Pronti ai nuovi domini .it con lettere accentate?


Postato in data luglio 9th, da Serverplan in News. 2 comments

Novità in arrivo per i domini con estensione .it: dall’11 Luglio infatti compariranno nei nomi domini lettere accentate e caratteri non ASCII. Scopriamo insieme cosa significa e cosa cambia per gli utenti.

L’11 Luglio 2012 entra in vigore il nuovo “Regolamento per assegnazione e gestione dei nomi dominio nel ccTLD.it v6.2” ovvero l’insieme di specifiche che definiscono (tra le altre cose) le modalità con le quali è possibile registrare i domini .it; in questa versione viene introdotta una grande novità, ovvero la possibilità di utilizzare nel nome del dominio lettere accentate e caratteri non ASCII:

  1. à, â, ä, è, é, ê, ë, ì, î, ï, ò, ô, ö, ù, û, ü, æ, œ, ç, ÿ, β

Se prima era impossibile registrare un dominio come

  1. caffé.it
  2. città.it
  3. ilsitodelbebè.it

con l’entrata in vigore degli Idn (questo il nome dei nuovi domini)  non ci saranno più queste limitazioni.

Naturalmente tutti i nostri clienti potranno accedere a questa nuova possibilità fin dal primo giorno, e già ora possono sfruttare la fase di preordine*, registrando il proprio dominio dal nostro sito. Il costo dei domini con estensione .it resta invariato anche nel formato con lettere accentate.

Non si tratta soltanto di una estensione del numero di domini oggi presenti. Occorre infatti considerare che ciascun dominio già registrato potrà avere differenti declinazioni, portando a possibili situazioni spiacevoli come:

  1. phishing: il dominio di una banca potrebbe infatti essere registrato con una vocale accentata;
  2. uso improprio: il nome di un brand potrebbe essere registrato con un carattere accentato ed utilizzato per scopi differenti.

Per quanto riguarda il pericolo di phishing, la nostra azienda è impegnata attivamente con le authority per prevenire ed interrompere qualsiasi attività malevola venga segnalata.

Per l’uso improprio che se ne potrebbe fare invece, suggeriamo di registrare tutte le declinazioni possibili mettendo così al sicuro i propri domini. Non è possibile infatti prevedere quale uso verrà fatto in futuro di un nome dominio analogo a quello posseduto, quindi la garanzia migliore è registrarlo e metterlo al sicuro, sfruttandolo come redirect per prevenire eventuali errori di digitazione degli utenti nella barra degli indirizzi.

Oltre ai nuovi caratteri accentati, la versione 6.2 garantisce ai domini .it maggiore internazionalità grazie all’estensione della possibilità di acquisto a tutti i Paesi dello spazio economico europeo (SEE) come ad esempio l’Islanda, la Norvegia e stati più vicini a noi come la Repubblica di San Marino e lo stato Vaticano.

Per approfondire le caratteristiche degli Idn, guarda il video pubblicato dal NIC

*Il pre-ordine dei domini accentati non costituisce una garanzia di registrazione visto che le richieste verranno esaudite in ordine di arrivo direttamente dal NIC.
In caso di mancata registrazione del dominio, il cliente potrà utilizzare l’importo versato per altri servizi.





2 commenti su “Pronti ai nuovi domini .it con lettere accentate?

  1. Pingback: Pronti ai nuovi domini .it con lettere accentate? « ideeintransito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
0