Quali sono le piattaforme e-commerce più usate in Italia?


Postato in data aprile 27th, da Riccardo Esposito in Ecommerce. 12 comments

Cosa significa per te puntare sull’e-commerce? Io, di solito, uso queste parole: aprire un negozio nelle tasche del mondo. O almeno dei potenziali clienti, degli individui che potrebbero essere interessati al tuo prodotto o servizio. Cosa significa questo?

Solo una parola: investimento.

Per ottenere buoni risultati con l’e-commerce devi investire: devi acquistare un buon servizio di web hosting, puntare sull’user experience, studiare l’organizzazione delle tassonomie, definire le priorità in termini di SEO e di advertising sul motore di ricerca e sui social. Avere un negozio online non vuol dire sedersi in salotto e aspettare risultati.

ecommerce

Avere un blog può essere la soluzione giusta per avviare il processo di inbound marketing, ma l’investimento pubblicitario è fondamentale. Alla base di tutto c’è un passaggio decisivo: la scelta del CMS. Ovvero la struttura che ti consente di pubblicare i contenuti, le varie pagine e le schede del tuo e-commerce. Ora la domanda definitiva è questa: qual è il miglior CMS per creare uno shop online?

Dipende dagli obiettivi, dalle risorse, dalle competenze. Dalle necessità. Ci sono diverse soluzioni per creare un e-commerce, ma quali sono le risposte degli italiani? Cosa usa questo popolo di santi, poeti e navigatori per creare un negozio raggiungibile in ogni angolo del globo? La risposta si trova in questo grafico di buildwith.com aggiornato al 25 aprile 2016.

Molti puntano su WooCommerce

Qual è la soluzione preferita dagli italiani? WordPress nella sua versione dedicata al mondo dei negozi online: WooCommerce. Questo plugin è una soluzione interessante per chi decide di aprire un e-commerce partendo da una base flessibile, anche se WordPress non è un CMS nato per creare negozi online.

WooCommerce si presenta come un plugin per trasformare la storica piattaforma di blogging in un luogo perfetto per vendere online: puoi creare un e-commerce di beni fisici e digitali, puoi inaugurare membership e spedire in qualsiasi parte del mondo, senza dimenticare le opzioni di pagamento. Una delle caratteristiche più importanti di questo plugin è la sua propensione all’adattamento e allo sviluppo.

Detto in altre parole, questo plugin si piega verso qualsiasi soluzione. Può essere modificato e integrato dal tuo sviluppatore per soddisfare diverse esigenze. Offre circa 300 estensioni che ti permettono di personalizzare il tuo e-commerce WordPress. La promessa di WooCommerce: creare uno shop online di qualsiasi dimensione con un CMS per fare blogging. Possibile?

Per approfondire: come fare una buona ottimizzazione SEO per WordPress

La seconda soluzione: Prestashop

Dopo WooCommerce, Prestashop è la piattaforma più utilizzata in Italia per creare un e-commerce. Questo CMS, a differenza di WordPress, è pensato per i negozi online ed è preferito da chi cerca soluzioni semplici. Ora immagino la tua reazione: “WordPress è facile da installare, ma questo? Quali difficoltà dovrò affrontare per iniziare a lavorare con il mio e-commerce?”. Nessuna, ormai ci sono diversi servizi hosting con Prestashop preinstallato: qualche click e sei online.

Ma sei online per fare cosa? Per costruire il tuo e-commerce. Prestashop è pensato per chi vuole vendere online, e le schede prodotto hanno tutte le caratteristiche necessarie per raggiungere l’obiettivo. Hai una piattaforma semplice e intuitiva, veloce, facile da personalizzare e da ottimizzare lato SEO.

Certo, devi essere competente. Devi avere delle conoscenze dedicate a questo CMS, non puoi improvvisare. E devi avere ben chiare le capacità di Prestashop, una realtà che può contare su una grande community ma che non è adatta a e-commerce di grandi dimensioni. Per questo hai un’altra soluzione: Magento.

Per approfondire: perché scegliere Prestashop per costruire il tuo e-commerce

Molti scelgono Magento

Magento è la quarta scelta degli italiani che vogliono creare un e-commerce perché è una piattaforma affidabile, sicura, perfetta per creare negozi online strutturati e impegnativi. Qui trovi tutto ciò che ti serve per andare online con la tua attività

Con WooCommerce puoi trasformare un blog in uno shop online, con Prestashop puoi creare un ottimo e-commerce, ma è con Magento che ottieni il massimo quando la tua attività esige un sito web di grandi dimensioni. E con molte schede prodotto divise per diverse categorie.

Magento

Magento, inoltre, ti permette di lavorare su più e-commerce con un unico back end. Hai un pannello di controllo per gestire diversi negozi online: questa soluzione, insieme alla sicurezza e alla capacità di gestire progetti di grandi dimensioni, rendono Magento la scelta decisiva per chi ha progetti ben definiti da portare online.

Ci sono anche hosting con Magento preinstallato che ti permettono di iniziare in un attimo.

Un altro grande vantaggio di Magento è la community. Hai un problema? Basta una ricerca online per trovare la risposta ai tuoi problemi. È giusto avere un esperto al proprio fianco per creare un e-commerce efficace e degno di nota, ma la community che si sviluppa intorno a questo CMS è attiva, frizzante, sempre presente per rispondere alle tue domande.

La risorsa: come aggiungere un blog su Magento

E tu quale CMS hai scelto?

Ci sono altre soluzioni minori per creare un e-commerce, ma i dati parlano chiaro: questi sono i vincitori in Italia. WordPress con WooCommerce, Prestashop e Magento: la base di partenza per il tuo shop online si trova qui? Tu cosa hai scelto per vendere prodotti o servizi online? Secondo te sono soluzioni valide? Aspetto il tuo punto di vista nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




12 commenti su “Quali sono le piattaforme e-commerce più usate in Italia?

  1. Anche noi di per ecommerce su Modena e Provincia abbiamo scelto Woocommerce, flessibile e personalizzabile al 100%. Se poi sei uno sviluppatore che realizza temi e sai customizzare al meglio Woocommerce il risultato finale è fantastico!

    Davvero un bell’articolo, grandi!

    • Ciao, ti ringrazio.

      Vi trovate bene con questo plugin? Molti sostengono che non tiene il confronto con altre realtà? Quali sono i suoi limiti?

  2. Woocommerce è flessibile e personalizzabile ma per ottenere tutte le funzioni che offrono sistemi come Prestashop o Magento bisogna installare diversi plug-in che appesantiscono WordPress e possono causare conflitti.
    Tralasciamo il discorso sicurezza e aggiornamenti dei plug-in.

    P.s. articolo molto utile!

  3. Interessant elo split di piattaforme, ma lo screen da dove arriva?
    Perché sul sito citato la situazione è decisamente diversa.
    C’è un 25% su custome cart, un 18% di Magento ed un 11% di Woocommerce.

    Cmq la cosa interessante non è il volume di installazioni in generale, ma il motore più usato dagli store che poi davvero fatturano :)

  4. Sono l’unico che li sviluppa in Joomla??? Mi sento solo… :)
    A me quelle poche volte che mi e capitato di farli, solo su commisione per agenzie, mai personali ho sempre usato virtuemart..

    • Io ho sviluppato un e-commerce in Joomla con Hikashop.
      Ti lascia la piena libertà di intervenire sul codice come vuoi.
      Io mi ci trovo bene. Il supporto tecnico non è male e di solito è abbastanza veloce.

      Non sei solo!!! ¦D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
0