Come creare un’infografica gratis (ma efficace)


Postato in data ottobre 13th, da Riccardo Esposito in Infographics. No Comments

Vuoi creare un’infografica gratis ma, al tempo stesso, capace di catturare l’attenzione dei lettori? Ti capisco, io voglio lavorare in questo modo: pretendo il massimo risultato con il minimo sforzo. Questa è la base del successo ma anche un obiettivo difficile da ottenere. La realtà è semplice, se vuoi un prodotto di qualità lo devi pagare.

infografica gratis

E se vuoi una bella infografica devi ingaggiare un web designer capace di concretizzare le tue idee, i tuoi bisogni, le tue necessità. Adesso puoi ritenerti soddisfatto, ora puoi pretendere il massimo dalla tua attività. Ma è sempre vero questo discorso?

No. La qualità è dettata dall’esperienza del grafico e dalla sua competenza con Photoshop. Ma oggi sul web ci sono una marea di strumenti che ti consentono di creare un’infografica gratis. Rispettando dei criteri qualitativi degni del miglior programma di fotoritocco.

Senza dimenticare un punto: la qualità di un’infografica è legata solo in parte all’abilità e alle conoscenze teoriche. C’è un lavoro precedente che ti permette di creare un prodotto di successo. Sempre con l’aiuto dei migliori programmi. Allora, iniziamo?

Lo scopo dell’infografica

Prima di iniziare a lavorare sull’infografica devi rispondere a questa domanda: perché la stai creando? Ha uno scopo, giusto? Quindi deve rispettare una serie di parametri e, soprattutto, deve essere dedicata a uno scopo. Non puoi ottenere qualsiasi tipo di risultato da un’infografica gratis.

Chiarisci i punti: l’infografica può essere creata per ottenere buoni link. O condivisioni. O per essere inviata agli iscritti di una newsletter. In ogni caso deve essere definita intorno alle esigenze di un pubblico. E deve far leva su bisogni concreti. Ad esempio divertire, informare, semplificare. O tutto insieme, perché no. L’importante è inserire l’infografica in una strategia di content marketing.

Organizzazione dei dati

Non esiste infografica senza uno studio precedente. Questo significa che non puoi improvvisare: il successo del tuo operato è dato dalla capacità di riassumere e presentare informazioni difficili da ottenere in un modo diverso. E soprattutto da consultare con un altro supporto. Molti credono che l’infografica si crei con Photoshop… Illusi! L’infografica nasce riassumendo i numeri, consultando siti che mettono a disposizione i dati.

E non sono facili da trovare. Spesso le informazioni sono frastagliate e le ricerche impegnano settimane. A volte mesi. Il processo creativo dell’infografica segue un percorso ben definito, a tratti simile al piano editoriale di un blog:

  • Individua un’esigenza condivisa da altre persone.
  • Cerca fonti utili per rispondere.
  • Individua i competitor che già hanno risposto.
  • Differenzia il tuo prodotto, cerca i dati migliori.
  • Crea un filo conduttore per raccontare questi dati.

Come vedi il successo dell’infografica prescinde dalla sua creazione. Certo, devi avere le competenze necessarie per forgiarla. Alla base c’è un lavoro di ricerca che prescinde dalla grafica e chiama in causa l’analisi SEO e la ricerca nelle community.

Progettazione dell’infografica

Sei quasi arrivato al momento creativo, ma aspetta un attimo: prima devi organizzare. Non devi creare una bozza a mano dell’infografica come un artista, ma almeno capire come vuoi organizzarla da un punto di vista degli elementi. E soprattutto con quali colori. In questo caso ti consiglio di utilizzare un paio di tool per fare chiarezza:

Quali sono i consigli per utilizzare al massimo questi programmi? In primo luogo non esagerare con la varietà dei colori, segui i consigli della palette che hai creato. E, soprattutto, lavora con la psicologia. Ci sono diverse indicazioni in questa grafica:

Come creare un'infografica

Tutto parte, come sempre, dall’analisi del target e degli obiettivi. Non puoi usare il blu se questo colore non è utile per il tuo scopo. Questo vale soprattutto per i colori più forti come il rosso, l’arancione o il nero. Non dimenticare la scelta del font, un passaggio decisivo per dare carattere al tuo lavoro: in questo caso ti consiglio di consultare DaFont.

Programmi per creare infografiche online

Ecco i programmi per creare infografiche online a costo zero. Senza spendere un euro. Ti ripeto: questa non è la soluzione migliore se cerchi un prodotto qualitativamente superiore, se vuoi un lavoro personalizzato e capace di andare fuori dagli schemi. In ogni caso questi programmi possono aiutarti.

  • Canva – Il programma più utilizzato del web per creare qualsiasi tipo di grafica. Con Canva hai a disposizione decine di modelli: puoi generare immagini per i social, bigliettini da visita, curriculum, poster, manifesti, menu e infografiche. Puoi fare tutto, hai massima personalizzazione.
  • Easel.ly – Il nome suggerisce la caratteristica più importante: pochi clic e sei nell’applicazione per creare la tua infografica. Easel.ly, a differenza di Canva, è dedicato solo a questo prodotto. Quindi puoi sfruttare nel miglior modo possibile gli strumenti messi a tua disposizione.
  • Infogram – Un altro nome importante per chi cerca soluzioni sul web. Qui il percorso per generare la tua opera d’arte è ancora più semplice. Hai un foglio bianco, una serie di campi e le risorse editoriali. Interessante la funzione (immagine in basso) per inserire i dati dei grafici via Excel.
  • Hubspot – Soluzione differente. In questo caso propongo dei template da scaricare. Così puoi operare sul tuo contenuto visual come preferisci, anche se non hai la connessione internet. E con dei modelli che possono essere modificati con il Power Point.

Quando posso fare affidamento su questi tool e quando, invece, devo puntare su un’infografica professionale? Dipende dallo scopo. Come indicato prima, l’infografica fa parte di un percorso di content marketing. E come ogni azione deve avere uno scopo.

Scegli l’infografica giusta

Questa infografica deve essere un semplice sussidio per fare in modo che alcuni passaggi del post siano ben chiari? Vuoi rendere numeri asettici e spigolosi più facili da digerire? Perfetto, con questi strumenti puoi creare un’infografica adeguata alle tue esigenze.

Come creare un'infografica gratis

Vuoi lavorare sul concetto di link earning? Vuoi guadagnare link in ingresso e sfruttare le digital PR per convincere blog di settore a pubblicare la tua infografica? Devi investire. Non puoi ottenere l’attenzione di queste persone con un prodotto ben fatto, ma incapace di distinguersi.

Stesso discorso vale per la diffusione del brand sui social, e l’aumento significativo delle visite attraverso le condivisioni. Lo ripeto, non sto declassando il lavoro delle infografiche a costo zero. Dico solo che se vuoi grandi risultati deve andare oltre il prodotto preconfezionato.

Per approfondire: come condividere un link su Facebook

Sei pronto per creare un’infografica?

Sì, sei pronto. Basta mettere da parte l’improvvisazione e ragionare in termini di target, obiettivi, necessità. Puoi creare un’infografica gratis ed efficace se pianifichi tutto con calma, scegliendo colori e font adeguati. E distribuendo il lavoro nel miglior modo possibile. Magari proprio attraverso il blog aziendale. Sei d’accordo?

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares