5 ricette per raggiungere i tuoi obiettivi con WordPress


Postato in data gennaio 5th, da Riccardo Esposito in Wordpress. 6 comments

Oggi voglio continuare a lavorare sull’argomento WordPress, un tema caro a ogni blogger che si rispetti. Ma voglio affrontarlo da una prospettiva particolare, leggermente avanzata rispetto a quella definita in precedenza.

wordpress

Ho spiegato come creare un post su WordPress, ho dato indicazioni per pubblicare delle pagine statiche efficaci e per ottimizzare le immagini. Ho anche affrontato il tema della gestione tag e categorie. Ora voglio puntare agli obiettivi da raggiungere.

Perché tu sai che un blog deve puntare a obiettivi concerti, giusto? Questo è sicuramente vero per chi lavora con i corporate blog, e per chi vuole trasformare il proprio spazio web in uno strumento per trovare nuovi lavori.

Chi decide di aprire un blog per passione può permettersi il lusso di procedere senza un obiettivo ben preciso, può dare sfogo alla propria creatività e procedere come meglio crede. Certo, consiglio sempre di acquistare un hosting WordPress per avere tutti i vantaggi di un blog indipendente. Ma un blog professionale deve puntare a obiettivi precisi: ecco perché oggi ti consiglio queste semplici ricette per trasformare il tuo blog.

1. Aumentare le condivisioni

Il tuo obiettivo è semplice: vuoi aumentare le condivisioni, vuoi fare in modo che i tuoi post vengano ripubblicati sulle bacheche dei tuoi follower e dei tuoi fan. Il motivo? Aumentare le visite, ma anche diffondere il tuo brand nelle community utili alla tua attività. Ecco qualche consiglio per ottimizzare il tuo blog WordPress:

  • Inserire i pulsante di ricondivisione.
  • Utilizzare solo i pulsanti utili al tuo pubblico.
  • Ricorda di ottimizzare i pulsanti anche su mobile.
  • Allinea, uniforma, elimina le sbavature.
  • Evita passaggi inutili.

Per migliorare l’experience dei tuoi lettori ti consiglio di usare plugin dedicati ai pulsanti originali dei diversi social. Uno su tutti: Really Simple Share per WordPress, praticamente una certezza. Lo uso per tutti i miei progetti di blogging perché mi permette di allineare i pulsanti share senza intervenire sul codice. Per sfruttare la forza di Pinterest, invece, consiglio Jquery Pin It Button.

2. Migliorare il customer care

Lo sai che con il tuo blog puoi fare customer care? Questo è un ottimo obiettivo da aggiungere alla tua lista, ma devi essere sempre presente e rispondere con cura: i tuoi clienti vogliono risposte precise. Per migliorare questo meccanismo ti consiglio di attivare la nidificazione dei commenti: in questo modo è tutto più semplice.

commenti

L’opzione per nidificare i commenti su WordPress

Per attivare la nidificazione dei commenti devi seguire questo percorso: dashboard – impostazione – discussione e poi spuntare l’opzione Abilitare i commenti nidificati per (x) livelli di profondità. Inoltre ecco un articolo per approfondire l’argomento legato ai commenti WordPress.

3. Aumentare le conversioni

Aumentare le conversioni del tuo prodotto o del tuo servizio, ovvero vendere attraverso il tuo blog: possibile? Certo, utilizzando le tecniche di inbound marketing puoi attirare sul blog persone interessate alla tua attività e spingerle verso una landing page ben confezionata. Qualche consiglio:

  • Crea una pagina dedicata solo alle conversioni.
  • Elimina tutte le distrazioni (tipo sidebar, pulsanti social…).
  • Semplifica il form di contatto.
  • Comunica valore nella tua call to action.
  • Usa i testimonial.

Per ottenere il massimo devi creare una pagina specifica, una landing page studiata con cura. Per ottenere risultati simili puoi utilizzare uno dei tanti plugin dedicati alla creazione delle landing page. Il mio consiglio: WordPress Landing Page.

4. Aumentare i download di un e-book

Hai deciso di distribuire un e-book gratis per fidelizzare i tuoi lettori, per creare un circuito e mostrare ai tuoi lettori cosa sai fare. Perfetto, questo è un buon obiettivo. Però devi distribuirlo, devi trovare la soluzione per innescare un meccanismo virtuoso.

Come risolvere questa situazione? Puoi sfruttare il pulsante Pay With a Tweet (tu retweetti la pagina e automaticamente parte il download del PDF) o Social Locker (condividi la pagina con uno dei pulsanti social e si apre la seconda parte del post con il link al PDF). A proposito: anche Serverplan ha pubblicato un e-book gratuito dedicato a chi vuole iniziare a fare blogging con WordPress.

5. Attirare nuovi lead

Fare lead generation con il tuo blog: ottimo, questo è un buon obiettivo. Con il tuo blog puoi attirare persone interessate al tuo business e ottenere un contatto email. Un contatto utile per inviare delle newsletter studiate intorno alle esigenze e alle necessità di un segmento specifico. Qualche consiglio:

  • Iscriviti a un buon servizio newsletter (tipo Mailchimp).
  • Personalizza template e pagine per iscrizione con i tuoi colori.
  • Newsletter: crea contenuti utili e non solo promozioni.
  • Utilizza dei form per chiedere ai lettori di lasciare la propria email.

La maggior parte dei servizi newsletter offre un plugin per integrare il form con WordPress (ecco ad esempio quello di Mailchimp) ma puoi scegliere una soluzione differente: Hello Bar con form per acquisire nuovi contatti. La installi, la posizioni in alto e aspetti nuovi contatti.

La tua opinione

Secondo te queste sono soluzioni valide per raggiungere i tuoi obiettivi con WordPress? Vuoi aggiungere qualche dettaglio alla lista? La tua esperienza può fare la differenza, lasciala nei commenti.

Riccardo Esposito

Blogger per Serverplan, webwriter freelance e autore di My Social Web. Scrivo ogni giorno. Ho pubblicato un libro dedicato al mondo del blogging. Ah, l'ho già detto che scrivo?




6 commenti su “5 ricette per raggiungere i tuoi obiettivi con WordPress

  1. ciao!
    per la condivisione sui social consiglio di usare addthis, non fosse altro per via delle statistiche molto comode ed utili che fornisce creandoti un tuo account personale.

    Credo sia anche giusto ricordare che, sì, i plugin consentono di realizzare tante funzionalità utili creandosi un sito (quasi) ex novo da (quasi) zero; tuttavia, il proliferare di plugin apre due problemi macro: il primo, più importante, di sicurezza. Il secondo, appesantiscono il caricamento delle pagine del sito ;)

    • Ciao Francesco,

      Grazie per il tuo suggerimento. Addthis è sicuramente una soluzione valida anche per il motivo che hai indicato. Ho utilizzato con successo anche un altro plugin social: Flare, molto elegante e ben fatto.

      Troppi plugin: sito più pesante. Io ragiono in questi termini: quando posso fare senza preferisco evitare. E poi una landing page la vorrei creare da zero, ma è giusto ricordare che c’è la possibilità di sfruttare un plugin.

      Grazie per il tuo commento, a presto.

  2. Ciao Riccardo, complimenti per i tuoi articoli che trovo sempre esaustivi e semplici.
    Solo una precisazione: quando parli di plug-in o comunque di altri miglioramenti alle nostre pagine WordPress parli di wordpress.org e non dei template pre-caricati dello stesso sito ma .com , ho ben capito?

    • Ciao Maurizio,

      Parlo dei plugin che puoi caricare quando usi un CMS scaricato da WordPress.org e “montato” su un hosting indipendente. Questa è una delle differenze tra un blog su WordPress.com e uno indipendente. Per questo consiglio (e non sono l’unico) a partire sempre dalla seconda soluzione: anche se più impegnativa è il punto di partenza ideale per un discorso di totale indipendenza. Con un servizio come Easyapp, poi, tutto è più semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares