggere: HTTPS sempre più necessario per Google



Certificato SSL per HTTPS gratis: conviene veramente?

Postato in data maggio 22nd, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Avere un certificato SSL gratis è una gran comodità. Perché Google ha imposto il suo punto di vista, e i webmaster si sono adeguati: i siti web che gestiscono dati sensibili devono garantire sicurezza ai propri utenti. E gestire il trasferimento dati con l’HTTPS. Lo devi fare perché lo ha detto Mountain View? No, perché è la soluzione migliore per il pubblico.

Devi proteggere le informazioni che le persone lasciano sul sito web da chi cerca di intercettare password e numeri di carte di credito per i propri intenti. Google ha prima dato dei vantaggi nella SERP a chi passa all’HTTPS, e poi ha conferito a Chrome la possibilità di identificare come Non Sicuri i progetti che non garantiscono la sicurezza dei dati sensibili.

Attenzione, il passaggio è decisivo: il certificato SSL non è obbligatorio per tutti, ma è consigliato se nel tuo … Continua a leggere »



La metà del traffico web utilizza HTTPS

Postato in data marzo 6th, da Riccardo Esposito in Blog. 3 comments

Un punto di arrivo per la battaglia che porta a un web più sicuro? No, però è un passaggio importante: Electronic Frontier Foundation ha pubblicato i dati del progetto Encrypting the Web mostrando dei numeri interessanti. Febbraio 2017, il 50% traffico si muove su protocollo HTTPS. Questo significa che siamo a metà strada per ottenere un web più sicuro.

Oggi puntare sull’HTTPS vuol dire essere al fianco dei propri utenti e dare un servizio in più alle persone che vogliono navigare sul tuo sito senza timori. Il commercio elettronico è in crescita, ma ha bisogno di sicurezze e piccole attenzioni che in un e-commerce (ma non solo) possono fare la differenza rispetto a intercettazioni e furto di dati.



La guida completa per la migrazione HTTPS del tuo CMS

Postato in data febbraio 24th, da Davide Galasso in Blog. 42 comments

Le ultime notizie sono chiare: passare da HTTP a HTTPS è indispensabile. Per tutti? No, solo per chi usa il sito web per recuperare dati sensibili. Sai cosa significa questo? Ad esempio un ecommerce che chiede la carta di credito, a chi vuole acquistare online, deve avere un protocollo capace di tutelare le informazioni.

Google ha più volte sottolineato l’importanza del protocollo SSL/TLS per un web più sicuro. Fino a portare l’HTTPS a uno stato d’eccellenza: questo fattore può essere un elemento di ranking. Se devo offrire il miglior risultato possibile ai lettori, devo anche essere sicuro dell’esperienza utente. Ovvero del processo che porta verso la fase di conversione.

Prenotazioni, acquisti, download: i dati sensibili devono essere protetti. Ecco perché Chrome 56 mostra l’etichetta “Non Sicuro” per i siti web che non hanno un protocollo capace di preservare questi passaggi. Ti ho spiegato perché è … Continua a leggere »



5 motivi per acquistare un certificato SSL

Postato in data febbraio 8th, da Riccardo Esposito in Blog. No Comments

Il momento è arrivato, devi acquistare un certificato SSL. Ovvero un passaggio che ti garantisce la sicurezza dei dati online. Hai un e-commerce? Raccogli per qualche motivo i dati degli utenti come, ad esempio, il numero della carta di credito? Devi puntare sull’HTTPS.

Molti vedono questo snodo come una spesa. Quando pubblichiamo articoli per notificare le scelte prese da Google la reazione è sempre la stessa: “Dobbiamo acquistare un certificato SSL per il sito web? Magari con un doppio livello di crittografia per essere sicuri al 100%?”.

Sì, questa è la situazione. Per dare sicurezza ai propri lettori – ma soprattutto ai clienti – devi avere un certificato SSL. Un acronimo che sta per Secure Sockets Layer, protocollo crittografico che mette al sicuro la trasmissione dei dati. E oggi conosci l’importanza di questo step. Ma è solo questo il motivo che ti spinge in questa direzione?



Chrome 56: siti non sicuri se chiedono dati senza HTTPS

Postato in data gennaio 9th, da Riccardo Esposito in News. 24 comments

Notizie interessanti dall’universo Google: attraverso un canale G+ ufficiale ha avvisato che, alla fine di gennaio 2017, il browser Chrome 56 indicherà i siti web senza HTTPS come non sicuri se chiedono informazioni sensibili. Come, ad esempio, password e numeri di carta di credito.

Questo vale anche se i dati vengono raccolti solo su un’unica pagina: tutto il sito web deve essere caratterizzato da questo elemento. Perché di questo stiamo parlando: l’HTTPS è un protocollo che protegge chi naviga e interagisce con il tuo sito. Chi lavora con questi dettagli deve garantire a chi li lascia la massima professionalità.

Già da qualche tempo Google lavora in questa direzione, proponendo il protocollo di sicurezza come fattore rilevante all’interno della serp. Più volte è stata specificata questa situazione, proponendo come formula la necessità dell’HTTPS solo per determinati siti. Ovvero quelli che chiedono informazioni al pubblico.

Da leggere: … Continua a leggere »



Certificati digitali: nuove offerte per SSL e Hosting HTTPS

Postato in data dicembre 12th, da Riccardo Esposito in News. No Comments

Nuova offerta per i clienti che hanno bisogno di certificati digitali: dal 12 al 22 dicembre ci sarà il 10% di sconto se l’acquisto si estende per un anno. Il risparmio arriva al 25% se selezioni due anni nella nostra pagina dedicata a SSL e Hosting HTTPS. Di cosa stiamo parlando?

Sai bene che la sicurezza sul web è un fattore decisivo per trasformare la tua attività in uno snodo per ottenere profitti e fatturato. Soprattutto se vuoi aprire un e-commerce. Le persone lasciano il proprio nome e cognome, anche email e numero di carta di credito. Ma lo vogliono fare in sicurezza, senza temere furti di dati.

Tranquillizzare il pubblico è un dovere per chi investe nel commercio elettronico, ma non bastano le parole: ci vogliono i fatti. Per questo è indispensabile avere un certificato SSL: puoi mettere al sicuro i dati dei tuoi utenti … Continua a leggere »



HTTPS, sempre più necessario (per Google)

Postato in data settembre 19th, da Riccardo Esposito in News. 2 comments

O almeno necessario per i siti che chiedono dati agli utenti. La notizia è importante per chi lavora con e-commerce e portali che hanno bisogno di iscrizione ai servizi interni: Chrome, il browser di Google, contrassegnerà come non sicuri i siti web che non presenteranno il protocollo HTTPS.

Una mossa interessante, ma non del tutto inaspettata da parte di Mountain View. Qualche tempo fa, infatti, Google ha inserito tra i fattori di ranking la presenza della connessione HTPPS. Una garanzia per chi deve lasciare nome, cognome, numero di carta di credito.

Decisine plausibile dopo quella che favorisce i siti veloci. L’obiettivo di Google è quello di restituire il miglior risultato possibile, non solo per i contenuti ma anche per l’esperienza utente. Quindi la presenza di una connessione garantita per i siti che gestiscono informazioni sensibili diventa una necessità. Vogliamo approfondire l’argomento?

Da leggere: la diffusione dei … Continua a leggere »



Il 32% dei risultati Google usa il protocollo HTTPS

Postato in data luglio 21st, da Riccardo Esposito in News. No Comments

Sembra che la strategia di Google stia portando buoni risultati. Uno studio promosso da Moz, infatti, ha messo in evidenza che il 32,5% dei risultati in prima pagina usa l’HTTPS. Ovvero L’HyperText Transfer Protocol over Secure Socket Layer, un protocollo di sicurezza.

Questo significa che la base è sempre l’HTTP, il protocollo di trasferimento per ipertesti, ma tutto si svolge attraverso una connessione criptata. Quindi sicura e affidabile.

Hai presente l’argomento, vero? Nel 2014 Google ha lanciato un nuovo fattore di ranking: la presenza dell’HTTPS. Fin dalle prime dichiarazioni si capiva che non sarebbe stato un elemento decisivo della strategia SEO ma l’idea era chiara: spingere i webmaster a offrire un servizio sicuro.

Le persone devono lasciare dati sul tuo sito web? È buona norma avere un certificato SSL. Questa connessione si basa sul Secure Sockets Layer, in parte superato dalla versione successiva (Transport Layer Security). La differenza con l’HTTP … Continua a leggere »