Joomla o Drupal: quale CMS scegliere?


Postato in data ottobre 1st, da Riccardo Esposito in Joomla. 4 comments

Di solito la battaglia è tra WordPress e Joomla, e prevede la classica vittoria del primo per chi muove i primi passi nel mondo dei CMS. WordPress è più semplice da usare, è perfetto per chi vuole fare blogging. Anche se esistono ottimi hosting con Joomla preinstallato, questo content management system ha ancora qualche punto oscuro per chi sta iniziando a lavorare sul web.

Joomla o WordPress: quale scegli?

Ancora WordPress? Basta, scegli Joomla o Drupal.

Ma soprattutto, Joomla ha delle differenze nette nei confronti di WordPress: è un CMS adatto ai progetti più ampi, allo sviluppo di un portale con un gran numero di pagine. Possibile fare blogging con Joomla? Certo, ma se hai come obiettivo solo questo punto conviene WordPress: Joomla è ideale per fare altro, e la differenza con WordPress è netta.

Ma con Drupal? Se Joomla è un CMS adatto a medi e grandi portali, quali sono le caratteristiche di Drupal? E quale soluzione devo scegliere? Vediamo quali sono le caratteristiche sostanziali di Drupal:

  • CMS scritto in PHP.
  • Distribuito con licenza GNU GPL.
  • Ha bisogno di database MySQL o PostgreSQL
  • Viene definito Content Management Framework

Perché quest’ultima definizione? Lo sviluppo di Drupal segue un percorso modulare: al centro c’è il core per la gestione dei contenuti, e che raccoglie tutte le funzioni utili. Intorno ci sono centinaia di moduli sviluppati dalla community che permettono di ottimizzare e gestire i moduli in base alle esigenze individuali.

Quindi, detto in altre parole, Drupal è il CMS ideale per siti web di medie e grandi dimensioni ad alta complessità. La caratteristica fondamentale di questo sistema è la possibilità di creare un portale affidabile. Non a caso il sito della Casa Bianca è basato su Drupal. Allora quali sono le principali differenze con Joomla? perché dovrei scegliere Drupal?

Vantaggi e svantaggi di Drupal

La natura modulare e personalizzabile di Drupal permette allo sviluppatore di fare tutto. Può ottenere qualsiasi personalizzazione e può lavorare con le API per personalizzare i moduli, e ottenere da quella determinata applicazione il risultato necessario per soddisfare i clienti. Il vantaggio principale di Drupal è questo: personalizzabile e dedicato per grandi progetti. Inoltre chi deve creare più di un sito con Drupal ha una marcia in più:

“If you are running more than one Drupal site, you can simplify management and upgrading of your sites by using the multi-site feature. Multi-site allows you to share a single Drupal installation (including core code, contributed modules, and themes) among several sites”.

La scalabilità di questo CMS, inoltre, resta al centro dei motivi per cui viene scelto: ottimo per creare siti di grandi dimensioni, la natura modulare rende questo CMS adatto anche a progetti più piccoli. Tutti questi vantaggi si scontrano con un grande svantaggio: è difficile da usare. Drupal non è per tutti, e chi lavora su questa piattaforma deve dedicare molto tempo alla formazione prima di ottenere buoni risultati. Anche per questo motivo è difficile trovare sviluppatori e specialisti dedicati a Drupal.

Vantaggi e svantaggi di Joomla

Perché scegliere Joomla? Perché è un CMS che ti permette di lavorare bene su progetti più ampi di un semplice blog, ma non è difficile da usare. O almeno non come Drupal. L’interfaccia è semplice da usare, e puoi ottimizzare lato SEO i contenuti. Certo, non è istintivo come WordPress che rappresenta il punto minimo. Ma è una buona via di mezzo tra potenzialità e semplicità d’uso.

Joomla o Druplal: quale CMS scegliere?

In viola WordPress, in blu Drupal e in verde Joomla – Fonte immagine

A favore di Joomla c’è anche la community che è una delle più vivaci del web. Quasi tutte le piattaforme open source hanno community affiatate che lavorano notte e giorno per risolvere i problemi degli utenti, ma nel caso di Joomla siamo secondi solo a WordPress, anche se come numero di plugin e temi Drupal è superiore.

In ogni caso non hai da temere: puoi sempre contare sulla community di Joomla, sempre attiva e in continuo sviluppo. Ancora un possibile svantaggio di Joomla? Su alcuni punti è più macchinoso, ma solo per chi viene da WordPress.

A te la scelta

Con Drupal puoi creare siti web complessi, che pretendono un’ampia organizzazione dei dati. Le API permettono di personalizzare tutto, ma come spesso accade in questi casi c’è bisogno di una mano esperta. Drupal non è per principianti. D’altro canto Joomla è la buona via di mezzo: più strutturato rispetto a WordPress, meno criptico di Drupal. Può essere usato per fare qualcosa in più del classico blog (anzi, può avere anche il blog) ma non a livello di Drupal.

Possono diventare ecommerce? Certo, ma in questi casi la soluzione è diversa: Prestashop o Magento. Ci sono dei CMS specifici per vendere online, usiamoli. Questa è la mia opinione, ci sono mille modi per trasformare Drupal, Joomla e WordPress in perfetti store online. Tu cosa preferisci? Quale CMS scegli? Lascia la tua idea nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




4 commenti su “Joomla o Drupal: quale CMS scegliere?

    • Ciao Michele,

      Questo è un post rivolto al lettore medio, anche a quello che è abituato a usare WordPress. Quindi Drupal è più difficile da usare per chi ha competenze medio/basse. Se vuoi aggiungere qualcosa di utile per arricchire il post, tipo qualche consiglio per utilizzare al meglio Drupal, i commenti sono a tua disposizione.

    • Molto dipende dall’impegno e dalla propensione, comunque è un sistema particolare Drupal. Di sicuro, però, una persona abituata a Joomla ha una propensione in più per lavorare su altri CMS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares