Vita da Webmaster: intervista a Marco Cavicchioli


Postato in data maggio 7th, da Riccardo Esposito in Vita da Webmaster. No Comments

Ancora un tassello importante per la nostra rubrica dedicata all’evoluzione della figura del webmaster, questo individuo che in passato aveva le chiavi del sito web e ne gestiva vita, morte e miracoli. Oggi questa professione è cambiata e dobbiamo capire in che direzione si sta evolvendo.
marco cavicchioli
Per questo è iniziato il ciclo di interviste che ha visto prima dei SEO come Massimo Fattoretto e Benedetto Motisi, poi un’esperta di Joomla come Carlotta Silvestrini e infine Cinzia Di Martino, SMM e branding. Ma cambiamo scenario e passiamo a un argomento interessante: oggi parliamo di ecommerce con Marco Cavicchioli. A proposito: avete visto un sito con uno sfondo blu e font rosso? No, perché Marco lo sta ancora cercando…

Il primo accesso a Internet non si scorda mai

In realtà, come spesso accade per queste cose, il cambiamento è stato lento e continuo. Il mio primo accesso ad Internet è stato nel 1997, con l’email. All’epoca il web era completamente diverso da quello attuale, molto, molto meno ricco. Quindi l’impatto non è stato affatto violento.

Anzi, solo con il tempo ho iniziato ad andare oltre l’utilizzo dell’email (non sono un informatico e quindi all’epoca non ero interessato agli aspetti tecnici della Rete), e solo nel 2000, quando ho trovato il mio primo lavoro legato al web, mi sono accorto che Internet mi stava cambiando la vita. Da allora però è cambiato assolutamente tutto.

Poi è arrivato il primo sito…

Ma non sono un informatico, ed il mio primo sito web (non inorridite) l’ho fatto con Word! Era orrendo, ed era la primissima versione del mio sito personale (all’epoca mi occupavo di musica, e lo avevo pubblicato su Tripod.com, per chi si ricorda cosa fosse).

Il mio sito web personale è sempre stata la palestra su cui ho sperimentato quasi tutte le novità, ben prima di usarle per siti di clienti. Anche perchè io non ho iniziato come webmaster, ma come docente, e sono diventato webmaster solo in un secondo momento.

Da allora, 1999, il mio sito è cambiato completamente, e non c’è più traccia alcuna di quell’obbrobrio (o almeno spero…). Se vedete in giro una pagina con bolle azzurre di sfondo e testo rosso ditemelo, che la faccio sparire subito!

Oggi la vita dei webmaster è cambiata

Anche in questo caso il cambiamento non è stato immediato, ma lento, graduale. E, soprattutto, continuo. Il webmaster deve evolvere continuamente, e cambiare tutte le volte che è necessario.

Di sicuro l’evento più impattante è stata la comparsa dei CMS (come WordPress o Prestashop per l’ecommerce): prima si scriveva tutto il codice a mano e ci voleva una marea di tempo per fare qualsiasi cosa! Oggi con gli installer sugli hosting in meno di 30 secondi hai WordPress installato.

Ma un aspetto di enorme importanza, a mio parere, e troppo sottovalutato, è la concorrenza: ci sono sempre più siti in concorrenza tra loro, e diventa pertanto sempre più importante per chi progetta un sito farlo seguendo una strategia di web marketing, perché senza solo la fortuna può far avere successo ad un sito. E visto che molti clienti si aspettano che sia il webmaster a fargli decollare il sito.

Ti occupi di ecommerce: parliamone

Ricollegandomi all’evoluzione del ruolo del webmaster, in particolare è cambiato molto il ruolo dei webmaster che si occupano di siti di ecommerce. Il fatto è che moltissimi clienti che vogliono vendere online in realtà non hanno la più pallida idea di come funzioni per davvero. Non intendo la parte tecnica, ma proprio quella commerciale!

Ovvero: scarseggia ancora enormemente la conoscenza del mercato online, che è completamente diverso da quello tradizionale offline. Ecco, il webmaster che fa ecommerce secondo me deve prendersi l’impegno possibilmente di supportare i clienti anche dal punto di vista commerciale. Anzi, deve proprio offrirgli anche un supporto per quanto riguarda il web marketing, perchè l’ecommerce non parte dal sito web, ma dalla strategia commerciale!

Di sicuro i webmaster più tecnici (ovvero gli sviluppatori) è bene che si specializzino sempre di più sulle questioni prettamente tecniche, ma qualcuno ai merchant deve pur offrire anche supporto commerciale, e di marketing, altrimenti avere un sito di ecommerce per loro è assolutamente inutile.

Sulla base di ciò io ho praticamente deciso di sdoppiarmi, ovvero di affidare tutta la parte tecnica di sviluppo a un mio amico informatico che sta dall’altra parte dell’Italia, e di occuparmi solo più della parte web marketing. Così di fatto il webmaster oramai è lui, mentre io sono diventato un consulente a tempo pieno.

Credo che la cosa più importante per chi lavora in questo settore sia specializzarsi: i tuttologi in questo mestiere hanno vita breve. Quindi alla fine inevitabilmente si finisce per dover mettere su una rete di specialisti ognuno molto bravo nel suo mestiere (sviluppo di siti, grafica, gestione, web marketing, social media, eccetera).

L’importante è che il cliente capisca, e che possa contare su un punto di riferimento principale (nel mio caso è sempre l’eCommerce Manager, a cui fa capo il network degli specialisti).

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares