5 tool per scrivere online (sempre meglio)


Postato in data marzo 26th, da Riccardo Esposito in Blog. 2 comments

Ogni mestiere ha i suoi strumenti. La professionalità del singolo è importante ma la verità è semplice: quando hai uno strumento di qualità a disposizione il risultato è differente. Si lavora meglio, ecco. E i vantaggi sono evidenti.

Questo vale per tutte le professioni? Più o meno sì, anche nel settore web marketing. Chi si occupa di SEO ha i suoi tool preferiti (molti gratuiti, i migliori a pagamento), chi fa design ha altri strumenti da acquistare, e la stessa cosa vale per chi lavora nel settore social media marketing.
scrivere
E per chi crea contenuti? Per il blogger? Ci sono strumenti più o meno utili per chi deve semplicemente scrivere online? Partiamo da un punto chiaro: il blogger non deve solo scrivere. Scrive e fa tanto altro. Può curare i canali social del blog, puoi gestire le statistiche e la SEO. Deve saperne di design e di server.

Come fa, altrimenti, a scegliere un buone web hosting per il suo WordPress? Quindi le sue competenze devono essere varie. Ma la sua attività principale è scrivere. Creare contenuti testuali. Oggi il mio compito è questo: elencare i migliori tool per scrivere online.

Ci riuscirò?

WordPress

Esatto, il primo tool è WordPress. Con l’ultima versione hai l’opzione distraction free in automatico. Quindi appena inizia a scrivere tutte le opzioni, i moduli di programmazione, le sezioni dedicate tag e categorie scompaiono. Rimani solo tu e la scrittura.

Il font è comodo, il contrasto giusto, lo sfondo grigio aiuta a non stancare l’occhio. Quindi WordPress si guadagna un posto in prima fila come tool per scrivere online.

Google Drive

Onestamente credo che questo sia il miglior sistema per scrivere online. Google Drive offre diversi gigabyte (15 per ora) di archiviazione per i tuoi file, oltre a una suite di programmi office che comprende – oltre ai tool per creare slide, fogli di calcolo e disegni – un ottimo strumento di videoscrittura che sostituisce egregiamente le versioni desktop.

Sì perché Google Drive è online. Se non hai la connessione non va, non puoi usarlo. Ma questo è l’unico difetto. Grazie a Google Drive puoi organizzare la tua attività di webwriter nel miglior modo possibile.

Puoi condividere i file con i tuoi colleghi, correggere, ripescare tutto il lavoro in qualsiasi dispositivo. Inoltre la versione mobile permette di scrivere anche offline. E appena torna la linea trovi tutto sul desktop. Meglio di così…

Per approfondire: come organizzare i tuoi contenuti su WordPress

Sinonimi e contrari

Per scrivere online puoi usare questi tool. Ma per scrivere meglio hai bisogno di uno strumento impossibile da sostituire: il dizionario dei sinonimi e dei contrari. Ovvero un tool che usavi già in terza elementare e che ti salverà anche nella stesura dei contenuti in rete.

Le ripetizioni rovinano il tuo lavoro, ostacolano la buona lettura, sono nemiche da combattere e sconfiggere. Io uso sempre il dizionario di Virgilio, semplice ed efficace perché permette di approfondire anche i termini che hai trovato con una prima ricerca.

Hai ancora qualche problema con le ripetizioni nel testo? Due consigli: segna su un block notes tutte le ripetizioni che caratterizzano la tua scrittura (siamo seriali nel commettere errori, non temere) e prima di pubblicare fai un control/mela F per cercare le parole che hai segnato nel taccuino. Oppure usa questo tool per trovare ripetizioni in modo automatico.

Verbi

Un altro tool che puoi usare per migliorare la scrittura dei tuoi post: Italian Verbs. Ovvero un archivio che ti permette di individuare la coniugazione giusta dei verbi. Questo aspetto della buona scrittura è particolarmente delicato perché si esonera dalla semplice ortografia, dalla buona scrittura di un testo. Un consiglio: lavora sulla coerenza, se parli al presente continua su questa linea.

Scrittura minimale

Ok, Google Drive è spettacolare. Ma forse hai bisogno di un tool per scrivere veramente senza distrazioni. Sai cosa ti consiglio? Zenpen. Praticamente uno schermo bianco che non può fare altro. Devi solo scrivere. Se non hai altre necessità e se hai la distrazione facile questo è lo strumento che fa al caso tuo. E se lavori meglio con il rumore della pioggia c’è Noisli.

Ok, non sono 5 tool. C’è qualcosa in più. Ma sai come funziona: inizi a scrivere, e quando hai la giusta piattaforma che ti supporta, continueresti a scrivere fino a notte fonda. Per me è così. Per te invece? Cosa usi per creare i tuoi contenuti migliori? Lascia la tua opinione nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




2 commenti su “5 tool per scrivere online (sempre meglio)

  1. Ciao Riccardo, ed il vecchio buon dizionario che alle superiori manco a toccarlo? A parte battute vorrei segnalare il portale treccani… offre un buon dizionario, un buon servizio sinonimi contrari e l’enciclopedia… ed è un po’ più affidabile su certe cose di Wikipedia…

    • Ciao Francesco!

      Certo, da toccare e sfogliare ogni giorno. Grazie per aver suggerito questo tool fondamentale. Anche io lo uso spesso.

      Altri indirizzi utili?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
0